Cerca nel quotidiano:


Folla alla processione di Sant’Antonio, il Santo dei miracoli

lunedì 13 giugno 2016 23:48

di Roberto Olivato

“Sant’Antonio è il Santo dei miracoli” ha ricordato nel pomeriggio di lunedì 13 giugno don Donato Mollica nel corso dell’omelia della Messa per la festività di Sant’Antonio di Padova, celebrata nella chiesa della Madonna davanti  ad un’ affollata navata. Effettivamente il Santo anche ieri una sorta di miracolo l’ha fatto, non si era mai vista una così nutrita partecipazione di fedeli alla processione della ricorrenza del 13 giugno, tanto da porla in concorrenza per numero di fedeli presenti, con altre svoltesi nelle ultime settimane del mese di maggio nella nostra città. Preceduta dai seminaristi, dalla banda Città di Livorno, dai cavalieri dell’Ordine di Malta, dai cavalieri di Santo Stefano, dall’associazione Carabinieri, dai volontari della  Misericordia e dalle moto della Svs, la processione  con la statua di Sant’Antonio posta su di un  automezzo della Svs, ha percorso le strade limitrofe la chiesda della Madonna passando anche da piazza Guerrazzi dove, dalle finestre delle stanze del Palazzo del Picchetto occupate da alcune famiglie, erano affacciate diverse persone che osservando in silenzio la processione, rivolgevano molto probabilmente suppliche al Santo affinchè aiutasse chi di dovere a  trovare una soluzione alla loro pesante situazione abitativa . Al termine della processione don Placido Bevinetto, parroco della chiesa della Madonna nonché cappellano dell’ospedale,  ha consegnato ad ogni presente un giglio, simbolo floreale di Sant’Antonio.

 

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive