Cerca nel quotidiano:


“Volare senz’ali”, dove batte un cuore gigante

Quilivorno.it ha fatto visita alla realtà livornese, nata nel 2005, che si occupa di ragazzi con gravi disabilità neuromotorie scoprendo un mondo dolce e soffuso dove non c'è spazio per le perdite di tempo

mercoledì 26 settembre 2018 18:13

di Federico Bacci

Mediagallery

Volare senz’ali è molto più di un’associazione. “Volare senz’ali” è un cuore gigante che batte forte, lasciando l’ipocrisia fuori dalla porta. Quilivorno.it ha fatto capolino all’interno di una realtà importante livornese per scoprire un mondo dolce e soffuso, dove non c’è spazio per le perdite di tempo.
Entrando nei locali di via Demi 9 si avverte nell’aria un pervasivo amore materno. Ed è proprio questo amore la “pietra d’angolo” dell’associazione Onlus nata nel 2005 dal volere dei genitori di bambini e ragazzi con disabilità gravi scontratisi con la realtà di una società che talvolta non riesce a promulgarsi abbastanza per chi ha bisogno.
Dopo i percorsi scolastici questi giovani si ritrovano a carico intero della famiglia e, non potendone prescindere, sono costretti in casa in un’inerzia pressoché totale: l’obiettivo di Volare senz’ali è gestire uno spazio dove i ragazzi possano vivere esperienze nel senso più puro del termine (fotogallery di Simone Lanari in fondo all’articolo. Tutte le foto, come da mail del 25 settembre, sono state autorizzate alla pubblicazione da parte di Volare senz’ali). “I nostri ragazzi hanno bisogno di star bene” è il commento della presidente Silvia Angelini: “Combattiamo e ci impegnamo ogni giorno per far sì che questo accada. Le difficoltà sono tante, i fondi purtroppo spesso non sono sufficienti. Migliorarci ogni anno per aumentare sempre di più le nostre possibilità è tra i nostri obiettivi”.
Il centro, diviso in due stanze attività, si basa sulla realizzazione della stimolazione basale e della stimolazione sensoriale che, insieme alla musicoterapia e alla logopedia, sono processi fondamentali per ragazzi con patologie neuromotorie, utili a far rilassare e svagare la mente e il corpo influendo in maniera enormemente positiva sulla qualità di vita di questi giovani. Le attività – che “Volare senz’ali” dopo anni di sviluppo è riuscita a portare nel 2018 allo stato semidiurno (mattine e alcuni pomeriggi settimanali) – comprendono un’esplorazione totale dei cinque sensi, messa in atto con l’utilizzo di musica, stimolazioni tattili, stimolazioni visive e giochi di luci per creare un ambiente favorevole in cui si possa tornare a prendere coscienza di sé e del mondo esterno. I ragazzi sono accompagnati sia da volontari che da figure professionali (8 al momento per circa 25 ragazzi, con 6 attualmente inseriti nel progetto semidiurno) che, oltre a essere laureate in materie affini, sono formate accuratamente dall’associazione stessa.

Con l’inserimento del semidiurno l’associazione ha avviato poi il progetto “Io cresco!“, un percorso della durata di tre anni scolastici (9 mesi a ciclo) che occupa tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, in cui i ragazzi saranno in grado di svolgere le attività sopracitate con costanza e beneficio. “L’idea, tempi e fondi permettendo, è quella di spostarsi in un centro più grande e adatto – ha continuato Angelini, accompagnata da Francesca Silvestri e Monica Belleggia, anch’esse membri dell’associazione – poiché al momento non esistono strutture sul territorio in grado di soddisfare le necessità a cui andiamo incontro. Vorremmo realizzare, oltre al programma completamente diurno, anche migliorie sugli strumenti in nostro possesso, come l’installazione di una piscina con acqua calda, fondamentale per le attività dei ragazzi affetti da queste patologie. Siamo determinati a fare sempre di più. Vogliamo ringraziare enormemente chi ci sta dando una mano perché è grazie alle donazioni che riusciamo ad andare avanti”.

Per informazioni su “Volare senz’ali” e sul progetto “Io cresco!”:
Associazione “Volare Senz’Ali – ODV”
Mail: [email protected]
Sito web: http://www.volaresenzali.it

Silvia Angelini 348 3344679 – [email protected]
Francesca Silvestri 349 7716496
Monica Mariotti 320 2634709

Per donare:
C/C postale: 70758297
IBAN: IT 62 B 07601 13900 000070758297
C/C bancario Unicredit Banca Spa
IBAN: IT 13 Y 02008 13912 000104756608

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.