Cerca nel quotidiano:


Basket, Invictus Meloria 2000 si presenta alla città

Era presente anche l’assessore allo sport Andrea Morini, che ha parlato ai presenti  esprimendo la propria soddisfazione nel vedere tanto entusiasmo e l’unione delle forze tra due società

Sabato 26 Agosto 2017 — 12:19

Mediagallery

I giocatori e lo stesso personale del Burger King, uno degli sponsor dell’iniziativa, non si aspettavano una cornice di pubblico così numerosa calorosa, invece sono accorsi in centinaia con molti ragazzini festanti.

Grazie ad un sodalizio tra Invictus Basket Livorno, società da poco entrata nel palcoscenico cestistico cittadino con l’obiettivo di dare continuità a molti ragazzi che facevano parte della Labronica, e Meloria 2000, la storica società ottimamente gestita da Maurizio Vortici che l’anno scorso ha conquistato la serie C Silver dopo una strepitosa cavalcata culminata nella promozione, è nata Invictus Meloria 2000.

In sostanza Invictus Basket Livorno si occuperà di Minibasket e Settore Giovanile, sotto l’esperta guida di gente come Mauro Volpi, Marco Bonciani, Cristina Ceccarini, Stefano Tosi, Simone Agretti, Paolo Balestri e molti altri coach ed istruttori esperti. Invictus Meloria 2000 invece è il nuovo marchio sportivo a cui faranno riferimento la prima squadra, che militerà in C Silver, e tre squadre del settore giovanile tra cui l’Under 20 e l’Under 18.

Lo spazio per accogliere i bambini e le bambine non manca dato che le due società possono contare su due strutture come la palestra “Gaetano D’alesio” Gemini e sulla palestra “Stelio Posar” di Via Pera, oltre ad un significativo slot di ore presso la palestra della Bastia.

“L’obiettivo di questa sinergia” – ha spiegato Alessandro Cirinei, che insieme al presidente Giovanni Littera e a Linda Benedetti, gestisce Invictus – “era quello di facilitare al Meloria 2000 e al suo uomo simbolo Maurizio Vortici la partecipazione al campionato di C Silver. Soprattutto, volevamo dare ai ragazzi più giovani e ai tifosi che l’anno scorso hanno sostenuto le imprese della Labronica Basket un nuovo riferimento per creare un senso di appartenenza e creare una società di pallacanestro completa”.

Vortici, che continuerà a mantenere il suo ruolo di vice presidente, ha quindi presentato lo staff tecnico, composto dal confermatissimo coach Walter Angiolini e dal suo vice Dario Bertocci e supportato da Marco Paoli, l’esperto preparatore atletico che l’anno scorso ha collaborato con Labronica.

I due rinforzi Alessio Melosi e Leonardo Niccolai sono stati accolti dai cori dei tifosi che conoscono molto bene. Il primo è una guardia dal gran tiro da fuori e dotato di elevazione straordinaria mentre il secondo è un’ala dalle eccellenti doti offensive che sa muoversi egregiamente anche sotto canestro.

Vortici è poi passato a presentare il nucleo storico dell’Invictus Meloria 2000 partendo dai più anziani, l’esperto play Marco Bargelli e l’ottimo pivot Tommaso Vortici. Poi a seguire Luca Marini, Stefano Barsotti, Marcello Pasquinelli, Alberto Bonciani, Daniele Innocenti ed i giovani Alessio Giovannetti, Emanuele Raffaelli, Massimiliano Mottola, Filippo Ciardi ed il sedicenne prospetto di 2,01m Federico Perondi. Da segnalare l’assenza del capitano Manuel Storti che si trovava in vacanza.

“L’anno scorso abbiamo ottenuto 23 vittorie su 24 partite nella stagione regolare e ben 6 vittorie su 8 nei playoff” –ha sottolineato Vortici – “Tutto questo grazie alla forza di un gruppo solido ed egregiamente gestito da Angiolini. Con l’innesto di due grandi attaccanti come Melosi e Niccolai e con il supporto dei tifosi, direi che il prossimo anno possiamo auspicarci di fare un ottimo campionato”.

