Cerca nel quotidiano:


Libertas, Pardini lascia. Pistolesi nuovo coach

lunedì 06 giugno 2016 20:08

Mediagallery

Dopo cinque anni, finisce l’idillio tra Gabriele Pardini e la Libertas. Una storia a tratti tormentata ma che alla fine ha avuto il suo lieto fine con la promozione della squadra livornese nella serie C Gold. E’ stato lo stesso coach, con la voce visibilmente emozionata, a dare l’annuncio: “Per me questo è un giorno dolce e amaro. Durante la mia avventura ho visto la gente avvicinarsi a questa realtà. Per me non si tratta di un addio né di un arrivederci. Sarò sempre un grande appassionato della Libertas e da esterno cercherò di dare una mano come posso. Ho scelto di dire addio nonostante avessi una panchina salda sulla quale sedere ma lascio per due motivi: il primo per ambizione perché, come tutti del resto, spero di calcare palcoscenici più importanti. Il secondo è perché reputo di essere arrivato alla fine di un ciclo iniziato con la sconfitta ai playout contro Cus Siena”. Pardini poi passa ai ringraziamenti: “In primis tutto lo staff che con me ha sempre curato ogni minimo dettaglio. Poi desidero menzionare mio padre, il presidente (anche se non effettivo, ndr). Ha sempre usato il bastone e la carota e non ha mai smesso di credere in me. Gli sarò sempre grato perché mi ha dato la possibilità di allenare la Libertas e questo mi ha permesso di crescere”. Il coach poi assicura che la società livornese avrà sempre un futuro: “Un addio da parte della famiglia Pardini è impossibile perché dopo mio padre ci sarò io al comando della società”.
Il posto di Gabriele sarà preso da Marco Pistolesi: “E’ salito sulla barca quando stava affondando – chiosa il tecnico – e per questo gli sarò sempre grato. Ha fatto un lavoro eccellente con il settore giovanile ed è una persona della quale mi fido ciecamente. A lui lascio l’identità che siamo riusciti a creare in questi anni”.

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # Alino

    Finalmente!!!

  2. # sartorio

    Grande MARCO

  3. # sucasuca

    in bocca al lupo mister te lo meriti

  4. # Izio

    E sei dan peterson…..

  5. # Massimo

    Complimenti! Hai fatto smettere decine di giocatori nelle giovanili

  6. # Renato

    Doveva aspetta’ dell altro…

  7. # scudettorubatodamilanoamarcord

    Sarà un caso che la labronica basket possiede un vivaio di bimbi non indifferente ? recentemente in un torneo c’era labronica A B C D ! …..fate un’esame di coscienza…..

    L’invidia, spesso oscura la mente… un applauso invece a chi lavora veramente bene….. (Libertas Labronica Basket)…..

    1. # cisaràunmotivo...

      per forza c’era Labronica A B C D….non vi invita più nessuno agli altri tornei…ci sarà un perchè…Vizzoni, Porta a Mare, Giauro, e molti altri nel futuro…e poi cosa ci combina questo commento con l’addio a Pardini?!?!?!? Piantatela redioli!
      adesso mi raccomando rispondete in uno con 100 pseudonimi diversi….eh…redioli al cubo!

      1. # fabio poggianti

        I tornei che citi sono organizzati dalla triade Pielle Liburnia e Don Bosco che si sono associate nel minibasket per arginare e contrastare la nostra crescita. Quindi non abbiamo da farci nessuna domanda….continuiamo con i nostri gruppi a partecipare alla miriade di tornei a cui siamo regolarmente invitati in tutta la Toscana.
        Ps…..questo è il mio nome.

  8. # Riccardo

    Sei veramente bello, da vede’ e non aggiungo altro ,fino alla fine forza pl ,dall’ ultimo gradino

  9. # Rebels85

    Solo Pl..il resto e’ noia!

  10. # solo labronica basket

    Solo una società…..Labronica e basta….tutti i giovani vanno lì….ci sarà un motivo….il futuro della pallacanestro in città…!!!…la storia e’ già scritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive