Cerca nel quotidiano:


Almanacco dello Sport, premiati i migliori atleti dell’anno. I NOMI

Assegnati gli ambiti titoli di Atleta dell’Anno. Per il 2018, il trofeo è andato nelle mani di Matteo Panariello, campione europeo in carica nel ParaArchery e di Rachele Mori, 16 anni, campionessa azzurra di lancio del martello

domenica 14 Luglio 2019 12:55

Mediagallery

L’Almanacco dello Sport ha spento la candelina numero 29 e si prepara al grande anniversario a cifra tonda dell’anno prossimo (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery a cura di Paolo Mura).
Per celebrare al meglio tutto ciò che ha animato nell’anno solare 2018 il panorama sportivo livornese, sia agonistico che amatoriale, l’editore Roberto Scotto ha chiamato a raccolta ancora una volta tanti protagonisti del movimento locale. Rappresentanti delle Istituzioni, delle Forze Armate, atleti, tecnici, arbitri e addetti ai lavori di ogni natura, si sono quindi riuniti come da tradizione presso la sala Consiliare di Palazzo Granducale che da tempo è ormai teatro in pianta stabile della celebrazione.

Una festa che coincide ogni volta con la presentazione ufficiale della corposa pubblicazione, composta da 426 pagine: un annuario che racchiude davvero il meglio tra risultati, commenti e analisi dello sport del capoluogo e della provincia.

Tra gli invitati autorità civili e militari: il neo eletto sindaco di Livorno Luca Salvetti, il vice presidente della Provincia Pietro Caruso, la Prefettura, l’Accademia Navale, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia dello Stato, la Capitaneria di Porto, i Vigili del Fuoco, la Folgore, la SVS. Inoltre Giovanni Giannone delegato provinciale Coni, Rodolfo Graziani numero uno degli Atleti Azzurri d’Italia, i responsabili dei Veterani dello Sport di Livorno e Collesalvetti Cesare Gentile e Maurizio Ceccotti, Maurizio Quercioli Deus ex Machina del Comitato Organizzatore del Palio Marinaro, la professoressa Monica Isolani in rappresentanza del Liceo Scientifico Enriques con un gruppo di ragazzi dell’indirizzo sportivo. E con la loro grazia, bellezza e leggiadria: miss Livorno Asia Pantosti e Miss Almanacco Alessia Siriani.

Dopo il minuto di raccoglimento dedicato alla memoria di Romano Martelli, grande veterano dello sport, tra i fondatori del GS Sorgenti nonché padre del campione e pluri recordman di indoor rowing Mauro Martelli, sono stati assegnati gli ambiti titoli di Atleta dell’Anno, sia al maschile che al femminile. Per il 2018, il trofeo è andato nelle mani di Matteo Panariello, campione europeo in carica nel ParaArchery categoria Visual Impair (non vedente) e di Rachele Mori, 16 anni, campionessa azzurra di lancio del martello e nipote d’arte dell’ex campione del mondo sui 400 ostacoli Fabrizio (nonché sorella del nazionale under 20 di rugby Federico, presente in sala nei panni di speciale accompagnatore).

Particolare anche l’assegnazione dell’altrettanto rituale premio ‘Una vita per lo sport’: a questo giro è stato scelto Mario Orsini, ex professore, collaboratore storico de Il Tirreno e della redazione de L’Almanacco, da sempre attivo per raccontare risultati e promuovere tanti giovani campioni, società e federazioni.

Questa la lista degli altri sportivi premiati, ognuno per la propria disciplina di riferimento.

Automobilismo: Silvia Galleni; Diversamente Abili: Martino Seravalli, Mauro Martelli e Luciano Simonti (per SIL, Sportlandia e Zenith); Ciclismo: Walter Passuello; Baseball/Softball: Massimiliano Geri e Livingston Santaniello; Atletica: Emilio Marconi, Rachele Mori, Marco Lombardi; Canottaggio: Rossano Vittori, Mauro Martelli; Canoa: Andrea Ambrosini; Bocce: Giorgio Bacci; Calcio: Edoardo Agretti, Pino Burroni; Ginnastica: Valentina Ricci; Pattinaggio: Letizia e Mario Tinghi; Judo/Lotta/Karate: Alberto Toni, Maurizio Baldi; Braccio di Ferro/Jujitsu: Daniele Sircana, Bernardo Serrini, Valentina Lubrano; Nuoto/pallanuoto: Mario Fracassi; Paracadutismo: Luciano Mancino; Pallacanestro: Renato Graziani; Pallavolo: Piero Menicucci; Cicasub: Andrea Rossi, Andrea Mattera, Piero Lilla; Pesistica: Max Martelli, Piero Cannavò; Rugby: Federico Mori; Scherma: Marco Vannini, Gherardo Caranti, Martino Seravalli; Equitazione: Massimo Petaccia, Ughetta Bettini Cordon; Tennis: Gianluca Fastame; Tennistavolo: Ivan Stoyanov; Tiro a Volo: Lorenzo Tosi; Tiro con l’arco: Fabio Palandri, Matteo Panariello; Tiro a Segno: Andrea Fraschi; Triathlon: Lorenzo Baldi; Snowboard: Cosimo Brondi; Motociclismo e Motori: Ivano Zanatta, Matteo De Paola, Mauro Papucci, Giovanni Galleni, Gabriele Padovani; Pugilato: Gioia Tancredi, Vairo Lenti.

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Alessandro fassi

    Se dimenticato di un atleta della palestra rendoki dojo che hai mondiali di kick boxing atleta Irene Cipriani e campionessa mondiale…….

  2. # mind

    …a nel nuoto?….Detti pluri medagliato….Turrini….Franceschi………che fine hanno fatto????

  3. # Luca

    Nel tennis il sig. Fastame ma cosa ha vinto…?

  4. # Pippo

    Credo che vengono premiate persone che fanno dello sport a ottimo livello però sotto lo stemma di una società sportiva livornese…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.