Cerca nel quotidiano:


“Campo scuola Svs, bellissima esperienza”

Grande entusiasmo da parte dei ragazzi partecipanti al Campo Scuola di Protezione Civile organizzato dalla Svs. Ecco le loro testimonianze. Inaugurati due nuovi mezzi

Domenica 14 Agosto 2016 — 08:27

Mediagallery

L’entusiasmo, mostrato al massimo grado dai ragazzi che hanno partecipato al Campo Scuola di Protezione Civile, ci dà la misura di quanto sia riuscita l’esperienza. Sabato 13 agosto, il campo scuola di Protezione Civile Prociv Arci, organizzato a Livorno da SVS in collaborazione con il Comune, la Provincia, i Vigli del Fuoco, la Capitaneria di Porto, la Fise e il 118 è terminato con una festa che ha visto la distribuzione degli attestati di partecipazione e il taglio del nastro di due mezzi di Protezione Civile.
Prima dell’inizio della cerimonia ci siamo intrattenuti un po’ di tempo con alcuni dei ragazzi per ascoltare direttamente da loro le emozioni che hanno vissuto in questi sei giorni. Alessia Faucci, 12 anni racconta: “Adesso se qualcuno della mia famiglia, o altre persone, si sentono male so cosa posso fare per aiutarli. L’esperienza che più mi è piaciuta è stata l’esercitazione di primo soccorso sanitario, dove ci hanno insegnato anche come fare un massaggio cardiaco. In questi giorni mi sono divertita molto, ho fatto nuove amicizie ed ho imparato tante cose importanti”.
Andrea Tarabotto ha 14 anni ed anche lui sottolinea subito che si è trattato di una bella esperienza, che gli ha permesso di divertirsi ed imparare molto: “Per me la cosa più bella è stata la simulazione del terremoto fatta nella Sala Operativa della Protezione Civile della Provincia. Mi sono reso conto che anche le cose che sembrano più semplici, in realtà necessitano di conoscenze approfondite e coordinazione per essere svolte. Molto interessante anche la simulazione con il manichino di un massaggio cardiaco. Sì, questa esperienza potrebbe in futuro indirizzare anche la mia scelta professionale, ma sicuramente ha inciso sul desiderio di diventare un volontario. Mi piacerebbe il prossimo anno poter partecipare nuovamente e consiglio di pubblicizzare il campo di più, perché saranno molti i ragazzi interessati”.
Marco Scarno di 16 anni e suo fratello Fabio di 13 sono di Como e si trovano a Livorno per una vacanza con gli zii. Hanno sentito parlare di questo Campo Scuola ed hanno provato. Marco ci racconta: “Ero piuttosto scettico, l’idea di venire qui ogni mattina non mi entusiasmava, ma dopo il primo giorno mi sono subito appassionato. Anche le lezioni teoriche sono state tutte molto coinvolgente ed ho potuto capire che nel soccorrere le persone non vi è niente di banale e non ci si può improvvisare perché si può peggiorare la situazione. Fra le esercitazioni pratiche mi sono divertito molto con il soccorso in mare e con i cani, interessante anche la lezione sul come fare il massaggio cardiaco. Studio per diventare animatore e le cose che ho imparato in questa settimana possono sicuramente essermi utili. Ho capito che fare volontariato è una cosa bella, perché si offre una aiuto agli altri gratuitamente, senza alcun profitto, e chi lo fa ne riceve in cambio molta gratificazione.
Mauro Pilato ha 12 anni e introduce il suo racconto dicendoci subito che la cosa più bella è l’essere stati tutti insieme: “Ci siamo divertiti molto, in ogni occasione, e contemporaneamente abbiamo imparato tante cose importanti. Le esperienze più belle per me sono state la visita al Comando dei Vigili del Fuoco e l’esercitazione su come fare un massaggio cardiaco. Adesso so che anche quando si chiama il 118 è importante seguire una procedura che facilità l’intervento dei soccorritori”.
Alla festa erano presenti le autorità di Protezione Civile della città che in questa settimana hanno collaborato a rende il Campo Scuola istruttivo e appassionante. In particolare ricordiamo il salute di Fabio Mangani responsabile Prociv-Arci, la presidente della SVS Marida Bolognesi, la vice presidente Alessandra Mini e il direttore Fabio Cecconi.
I due mezzi di protezione Civile inaugurati sono: un fuori strada Mazda con modulo antincendio boschivo e serbatoio da 600 litri e un pulmino Ford multiruolo per la logistica con 9 posti.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]