Cerca nel quotidiano:


L’Accademia della Scherma infilza podi e medaglie

Gli atleti dell'Accademia sono volati a Londra, per la coppa del Mondo e sono scesi in pedana ad Ariccia, in una gara esclusiva per i tesserati Fiamme Oro

Martedì 12 Novembre 2019 — 07:52

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Weekend  intenso per l’Accademia della Scherma Livorno che ha visto i suoi allievi destreggiarsi fuori dai confini toscani. Al Gp di Ariccia, per i ragazzi tesserati con le Fiamme Oro, nella categoria Allievi del fioretto maschile gradino più alto del podio per Matteo Pupilli, seguito dai compagni di squadra Alessandro Biondi, terzo classificato e Cristiano Sena quinto. Prove in crescita per Samuele Rossi e Francesco Rencricca. Pupilli raddoppierà il podio conquistando il bronzo nella spada.“ È stata una buona uscita per i nostri ragazzi che si sono ben comportati in gara mettendo in mostra il loro valore” ha sottolineato il maestro Dario Finetti. In Liguria, poi, nel Gpg di Chiavari, Elena Cigliano conquista la final eight nel fioretto Allievi mentre Anita Sveva Betti e Daniella Tang si sono stoppate ad un passio dai quarti di finale. Belle prestazione per Pisà e Harold. Tanta emozione e divertimento all’esordio per i nostri più giovani alfieri Paolo Masi e Matteo Carmignani che si sono ben difesi utilizzando al meglio i loro mezzi. Grande esperienza, invece, per i due rappresentanti Fiamme Oro Filippo Macchi e Vittoria Ciampalini a Londra nella gara di Coppa del mondo U20 e nella gara di Circuito Europeo U23.
Il primo ha raggiunto i top32 il sabato e i top16 la domenica, la seconda prima i top32 poi le top64. “Per i ragazzi Fiamme Oro è stata una vera e propria esperienza! È importante per noi far sviluppare nei ragazzi l’autonomia e indipendenza tramite lo sport ma che ovviamente saranno utili a trecentosessanta gradi – ha detto il tecnico Fiamme Oro Marco Vannini – Filippo e Vittoria alla prima gara di coppa del Mondo della stagione si sono espressi senza acuti ma vediamo come proseguiranno nei prossimi appuntamenti.”

Riproduzione riservata ©