Cerca nel quotidiano:


Don Bosco, sconfitta a testa alta a Lucca

Nonostante il roster rimaneggiato dagli infortuni, con Creati e Korsunov in panchina solo per onor di firma, i labronici guidano a lungo la partita nei primi due quarti

lunedì 26 novembre 2018 11:52

Mediagallery

Lucca – Pallacanestro Don Bosco Livorno 84-69

Parziali: 22-21; 39-45; 69-55; 84-69

Pallacanestro Don Bosco Livorno: Barzacchi , Creati , Calvi 11, Ense 3, Bonaccorsi 12, Stolfi 23, Fantoni 7, Casarosa , Bechi , Korsunov , Paoli 2, Ceparano 11. All Russo, Vice Venucci – Becagli

LUCCA – Dura fino all’intervallo lungo il sogno della Pallacanestro Don Bosco di espugnare il parquet di Lucca, una delle grande favorite del campionato. Non inganni però la sconfitta, la prestazione dei ragazzi rossoblù è di quelle da incorniciare. Nonostante il roster rimaneggiato dagli infortuni, con Creati e Korsunov in panchina solo per onor di firma, i labronici guidano a lungo la partita nei primi due quarti, grazie ad ottime percentuali dal campo, andando all’intervallo lungo avanti di 6 lunghezze. Al rientro sul parquet arriva, prevedibile, la rimonta dei biancorossi di casa, bravi a stringere le maglie difensive, tanto da costringere il Don Bosco ad appena 25 punti nei due quarti finali, dopo i 46 realizzati nei 20′ iniziali, ed a sfruttare la superiorità sotto le plance, grazie alla splendida giornata di Tessitori. Una partita, comunque, quella di Lucca che regala buone sensazioni, condivise anche da coach Roberto Russo. “Sono soddisfatto – spiega il tecnico – nonostante avessimo il roster falcidiato dagli infortuni, i ragazzi sono stati davvero molto bravi, soprattutto nei primi due quarti, durante i quali siamo stati spesso avanti nel punteggio, giocando una pallacanestro molto concreta ed efficace. Purtroppo le poche rotazioni e le problematiche di falli hanno fatto sì che dopo l’intervallo Lucca tornasse avanti, portando a casa i due punti. Non sono queste le partite che dobbiamo vincere, a maggior ragione quando abbiamo così tanti problemi fisici. Abbiamo bisogno di recuperare tutti gli infortunati, in modo da lavorare durante la settimana nel modo migliore.”

 

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.