Cerca nel quotidiano:


Dama, Matteo Bernini si laurea campione d’Italia

Altra grande vittoria del livornese Matteo Bernini, stella che brilla oramai da tempo nel firmamento mondiale della dama. Ha infatti vinto il titolo italiano assoluto di dama inglese, per il secondo anno consecutivo

Lunedì 10 Maggio 2021 — 20:13

Mediagallery

Matteo in poco tempo ha raggiunto anche lui i massimi livelli mondiali e, infatti, nel mese di ottobre sfiderà il campione del mondo in carica, il sudafricano Lubabalo Kondlo, col titolo mondiale in palio

Altra grande vittoria del livornese Matteo Bernini, stella che brilla oramai da tempo nel firmamento mondiale della dama. Ha infatti vinto il titolo italiano assoluto di dama inglese, per il secondo anno consecutivo, precedendo l’aostano Paolo Faleo, già Campione italiano assoluto di dama italiana nel 2007, e molti altri giocatori.

Livorno era sempre stata considerata la “culla del damismo italiano”, finché si giocava solo a dama italiana, praticata esclusivamente nel nostro Bel Paese. Da una decina di anni a questa parte due nostri concittadini, Michele Borghetti prima e Matteo Bernini dopo, hanno iniziato a praticare anche la dama inglese, un tipo di gioco diverso dal nostro che però è diffuso a livello mondiale.
Ebbene, da allora hanno fatto passi da gigante, raggiungendo incredibilmente le più alte vette del damismo mondiale.
Prova ne sia che Michele Borghetti, nato nel 1973 e che pratica il gioco della dama oramai da oltre 35 anni,  ha vinto ben 4 titoli iridati, sorprendendo  l’intero ambiente mondiale che non si aspettava un italiano Campione del Mondo, essendo sempre stato il titolo iridato appannaggio di giocatori di lingua inglese.

Da qualche tempo Michele si è preso una pausa ma, immediatamente, il suo posto è stato occupato da Matteo che è nato nel 1988 e ha iniziato a giocare a dama solo nel 2010.

Matteo in poco tempo ha raggiunto anche lui i massimi livelli mondiali e, infatti, nel mese di ottobre sfiderà il campione del mondo in carica, il sudafricano Lubabalo Kondlo, col titolo mondiale in palio.
Una grande soddisfazione per tutti i damisti italiani e, nello specifico, livornesi. Inutile dire che noi tutti faremo il tifo per Matteo, con grande auspicio che Livorno diventi non solo la culla del damismo italiano ma addirittura la “capitale del damismo mondiale”.

Riproduzione riservata ©