Cerca nel quotidiano:


Dal campo scuola al Castellaccio (e ritorno). In 100 per la storica “Voltina”

L'appuntamento con questa ormai consueta corsa di Santo Stefano si rinnova da molti anni

Giovedì 26 Dicembre 2019 — 13:22

Mediagallery

L'itinerario si sviluppa dal campo scuola Martelli (davanti allo stadio Picchi) fino ad arrivare al Castellaccio e ritorno, con tanto di brindisi finale per i consueti auguri di buone feste

Anche quest’anno si è svolto il classico giro della “Voltina”, un appuntamento per i podisti livornesi (circa un centinaio) che si rinnova ormai da molti anni, curato dall’Atletica Amaranto capitanata dal suo presidente Paolo Falleni che ha presentato al gruppo, prima della classica foto di rito, il presidente Avis Matteo Bagnoli. E’ stato proprio quest’ultimo ad invitare tutti a partecipare alla ormai prossima “Corsa degli auguri” che si svolgerà domenica 29 dicembre (per il programma completo clicca sul link al pdf in fondo all’articolo).
L’itinerario di questa corsa, caratterizzata dalle molte salite e discese, si sviluppa dal campo scuola Martelli (davanti allo stadio Picchi) fino ad arrivare al Castellaccio e ritorno, con tanto di brindisi finale per i consueti auguri di buone feste.
“Il nome La Voltina – spiega Emanuele Carmassi, uno degli habitué di questo appuntamento, nonché fotografo di questi scatti pubblicati in pagina – nasce proprio da quell’arco che c’è prima del Castello del Boccale, prima dello svincolo per la superstrada. Da lì saliamo su fino al ristorante Ghinè e Cambrì e poi scendiamo passando da Montenero. Insomma una bella corsetta di quasi 20 chilometri che dura circa un’ora e mezzo, massimo due ore per chi decide di prendersela con calma”.
Il ritrovo è stato intorno alle 8 di questo martedì 26 dicembre e in circa un centinaio di corridori hanno onorato la storica tradizione approfittando per dare così una scossa al loro metabolismo rimasto imbrigliato in questi giorni da panettoni e pandori.

Riproduzione riservata ©