Cerca nel quotidiano:


Indoor Rowing, alla Rotonda il tentativo di record mondiale

Tra le dodici selezionate per questo tentativo figurano due livornesi: Isabella Rossi e Diletta Vallert

mercoledì 19 Giugno 2019 18:30

Mediagallery

Sarà una domenica di fuoco quella del team nazionale femminile di indoor rowing che il 23 giugno, alla Rotonda di Ardenza, proverà a battere un importante record mondiale. L’evento, svolto all’interno della manifestazione Summer Talent Sport, vedrà, appunto, il team italiano nel tentativo di superare il precedente record dei “100 km large team pesi leggeri femminili” di 6 ore 13 minuti e 04 secondi in una gara di endurance, caratterizzata quindi dalla forte resistenza unita alla velocità. Le caratteristiche della gara, che inizierà alle 12 e finirà circa le 18, sono state spiegate dall’allenatore del team e presidente di Sportlandia Mauro Martelli: “Le atlete selezionate per la gara hanno tutte almeno un primato mondiale, alcune provengono dai campionati mondiali e italiani di canottaggio ed altre specializzate proprio nell’indoor rowing. Questo perché i canottieri hanno più tecnica e velocità mentre gli indoor sono considerate fondiste“.
Tra le dodici selezionate per questo tentativo figurano due livornesi, Isabella Rossi e Diletta Vallert che, in rappresentanza delle ragazze, ha sottolineato come sia fondamentale anche la parte mentale dell”atleta che per conseguire risultati del genere deve avere la volontà di allenarsi sistematicamente tutti i giorni (Vallery è primatista mondiale di indoor rowing ndr). Per quanto riguarda tutto ciò che ruota intorno all’evento, gli speaker d’eccezione saranno la voce acclamata delle gare remiere Massimiliano Bardocci accompagnato da Nicola Garuccio, insegnante romano di rowing che curerà la parte tecnica della gara. In caso di “vittoria” saranno dati alle ragazze dei preziosi orecchini in argento realizzati per l’occasione dal partner storico Martini Gioielli. Soddisfazione anche per il delegato provinciale Gianni Giannone: “Le nostre porte sono sempre aperte a tutti, queste iniziative sono sempre gradite, finalmente non vediamo fare tentativi a Martelli (ride, ndr). Scherzi a parte quello che fa Mauro è eccezionale, lo sport trasmette e comunica elementi fondamentali come la solidarietà che vanno ben oltre all’aspetto tecnico, anche se si parla di un record mondiale”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.