Cerca nel quotidiano:


A Livorno il primo raduno della nazionale paralimpica di scherma

Alla sez. giovanile Fiamme Oro il primo dei tre raduni di preparazione ai campionati del mondo a Cheongju dal 17 al 23 settembre: uno degli ultimi grandi eventi prima di Tokyo 2020

mercoledì 21 Agosto 2019 09:28

di Filippo Ciapini

Mediagallery


Notice: Undefined index: sizes in /var/www/vhosts/quilivorno.it/httpdocs/wp-content/themes/zaki-theme/ui/box/mediagallery-1.php on line 51

Livorno si conferma patria della scherma ospitando il primo dei tre raduni (video in fondo all’articolo) di allenamento della nazionale paralimpica di scherma. Alla sez. giovanile Fiamme Oro gli atleti hanno svolto allenamenti di preparazione ai campionati del mondo in programma di Cheongju, in Corea del Sud, dal 17 al 23 settembre: uno degli ultimi grandi eventi prima delle Olimpiadi di Tokyo 2020. “Nel 2010 abbiamo aperto questo centro nell’ottica di offrire ai migliori talenti quante più prospettive possibili – ha sottolineato Marco Vannini responsabile della gestione tecnica della sez. giovanile delle Fiamme Oro scherma Livorno – Qua sono cresciuti contestualmente atleti come Edoardo Luperi, Martino Seravalli e Tommaso Lari. E’ un vero motivo di vanto”. Gli altri due allenamenti saranno nei centri Coni di Tirrenia e a Roma. Gli atleti che cercheranno di ottenere l’ambito pass per l’Olimpiade di Tokyo saranno Bebe Vio, Andrea Mogos, Loredana Trigilia, Rosanna Pasquino, Marco Cima, Marco Paolucci, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Alberto Morelli e Matteo Betti. “Questo che fanno i ragazzi è un allenamento dedicato esclusivamente alla “ripresa” privilegiando quindi la preparazione fisica – ha spiegato Simone Vanni tecnico di fioretto della nazionale paralimpica – Man mano che ci avviciniamo alla gara vireremo su allenamenti più di scherma, quindi assalti e qualità. Vogliamo portare a Tokyo quanti più atleti possibile”. Agli allenamenti ha presenziato anche la dott.ssa Francesca Montereali vicario della Questura di Livorno che ha speso parole di incoraggiamento ai ragazzi e portato i saluti del questore.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.