Era presente anche l’assessore allo sport Andrea Morini, che ha parlato ai presenti  esprimendo la propria soddisfazione nel vedere tanto entusiasmo e l’unione delle forze tra due società che hanno intenzione di costruire un progetto serio.

Invictus Basket Livorno ha recentemente lanciato un nuovo sito web (http://www.invictuslivorno.it) a cui farà riferimento anche Invictus Meloria 2000.

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

32 commenti

 
  1. # Jura

    Bravissimo Maurizio, il miglior interprete di un progetto di eccellenza per il settore giovanile, la prima società senza dubbio della città come cantera cestistica.

  2. # r.pull

    Sarà un grande progetto…!!!!…La sua realizzazione è una certezza, una storia già scritta, Maurizio Vortici rappresenta una icona della pallacanestro giovanile. Avanti tutta a Maurizio ed a tutto il suo entourage, alla Invictus Meloria un grosso in bocca al lupo per sempre nuovi successi e tanta prosperità.

  3. # pallacanestro&dintorni

    Si e’ vero, Maurizio ha sempre lavorato in modo silenzioso, senza proclami né uscite propagandistiche, ha portato da sempre avanti la società pur tra mille difficoltà e sacrifici, raggiungendo ottimi risultati sia in ambito educativo che sul campo. A lui ed ai suoi ragazzi i complimenti e gli auguri di tutto il movimento della pallacanestro della città. Adesso affiancato da un personaggio come Littera gli obiettivi saranno più ambiziosi ma costruiti con estrema semplicità attraverso un atteggiamento di condivisione con le famiglie ed i ragazzi senza ricorrere alla mediazione di direttori sportivi né di dirigenti addetti ma con tanta umiltà

  4. # basket giovanile

    Altro che proclami e presentazioni alla città, la Invictus Meloria fa i fatti in modo silenzioso, e’ questo l’atteggiamento piu’ corretto ed efficace. La Livorno della pallacanestro sostiene all’infinito il progetto, siamo dalla vostra parte.

  5. # SempreMeloria

    Proprio così….siamo dalla parte del Meloria Invictus….di presentazione ne basta una sola, le risorse vanno spese per lo sviluppo delle attività giovanili. AVANTI TUTTA….grazie di essere così.

  6. # Solo Meloria

    Il Meloria ha mantenuto nel tempo una grande integrità di fondo, ho conosciuto la società ed il suo leader Maurizio Vortici, il successo e’ di mantenere un profilo di semplicità, il carattere educativo per i ragazzi avanti a tutto, la pallacanestro giocata può attendere….Serie B o Serie C non ha importanza, i giovani si….rappresentano il futuro della pallacanestro in città.

  7. # gianni

    Quando piccolo e’ bello…..e’ qui la festa dei Ragazzi. Meloria Invictus Progetto eccellente da approvare in toto, bravo Vortici.

  8. # giulia

    Avevo i bambini alla Meloria, sono cresciuti benissimo e si sono integrati da subito. Una scuola di pallacanestro ed una palestra di educazione allo sport. L’ambiente favorevole e’ tutto.

  9. # gigi

    Alla Meloria più che di pallacanestro si parla, per i bambini ovviamente, di educazione e rispetto, e’ un ambiente veramente sano dove crescono e maturano. Una scuola a tutti gli effetti, non per niente Vortici e’ Professore insegnante di educazione fisica.

  10. # ric

    Ma non sarebbe stato più semplice dirottare al Meloria Invictus tutto il settore giovanile in blocco ex Labronica. Anche perché e’ stato Giovanni Littera a dare continuità all’attività giovanile. Per le altre società Pielle e Don Bosco e’ iniziata la caccia grossa.

