Cerca nel quotidiano:


Filippo, a 14 anni entra all’Accademia di danza della Scala

Il giovane livornese ha superato la difficile selezione d’ingresso. La sua insegnante, Simona Tocchini: "Ho visto in lui un ottimo potenziale e per me è una grande soddisfazione saperlo laggiù a Milano. Scommessa vinta"

mercoledì 07 novembre 2018 11:27

di Jessica Bueno

Mediagallery

“Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni”, diceva  Shakespeare. Quello del giovane Filippo Penco (nella foto in pagina di  Maurizio Maltoni) ha la leggiadria impalpabile dei movimenti della danza classica e l’odore della polvere di gesso sul legno del palco del teatro. A soli 14 anni, Filippo ha superato la difficile selezione d’ingresso alla prestigiosa Accademia del Teatro alla Scala. Un punto di inizio verso la realizzazione di un grande obiettivo.

Nonostante la giovane età, quella di Filippo è una passione innata ed incontenibile, nata sei anni fa quasi per caso, cominciando con la danza classica ed introducendo via via nuovi stili, come la contemporanea. “Non so dire come mi appassionai a questa disciplina – dice Filippo a Quilivorno.it– ma per fortuna è stato così. Nel mio percorso di studi ho partecipato ad altre audizioni per altre accademie ed ho deciso di tentare la sorte anche a Milano, desideroso di intraprendere una nuova avventura”.

Il 28 marzo 2018 è stato il giorno “X”. Quello dell’audizione, dove in poco tempo è necessario  dare sfogo alla passione che brucia dentro e che ti porta a dare il meglio, a mostrarsi a tutto tondo. E’ stato il giorno in cui il sogno si è concretizzato, portando il giovane ad avere la possibilità di far brillare ancora di più la sua luce, mettendo nel bagaglio l’orgoglio dei genitori e dell’insegnante Simona Tocchini.

“Filippo ha studiato con me per tre anni – spiega l’insegnante Tocchini, contattata telefonicamente da Quilivorno.it, direttrice della scuola STdanza di Livorno – Ho visto in lui un ottimo potenziale e per me è una grande soddisfazione saperlo laggiù: ho sempre desiderato accompagnarlo verso la strada del professionismo, cercando di farlo credere in se stesso ed al contempo non illuderlo ed è sicuramente una vittoria anche per me, ho vinto una scommessa. Tramite lui ho ripercorso la mia strada: ho fatto la danzatrice professionista, so quanto bisogna investire in tempo, fatica e sudore e cerco di trasmettere in ogni allievo la mia passione”.

Filippo è partito per Milano il 4 settembre scorso. La mattina frequenta le lezioni di danza ed il pomeriggio studia le materie scolastiche. Abita in un convitto con altri ragazzi e col tempo si è integrato ed abituato ai nuovi ritmi della sua vita, superando l’iniziale timore di una realtà diversa cui affacciarsi.
“Da quando sono qui il miglioramento delle mie capacità è stato esponenziale – conclude Filippo – L’ambiente è molto bello, c’è competizione ma è sana, ognuno cerca di imparare e carpire qualcosa dall’altro. Sono felicissimo di essere qui. Non è solo un’esperienza di danza, ma di vita”.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # marco barbieri

    Bravo bimbo, complimentoni!

  2. # alberto franzoni

    VAIIIII buon lavoro

  3. # Silvia Geppetti

    Grandissimo Filippo…alla tua età hai preso una decisione coraggiosa e questo dimostra la tua grande grinta e determinazione! Un grande in bocca al lupo…besos la profesora😊

  4. # Tecnologica

    Bravissimo anche a scuola! Auguri per il tuo futuro dai tuoi insegnanti e da tutta Gamerra.

  5. # Erika

    Bravo Filippo…
    Avanti cosi

  6. # Stella

    Bene, bella notizia, fa piacere vedere ragazzi che si appassionano a qualcosa di diverso dal calcio! E un “bravi” anche ai genitori, che hanno avuto il coraggio di lasciarlo andare a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive