Cerca nel quotidiano:


Domenica il recupero della Corriprimavera Laviosa

La prova si disputerà su 9 km e i partecipanti dovranno partire in gruppi di 6 corridori, distanziati fra loro di un metro e con un intervallo di 20 secondi fra un gruppo e l’altro. Il tracciato è completamente sul lungomare cittadino, con giro di boa all’altezza di Miramare

Martedì 8 Settembre 2020 — 16:29

Mediagallery

Le adesioni stanno moltiplicandosi, ci sarà sicuramente grande lotta per iscrivere il proprio nome in un albo d’oro molto lungo ma che nell’ultimo decennio ha visto sempre nomi diversi salire sul gradino più alto del podio

Rinviata nello scorso maggio quando eravamo ancora nel pieno della pandemia e tutte le manifestazioni podistiche erano sospese, domenica 13 settembre verrà recuperata la 41esima edizione della Corriprimavera Laviosa, la classica Uisp del calendario livornese che diventa in questo modo un valido antipasto per la Livorno Half Marathon, già programmata per il prossimo 8 novembre.

Chiaramente, proprio in considerazione del periodo che stiamo vivendo, la gara è stata ripensata, innanzitutto nel suo sviluppo chilometrico: la prova si disputerà infatti su 9 km e i partecipanti dovranno partire in gruppi di 6 corridori, distanziati fra loro di 1 metro e con un intervallo di 20 secondi fra un gruppo e l’altro. Il tracciato è completamente sul lungomare cittadino, con giro di boa all’altezza di Miramare.

Le adesioni stanno moltiplicandosi, ci sarà sicuramente grande lotta per iscrivere il proprio nome in un albo d’oro molto lungo ma che nell’ultimo decennio ha visto sempre nomi diversi salire sul gradino più alto del podio, ultimo quello dell’ex nazionale burundiano ma da tempo naturalizzato italiano Joachim Nshimirimana, mentre fra le donne campionessa uscente è Martina Montelli, ma scorrendo l’albo d’oro spiccano le tre vittorie consecutive di Claudia Dardini dal 2015 al 2018.

Le partenze della gara inizieranno alle 9. Il costo dell’iscrizione è di 10 euro, con un tetto massimo di partecipazione fissato a 450 runner e ad essa si potrà provvedere solo fino a giovedì 10 settembre entro la mezzanotte, non saranno ammesse iscrizioni sul posto. I concorrenti, al ritiro del pettorale e pacco gara, saranno dotati anche di una mascherina da indossare prima e dopo la corsa.

A fine gara consegna di ristoro idrico e, dopo la riconsegna del chip, di un premio speciale di partecipazione consistente in confezione da 3 bottiglie di vino della Frescobaldi, medaglia e maglietta tecnica. Premiazione per i primi 5 classificati assoluti maschili e femminili: sarà la degna conclusione di un’edizione un po’ diversa dalle altre, ma che avrà il merito di riportare la grande atletica a Livorno.

Per informazioni: Asd Livorno Marathon, tel. 338-95.63.043 (Franco Meini), [email protected] e [email protected]

Riproduzione riservata ©