Cerca nel quotidiano:


Lutto nel mondo del rugby: addio a Daniele, storico biancoverde

Si è spento all'età di 50 anni l'ex tallonatore Daniele Larini. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo aveva continuato a seguire le gesta del Livorno Rugby, diventandone, nel 2015, per un paio d’anni, anche consigliere

Giovedì 17 Dicembre 2020 — 17:51

Mediagallery

Brillanti le prestazioni da lui fornite – sotto la guida tecnica di Fabrizio Gaetaniello – nel trionfale campionato di A2 1988/89. La squadra biancoverde conquistò in quella fantastica annata la promozione in A1

Gravissimo lutto nel mondo dello sport cittadino. Ad appena 50 anni ci ha lasciati Daniele Larini, ex giocatore del Rugby Livorno e dei Quattro Mori Livorno. La notizia è stata diffusa nel pomeriggio di giovedì 17 dicembre dall’ufficio stampa della società biancoverde di rugby livornese. Era stato anche nazionale giovanile. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo aveva continuato a seguire le gesta del Livorno Rugby, diventandone, nel 2015, per un paio d’anni, anche consigliere. Aveva iniziato l’attività nel settembre del 1981, a 11 anni. Al pari di altri suoi compagni di classe della 1° C 1981/82 della Scuola Media Statale XI Maggio (Daniele Cacciari, Riccardo Carlesi, Mirko Fedi, Fabio Giorgi, Federico Graziani e Paolo Lolli; alcuni di loro, a vario titolo, sono rimasti poi nel mondo della palla ovale), era stato convinto dal suo professore di educazione fisica, Paolo Ciolli, a presentarsi al campo di via dei Pensieri (all’epoca non ancora intitolato a Carlo Montano), per giocare nel Rugby Livorno under 13. Larini, insieme ai suoi compagni di classe rugbisti, era poi passato per alcuni anni nelle giovanili del Fides Livorno, per rientrare successivamente nelle juniores del Rugby Livorno.
Ben presto, nel ruolo di tallonatore, si era imposto all’attenzione dei tecnici federali. Entrato stabilmente nel giro delle nazionali giovanili, era riuscito ad esordire, poco più che maggiorenne, nella prima squadra del Rugby Livorno, all’epoca sponsorizzato Corime. Brillanti le prestazioni da lui fornite – sotto la guida tecnica di Fabrizio Gaetaniello – nel trionfale campionato di A2 1988/89. La squadra biancoverde conquistò in quella fantastica annata la promozione in A1. Larini si mise in evidenza anche nelle prime partite del campionato di A1 1989/90 (sempre con sponsor Corime; allenatore Marco Bollesan). Memorabile, con la telecronaca della diretta Rai (e la voce di Paolo Rosi), la sua partita allo stadio ‘Armando Picchi’ contro il Rovigo. L’annata 1989/90, con il sesto posto e l’ingresso nei play-off scudetto, è stata la miglior annata in senso assoluto nella storia del club livornese,nato nel lontano 1931.
Successivamente, per impegni, Larini ha lasciato il rugby giocato, per riprenderlo solo a 24 anni, in C2, con la maglia dei Quattro Mori. Chiusa la carriera da atleta, è comunque rimasto nell’ambiente. Con il figlio Edoardo attivo nelle rappresentative giovanili, Daniele Larini è diventato dirigente nel 2015 della stessa società biancoverde.

Riproduzione riservata ©