Cerca nel quotidiano:


“Little Blue Festival”, blues e rock and roll alla Baracchina Azzurra

Il 12 agosto, primo giorno della kermesse, si esibiranno Alex Sarti e Roberto Luti. Ecco gli altri artisti presenti nel programma

giovedì 09 agosto 2018 17:20

Mediagallery

La Baracchina Azzurra, nei giorni più caldi dell’estate all’interno dell’amplia programmazione estiva, presenta il suo primo “Little Blue Festival”, due giorni dedicati alla buona musica, ed alla qualità enogastronomica, nella quale sarà possibile apprezzare due progetti musicali, dal carattere blues & rock and roll.
Il 12 agosto, primo giorno del “Little Blue Festival”, dalle ore 19.30, si esibiranno Alex Sarti & Roberto Luti. Roberto Luti, chitarrista livornese che ha vissuto per 10 anni a New Orleans, grande artista con una sensibilità unica nella chitarra slide, che gli ha permesso di far parte del progetto benefico internazionale “Playin for Change”, nonché in band del calibro dei “Tres”, e tour con Luke Winslow King, suonerà a fianco ad un vero animale da palcoscenico e cantante straordinario, Alex Sarti. Nel seconda giornata, il 14 agosto sempre dalle 19.30, arriverà l’incredibile Niki La Rosa, accompagnato dal talento di Piero Perelli alla batteria, e da quello di Luca Giovacchini alla chitarra.
Niki La Rosa, Nasce a Glasgow nel 1978, da padre Italiano e madre Scozzese. Cresciuto in una famiglia di musicisti (Lo zio, Iain Campbell era infatti il bassista dei Big Six di Glasgow con Tony Sheridan e di Gerry Rafferty, vive i primi anni di vita a stretto contatto con i maggiori musicisti della scena Jazz e Folk scozzese come Big Mick, Billy Conoly, Danny Kyle e Gerry Rafferty. Successivamente approfondisce lo studio della chitarra e del canto da autodidatta e inizia a comporre quasi da subito la propria musica. Suona in giro per lʼEuropa facendo spesso tappa a Londra dove si i esibisce come busker nelle location più famose e registra nel 2006 il primo album “Highways and Skies” prodotto dallo zio e arrangiato insieme a Phil Aldrige.
Nel 2010 incide il suo secondo album dal titolo “Intrio”, con il chitarrista Roberto Luti e Massimo Gemini al sax. Nel 2011 si stabilisce a Londra, facendo però spesso tappa in toscana e a Livorno, dove oltre ad esibirsi dal vivo, riprende una collaborazione con il chitarrista e produttore Marco Baracchino iniziata già nel 2006 (con la registrazione di alcuni brani) che lo coinvolge insieme a Giovanni Nuti nel progetto “Tutte le note dei film di Cecco” dedicato alle canzoni più belle del cinema di Francesco Nuti.
Organizzatore dell’evento: Michele Cheli
Tecnico: Samuele Vergili
Grafiche: Sara Caroti

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive