Cerca nel quotidiano:


“Livorno è la mia città”, via al progetto-murales “Appartenenza Labronica”

Parla l'ideatore del percorso artistico, Bruno Rotelli. "La mia idea è quella di creare una serie di opere sui muri di Livorno per risvegliare nei cittadini la voglia di essere livornesi a 360 gradi"

mercoledì 21 marzo 2018 13:16

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

“Un cittadino innamorato della mia città”. E’ così che si definisce Bruno Rotelli, ideatore e mecenate del progetto che lui stesso ha chiamato “Appartenenza Labronica”. Una serie di murales in giro per Livorno, autorizzati logicamente dal Comune di Livorno, e finanziati privatamente (per il momento di tasca sua) al fine di un unico scopo: promuovere il senso di far parte di una stessa comunità con ideali e valori ben precisi, con una cornice fatta di sport, cibo e bellezze naturalistiche che rendono Livorno unica nel mondo.
“Ho deciso di iniziare da questo murale in viale Ippolito Nievo – spiega a Quilivorno.it Bruno Rotelli – chiaramente con il beneplacito del Comune di Livorno abbiamo individuato questo muro rimasto sguarnito dopo che la baracchina del Gymnasium è stata demolita. Qui abbiamo deciso di dipingere un murale iniziale, il numero uno di una serie di dipinti da fare su alcuni muri scalcinati della nostra città. Sia ben chiaro, il progetto l’ho finanziato io e questo primo lavoro ho sborsato io e soltanto io i soldi necessari per farlo. Perché? Perché sono innamorato di Livorno e voglio risvegliare questo senso di appartenenza sopito nei cittadini, dai più grandi ai più piccoli. In una società che va sempre a mille all’ora è bello poter pensare che, guardando un murale, una scritta su di un muro, ci si possa fermare un attimo a riflettere staccandosi solo per qualche secondo da quei cellulari, ad esempio, che ci monopolizzano la vita”.
Per farlo Rotelli ha già in mente altri tipi di murales. “I prossimi, sempre con lo slogan Livorno è la mia città, dovranno riguardare tradizioni tipiche locali – spiega l’ideatore del progetto – come il Palio Marinaro, i nostri piatti e prodotti tradizionali come il cinque e cinque, il cacciucco e il ponce. Ma si dovrà toccare anche tematiche importanti come il lavoro, la portualità il sociale. Il tutto per solleticare gli animi di tutti i livornesi affinché si sentano più consapevoli delle bellezze che li circondano e che rendono così importante Livorno. Sono partito dal calcio – continua Rotelli – inserendo il simbolo della nostra città accanto allo stemma della società amaranto perché, comunque, anche la squadra di calcio cittadina crea un legame unico tra le persone e viene vista come elemento identificativo di una comunità. Ma, come detto prima, non sarà solo questo, anzi. Il progetto, avallato dal Comune, comprenderà tanti fattori relativi all’appartenenza labronica”.
Il primo murale è stato completamente finanziato da Rotelli che ha comprato le tinte adatte e ingaggiato due giovani artisti che in queste ore stanno completando l’opera. “Per i prossimi – spiega Rotelli – dovrò senza dubbio chiedere l’aiuto di qualche privato che vorrà contribuire a questo progetto artistico, magari creando una pagina facebook dove annunceremo ogni prossimo murale da realizzare”.

Riproduzione riservata ©

30 commenti

 
  1. # Andrea

    Grande iniziativa…siamo imborghesiti ed abbiamo perso il vero valore della vita…la solidarietà, l’amicizia e la voglia di condividere ma faccia a faccia…nei luoghi di ritrovo come sulle scale dei condomini…dobbiamo ritrovare questi valori prima che il mondo di Whatsapp e Facebook faccia di noi quelle marionette della canzone dei Pink Floyd…dobbiamo ritrovare l’orgoglio di essere livornesi…porpi attaccati ar su scoglio!!! Bravo!!!!!!

  2. # acciuga

    Approvo questa sensibile iniziativa !!!! ma innamorarsi della propria citta’ ,della propria cultura e fare propria l’ appartenenza…… si fa con i libri …. e con wikipedia e google per i piu’ giovani.
    Resto sempre piu’ convinto che non siamo innamorati della nostra storia perche’ gia nelle nostre famiglie, nelle nostre scuole e nel nostro tessuto sociale non ci sono persone che te ne fanno innamorare.
    Benvenga questo spirito altruista e che sia di stimolo per tutti.

  3. # Lazzari Giuseppe

    Eccellente iniziativa questa di tradurre in immagini le peculiarità livornesi in tutte le declinazioni, sia sociali che culturali che culinarie esaltandone la territorialità e le eccellenze.
    Io vivo a Livorno da 45 anni e spero che fra le eccellenze livornesi, non ci si dimentichi delle Forze Armate, in particolare la Marina con l’Accademia e i paracadutisti con la Brigata Folgore che tanto hanno contribuito sia alla economia della città che a farla conoscere in Italia e nel mondo come la casa di eccellenze di reparti sempre pronti a portare aiuto ovunque occorra nel mondo.

  4. # pura livornesità

    bella cosa.partiamo dal senso di appartenenza labronica!! a partire dal calcio certo. che senso ha poi tifare juve inter ecc se poi gli scudetti vanno a milano e torino…che gioia provate a tifare squadre che non vi appartengono? poi se tutti facessero così sparirebbe il calcio provinciale ed il calcio di conseguenza. e poi basta lamentele gratuite verso livorno. Critiche costruttive grazie. AMIAMOLA QUESTA CITTÀ. Anche dal semplice rispetto civico di tenerla pulita noii cittadini stessi senza buttare cartaccie a giro,fino al dare la precedenza nel traffico. fanno la differenza. FORZA LIVORNO UNICA FEDE

    1. # Abitante

      SOPRATTUTTO : AMIAMOLA QUESTA CITTÀ. Anche dal semplice rispetto civico di tenerla pulita noii cittadini stessi senza buttare cartaccie a giro,fino al dare la precedenza nel traffico. fanno la differenza.

  5. # controcorrente

    Bravi ottima idea della giunta comunale questa…. quando le cose vengono fatte e fatte bene lo dico..quando NON idem

  6. # Walty

    Bravo Bruno. Se t’incontro ti stringo la mano e ti do il mio contributo in cash. Complimenti davvero. Molto interessante l’idea..

  7. # Marco

    Se ne sentiva il bisogno

  8. # Sempronio

    Mah, a me pare una sciocchezza. Sono iniziative discutibili (perché spingere sul campanilismo?), spicciole ( il Livorno calcio come primo murales? Ma dai! Non c’è proprio nulla di meglio che viene da Livorno?) che lasciano il tempo che trovano(sperare davvero che portino un cambiamento e anche duraturo?). Per me era meglio se risparmiava i soldi, ma se i murales sono carini almeno decorano la città, per uno o due anni, non so se durano di più

  9. # maria

    veramente bravo.grazie

  10. # Gianni

    Mi aspetto anche un murale sul basket sul rugby il nuoto la scherma l’atletica….ah gia ma a Livorno c’e solo il calcio….
    Per prima cosa c’era da partire dal palio, poi tutto il resto!
    Riflettere grazie!!

  11. # Carlo

    se vogliamo amare questa città, il sig . Rotelli, dovrebbe scrivere un altro murales e mi permetto di suggerire

    se vuoi fare come ti pare NON venire a Livorno !!!!

  12. # NONTIFOSOAMARANTOPERFORZA

    IL PROGETTO E’ CARINO…IL MURALES IN QUESTIONE E’ banale e poi il simbolo del Livorno calcio cosa centra? lIVORNO UGUALE CALCIO?
    SPERIAMO NON FACCIANO ALTRI MURALES COSI….IL GIOCO DEI PIEDI ROVINA SEMPRE TUTTO

  13. # Karl

    Quali sono gli ideali..?

