Cerca nel quotidiano:


“Una voce per l’Ucraina”. I Rotary uniscono le forze a sostegno della popolazione colpita dalla guerra

Un concerto ospitato dal Teatro Goldoni mercoledì 4 maggio alle 21. I biglietti, 20 euro ciascuno con posto unico numerato, possono essere acquistati in teatro il martedì e il giovedì dalle 10 alle 13 e il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle 16.30 alle 19.30 oppure su www.goldoniteatro.it

Giovedì 28 Aprile 2022 — 19:11

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Prosegue il sostegno della città a favore della popolazione ucraina. Questa volta, ad essere protagonisti della solidarietà sono Rotaract Livorno, Rotary club Livorno e Rotary club Livorno Mascagni che, in sinergia tra loro, hanno dato vita a “Una voce per l’Ucraina”, un concerto in programma per mercoledì 4 maggio alle 21 negli spazi del Teatro Goldoni, patrocinato da Comune di Livorno e Regione Toscana. Quanto raccolto sarà devoluto a Casa Papa Francesco di Quercianella per il supporto di 25 profughi nell’ambito del progetto “Artigiani di Pace”. “La nostra è un’accoglienza che non offre solo vitto e  alloggio – spiega suor Raffaella Spiezio, presidente della struttura – Stiamo facendo una bella esperienza di amicizia, famiglia e pace e il canale principale sono i bambini fuggiti con le loro mamme. Un’ospitalità davvero bella da vivere, ma non semplice da portare avanti”. Soddisfazione anche nelle parole del vicepresidente del Rotary club Livorno Fabio Matteucci.
“La bellezza di questa iniziativa sta nel fatto che abbiamo unito le nostre forze, mettendo in campo tutte le potenzialità che potessero evidenziarne la fattibilità. Una piccola proposta che fa parte di un movimento mondiale in aiuto alle persone colpite da questa sciagurata situazione che si è venuta a creare. L’accoglienza è un dovere per tutti noi”.
“È bello sottolineare come i due club, senza saperlo, abbiano avuto lo stesso istinto di aiuto – aggiunge Vito Vannucci, presidente di Rotary club Livorno Mascagni – Abbiamo trovato un terreno fertile con gli sponsor e il piacere è aumentato nel poter aiutare suor Raffaella. Un’idea della quale siamo orgogliosi e convinti che servirà allo scopo”. Ad esibirsi saranno i solisti di Vox Artis dell’Istituto musicale Rodolfo Del Corona, i cori voci bianche e Teen Singer della Fondazione Teatro Goldoni, entrambi diretti dalla maestra Laura Brioli,e il The Joyful gospel ensemble diretto dal maestro Riccardo Pagni. “Ci sono cantanti provenienti da Brasile, Cile, Cina, Francia, Russia e molti altri Stati – commenta Rachael Stellacci di Vox Artis – Noi artisti possiamo contribuire in questo modo, donando la nostra arte. Nel coro saranno presenti 12 bambini ucraini e canteremo tutti insieme. L’arte per la pace è il messaggio più bello”. I biglietti, 20 euro ciascuno con posto unico numerato, possono essere acquistati in teatro il martedì e il giovedì dalle 10 alle 13 e il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle 16.30 alle 19.30 oppure su www.goldoniteatro.it. Per chiunque fosse impossibilitato a partecipare al concerto, ma desiderasse comunque sostenere il progetto, sarà possibile effettuare una donazione sul conto corrente dedicato all’iniziativa all’Iban IT74I0503413900000000009077.

Riproduzione riservata ©