Cerca nel quotidiano:


Il campione del mondo di bodyboard in Fortezza per il docu-film “Tender”

martedì 24 Settembre 2019 15:06

Mediagallery

Radical Factory è una Associazione sportiva che si è affacciata al pubblico recentemente, il suo obiettivo è promuovere la passione per gli sport da onda (surf, bodyboard) e rendere coesa una comunità che, specialmente nella città di Livorno, è una realtà consolidata ormai da decenni e che include centinaia di praticanti sparsi su almeno tre generazioni.
Per il 3 ottobre, dalle 19,30 in Fortezza Vecchia, i ragazzi di Radical Factory hanno organizzato una première di livello mondiale per il loro sport, infatti sarà presente il due volte campione del mondo di bodyboard (e pretendente al titolo di quest’anno) Pierre-Louis Costes e sarà presentato il suo ultimo docu-film, Tender.
Tender è un viaggio di formazione, attraverso 10 onde che hanno definito il protagonista come persona e come sportivo, sport come sorta di trait d’union tra la crescita personale e la natura.
Pierre-Louis è attualmente il miglior rider europeo ed uno dei migliori del mondo, un campione vero, che ha portato il proprio sport ad una nuova era, stilistica e concettuale, reinterpretando lo stile australiano e spingendo alcune evoluzioni all’estremo, rendendole il proprio marchio di fabbrica.
“Ospitare Pierre-Louis è un grande onore – spiegano gli organizzatori -per una città piccola e non affacciata sull’Oceano come Livorno, dove la passione dei praticanti si scontra giornalmente contro le limitazioni geografiche”.

Il Mediterraneo è un mare chiuso e riceve un numero esiguo di mareggiate l’anno, questo limita l’espressione delle potenzialità degli sportivi italiani, che sarebbero in grado di eccellere a livello internazionale, come è già successo con il laziale Leonardo Fioravanti nel surf. La città di Livorno vanta una delle comunità di surf tra le più importanti d’Italia, per numero di praticanti e per qualità degli stessi, nomi come Simone Macera, Federico Nesti ed altri che hanno portato alto il nome della città anche su palcoscenici internazionali, molto spesso nell’indifferenza del pubblico, in quanto questo sport, che ricordiamo sarà disciplina olimpica a Tokyo 2020, è agli albori nel nostro paese per carenza di condizioni favorevoli.
Recentemente l’attenzione verso questo sport sta aumentando esponenzialmente anche sui giornali nazionali, con sempre più notizie riguardo ai riders che si cimentano con onde sempre più grandi e portano avanti i limiti di coesistenza tra uomo e natura. In quest’ottica anche nella nostra città si moltiplicano le proposte, tra cui ha avuto recentemente molto risalto quella della creazione di una piscina artificiale in grado di produrre onde di livello e che farebbe di Livorno la Capitale Italiana del surf.

Radical Factory, grazie ai suoi associati è riuscita a mettersi in contatto con il protagonista della serata ed organizzare questo prestigioso evento, che ricordiamo avrà luogo in Fortezza Vecchia, uno degli scenari più suggestivi e simbolici della città. Oltre a questo Radical Factory si occupa dell’organizzazione di clean-up del litorale (così come altre associazioni livornesi che si stanno prendendo a cuore il tema ambientale), sessioni di prova della pratica del surf ed altre attività legate al mare.”

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.