  11. # Bando

    Spero tanto di emozionarmi e infiammarmi di gioia nel vedere giocare questa squadra ! I Pirati saranno per voi il sesto uomo in campo, perchè #lagentecomenoinonmollamai !!! Inizia l’avventura…

  12. # massimo

    Dobbiamo appassionarci per questa società, stringiamoci alla Meloria Invictus e partiamo da qui per rilanciare la pallacanestro a Livorno, un progetto sostenibile e realizzabile. Grazie Littera e grazie Vortici il futuro e’ qui da Voi.

  13. # Alberto

    Un progetto così strutturato rappresenta una vera novità, interamente dedicato alle attività giovaili, una sorta di avviamento alla pallacanestro con insegnanti formatori laureati in scienze motorie e professori di educazione fisica. Una vera eccellenza mentre le altre società stanno a guardare, ormai organizzate secondo metodi tradizionali.così non riusciranno ad andare da nessuna parte. Questa Meloria 2000…..e’ veramente Invictus.

  14. # mauro

    Ma perché tutti i bambini e ragazzi ex Labronica non sono stati dirottati qui alla Meloria Invictus…???…il progetto e’ eccellente, così come la struttura guidata da Vortici, come tutto il corpo insegnante. Tutto il resto è una garanzia per tutti genitori ragazzi e direi per dare un futuro alla pallacanestro giovanile in città .

  15. # Progetto Invictus

    Tranquilli il vivaio della Pallacanestro partirà dalla Meloria Invictus e le altre società, prive di questi numeri esponenziali di iscritti, faranno la caccia a questi ragazzi….la battuta e ‘ appena iniziata.

  16. # il gioco nello spirito

    Invictus Meloria e’ fatta di semplicità, insegnanti formatori di pallacanestro da una vita, professionisti o professori dedicati ai ragazzi attraverso attività motoria e giochi sul parquet. qui tanto divertimento senza fughe di massa, e’ sempre stato così. Insomma la pallacanestro si comincia ad amare solo così se poi si pensa alle promozioni nelle scuole Invictus Meloria sarà inserita nei complessi scolastici, arricchendola cosi di tanta credibilità.

  17. # genitori Meloria 2000

    A noi non interessa la serie B o C, interessano i nostri ragazzi che crescono in un ambiente sano e formativo e dove imparano a giocare a pallacanestro, qui ci sono insegnanti laureati, allenatori di basket da sempre, seri professionisti, e vogliamo che Meloria Invictus sia ispirata da questo ambiente altamente educativo senza selezioni né inutili quanto noiose competizioni. E poi dietro c’è un gran bel progetto, essere il primo vero vivaio della pallacanestro della città.

  18. # roberto

    Tanti pensano di avere un casa un Micol Jordan, forse uno su mille diventa un giocatore di pallacanestro da serie B o C, se un ragazzo ha talento viene fuori ovunque si trovi, Da Tome da Olbia Basket e’ andato nella Nba poi vincitore della Champions in Turchia, e questo conferma che la Meloria Invictus non e’ seconda a nessuno in questo ambito, Pielle Don Bosco e Liburnia la storicità non una garanzia di successo per nessuno, solo tanta promozione ma la sostanza e’ la stessa….alla Meloria esiste un progetto eccellente da altre parti e’ sempre la stessa storia, da anni non presenti sul podio di campionati nazionali giovanili.

    1. # fabio

      una piccola precisazione Da Tome da Olbia è stato reclutato, pagando un sacco di soldi per il trasferimento, da Mens Sana Siena dove ha svolto le giovanili di eccellenza arrivando a diversi finali nazionali per poi lanciarsi nel mondo del basket professionistico e fare la carriera che tutti conosciamo

  19. # maipielle

    Attenzione a firmare i cartellini, le società riferite dai lettori hanno in corso diatribe cin i ragazzi e genitori per il trasferimento ad altra società. Tanti sono tuttora fermi per questo….anche se non sono campioni.

