Cerca nel quotidiano:


Nuoto: bronzo e oro europeo per il livornese Verani. Sul podio con il lutto al braccio per il nubifragio

L'atleta 23enne: "Quel che è accaduto è incredibile. Ma noi livornesi siamo duri come l’acciaio e ci rialzeremo"

Sabato 23 Settembre 2017 — 14:40

Mediagallery

Dario Verani si conferma uomo da Coppa Europa: a Bracciano, sede della rassegna continentale, il fondista del Nuoto Livorno ha accarezzato l’impresa di conquistare lo scettro per la terza stagione consecutiva.
Un cammino in costante ascesa, concluso con due pennellate d’autore: bronzo nella 10 km alle spalle di Rasovszky e del russo Mamushkin e oro nella 5km della domenica (17 settembre) con un finale ai limiti della perfezione.

“Il ritiro di Navia si è rivelato decisivo – spiega il 23enne livornese – con quei punti, probabilmente, avrei rivinto la Coppa Len”. Un rammarico che lascia presto spazio all’analisi tecnica: “Prendere la testa della gara è stata una scelta azzeccata; poi ho fatto lavorare gli altri, conservando le energie per lo sprint”. Primo giro non troppo sostenuto, con l’ungherese Rasovszky avanti alla boa dei 2.5 km, seguito da Occhipinti e Verani. Rasovszky accenna la fuga ma sbaglia traiettoria, spalancando le porte del successo al caimano labronico che imbocca l’imbuto in maniera perfetta: “Tutto è bene quel che finisce bene. Una vittoria che sento di dedicare alle 9 vittime dell’alluvione che si è abbattuta lo scorso 10 settembre sulla mia città”.
Verani è salito sul podio con il lutto al braccio e si è commosso: “Quel che è accaduto è incredibile. Ma noi livornesi siamo duri come l’acciaio e ci rialzeremo”.

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Daniele

    Complimenti.