  14. # Ale66

    L’idea è molto carina e anche lo slogan……..potrebbe toccare vari argomenti……Il cinque e cinque…..il mare…..gli scogli di calafuria…..il mercato centrale …….Modigliani……..il Basket……la Scherma……lo sport in generale … etc etc etc … una sorta di presentazione della nostra città e del nostro animo livornese ai turisti sotto forma di street-art………Ci vogliono parecchi soldi…..il Comune si frughi.

  15. # Fabrizio Silvestri

    Caro Gianni….lei dice che oltre al calcio ci sono anche tanti altri bellissimi sport….ed è anche giusto….faccia come il sig.Rotelli….metta mano al suo portafoglio e con tinta e pennello dia un senso alle parole da lei scritte….facile parlare da dietro un pc dire era meglio così o cosà….
    Forse su questo dovrebbe riflettere

  16. # Salvatore

    Riflettuto. I vari simpatizzanti delle altre discipline sportive si attivino e facciano lo stesso….che problema c’e’

  17. # firstcheercunt

    Ma che significato ha dire “Livornesità” , nessuna altra città Italiana adopera questo concetto per la propria città.

  18. # dubbioso

    Se invece di tingere i muri si facesse una raccolta fondi per disseminare la città di defibrillatori che possono salvare una vita umana ?

  19. # Zonaest

    Su cosa c’è da riflettere?! Se uno lo vuole fare sul basket sull’ippica, sul cricket é ben accetto, lui un é mica un assessore.. Certo c’avete da criticare su tutto.. Cominciate ad abbandonare le tastiere e fate come ha fatto lui. Forse sarebbe una Livorno migliore

  20. # Pina Bellato

    Iniziativa encomiabile ma avrei scritto : Livorno e’ la Nostra Citta’.

  21. # luca

    @ Gianni
    Bravo inizia anche te, contribuisci, aiuta, condividi. L’idea l’hai lanciata, però oltre ai discorsi servono fatti.
    Proponi, impegnati, chiedi l’autorizzazione al Comune, organizza un punto di raduno con data ed ora e s’inizia.
    Io partecipo volentieri.
    altrimenti le critiche, se non costruttive rimangono sedute sul divano davanti ad uno smartphone…

  22. # Kees

    Che bruttura

  23. # karl

    Lo riscrivo.. ma quali ideali scusate..?? quello di fare deiazioni canine dappertutto di non rispettare le minime regole..sulla guida sul parcheggio di convivenza civile.. di occupare abusivamente qualsiasi edificio .. di andare in giro in auto senza assicurazione..ecc ecc.. questi sono gli ideali..o sono quelli calcistici.. o politici

  24. # Gianni

    Cari Fabrizio e Luca immagino che dopo avermi risposto voi siate corsi alla ferramenta più vicina a comprare il materiale. La mia è a tutti gli effetti una critica costruttiva.
    Finchè la mentalità sarà “Livorno = Calcio = tutto il resto non conta” non si va da punte parti.

    E visto che ha “imbrattato” un muro pubblico, che rappresenta tutta la città anche l’oggetto del murale deve esserlo.

    Infine, esporre un pensiero e una critica non vuol dire essere leoni da tastiera ma è alla base della civiltà umana poter scambiare idee e opinioni.

  25. # maurizio

    Chi critica il soggetto del murales non ha letto l’articolo, è già stato detto che questo è solo il primo di una serie che rappresenterà varie caratteristiche della città, il prox dovrebbe riguardare il palio. evidentemente si commenta da prevenuti.

  26. # Davide Galleni

    Grande Brunino

  27. # Traf

    Giusto Maurizio. Non leggono nemmeno gli articoli e ragionano. Ha ribadito chiaro che e’ il primo!
    Forse trovano di gradimento le scritte del tipo..”yuri e katiuscia forever” piuttosto che un murales
    De gustibus non est disputandum

  28. # Davide

    Karl.
    Conosco tanta gente che guarda calcio ma leva le deiezioni al cane. Ma che associazione fai?

  29. # Dep

    A Milano hanno fatto un murales per i 120 anni dell inter su una facciata intera di un palazzo.
    Quindi Gianni tu pensi che i Milanesi pensino solo al calcio? Permettimi ma dovresti espandere un po’ la tua chiave di lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.