  20. # matteo

    Anche per questo bisognerebbe trovate una soluzione, i ragazzi diventano di proprietà della società…..la Meloria nella sua storia non ha mai trattenuto nessuno….

  21. # luca

    Anche per questo bisognerebbe trovate una soluzione, i ragazzi diventano di proprietà della società…..la Meloria nella sua storia non ha mai trattenuto nessuno….

    1. # fabio

      con lo status attuale del vincolo sportivo da 12 a 20 anni quando una Società trasferisce un ragazzo ad un altra Società chiede sempre un compenso più o meno alto, a seconda dei casi e delle situazioni, per recuperare in tutto o in parte il lavoro svolto sulla crescita tecnico fisica dle ragazzo.. così è in tutta Italia ,così è anche a Livorno, nessuna Società esclusa… addirittura alcune Società arrivano a chiedere un compenso per il prestito del ragazzo, non solo per il trasferimento definitivo…….come si suol dire in questi casi…” chi è senza peccato scagli la prima pietra”…..

      1. # Bando

        secondo me tenere un bambino/adolescente vincolato 8 anni in uno sport mi sembra eccessivo, anche perchè fino a 15 anni non sai se è “carne o pesce” !! Visti gli ultimi avvenimenti a Livorno credo che tutto questo scoraggi le famiglie e gli stessi ragazzi/giocatori a proseguire nel basket. Naturalmente parlo da genitore e appassionato di basket !

  22. # giulio

    ……ahimè quanti ragazzi hanno smesso di giocare a Pallacanestro….

  23. # izio

    E’ vero….e’ proprio così…..prima di firmare e’ meglio fare un accordo a latere, un Agreement a tutela del ragazzo….

    1. # fabio

      accordo che le varie Federazioni sportive, in caso di controversia, non riconoscono….quindi ha valore meno di nulla……….puoi rivolgerti alla giustizia ordinaria e avrai se tutto va bene una sentenza quando il minore è diventato maggiorenne………questo tanti non lo sanno…

  24. # tommaso

    Certe società assicurano il “nulla osta” verbalmente, poi il ragazzo o continua con la società o lo costringono a smettere di giocare….occorre una nuova regolamentazione, la posizione e’ troppo sbilanciata a favore delle società di pallacanestro.

  25. # Roberto

    Da Tome e’ stato acquisito da Mensana Siena a costo zero, il papà era proprietario del cartellino in forza a Olbia della quale ne era il presidente, ed ha partecipato alle finali nazionali dalla categoria cadetti, con Bruttini Spinelli etc.etc. se non fosse stato così avrebbe tischiato di rimanere in Sardegna a vita….un consiglio ai genitori, prima di firmare fare rilasciare una dichiarazione di assenso al trasferimento ad altra società da subito per evitare sorprese…!!!…

    1. # fabio

      babbo presidente ma compenso grosso versato da Mens Sana a Olbia per il trasferimento di Da Tome……
      ………………..dichiarazione di assenso al trasferimento ad altra società …………. come ho scritto in un post precedente le varei Federazioni Sportive e anche la FIp non riconoscono queste scritture, se non vengono rispettate non possono essere fatte valere dalla Giustizia Sportiva, se fatte a regola d’arte si può ricorrere ai Tribunali ordinari…………….”campa cavallo”…………….servono solo a qualche Società a farsi pubblicità per far vedere che loro sono meglio delle altre………….ma in pratica si parla di nulla……..se vogliamo veramente lo svincolo dei minori deve cambiare il regolamento delle varie Federazioni su intervento del CONI e dello Stato…

  26. # legale

    La rigidita’ del regolamento dovrebbe essere attenuata dal buon senso e dalla correttezza dei dirigenti delle societa’ di pallacanestro, carattere pressoché assente nei nostri sodalizi cittadini, vuoi per convenienza ed opportunita’ – la disciplina e le regole sono dalla loro parte – che per non creare precedenti.

  27. # BABBO NATALE

    “vai per convenienza e opportunità ” …solo per questo !!