Cerca nel quotidiano:


Karate. I folgorini protagonisti agli “Open di Ljubljana”

Ottime le prestazioni degli atleti in gara nelle classi giovanili della WKF (World Karate Federation), schierati nella specialità kumite combattimento a contatto controllato

martedì 20 novembre 2018 18:07

Mediagallery

Impegnativa è stata la trasferta internazionale, quella del fine settimana scorso, per il settore giovanile della Asd Esercito – 187° Folgore di Livorno, che ha partecipato all’ “Open di Ljubljana” in Slovenia. Ben 11 paesi presenti tra questi, Austria, Bosnia And Herzegovina, Croatia, Hungary, India, Iran of Islamic Republic, Italy, Kosovo,  Serbia, Slovenia, Ukraine e 107 clubs.
Ottime le prestazioni dei folgorini in gara nelle classi giovanili della WKF (World Karate Federation), schierati nella specialità kumite combattimento  a contatto controllato.

Andrea Bozzi, ha concorso nella categoria Cadetti (14 – 15 anni d’età) conquistando la medaglia d’argento. La scalata verso la vetta, per la disputa della finale, è stata interrotta a causa di un infortunio. Dopo una lunga risalita nei ripescaggi, è giunta la sconfitta nella finale, che gli avrebbe fatto aggiudicare la medaglia di bronzo, per il giovanissimo Jacopo Citi. Il folgorino si è aggiudicato il 5° posto, nella categoria under 14, peso 40 Kg.

Buone anche le prove dei fighters blu/azzurro Nicholas Simonetti e Emma Frizzi, che si sono aggiunte alla crescita individuale e all’esperienza collettiva.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.