Cerca nel quotidiano:


Rugby in lutto, addio a Bollesan. Con lui i biancoverdi ai vertici in serie A1

Nell’annata di A1 1989/90, il Rugby Livorno – targato Corime e con David Knox mediano di apertura – raggiunse la sesta posizione in A1 (il massimo campionato domestico). Si è trattato del miglior piazzamento in senso assoluto mai raggiunto dal Rugby Livorno in questi primi 90 anni d’attività

Lunedì 12 Aprile 2021 — 19:25

Mediagallery

I funerali di Marco Bollesan si svolgeranno martedì 13 aprile alle ore 11.30 presso la Chiesa di Sant’Antonio a Boccadasse, Genova

È scomparso all’età di 79 anni (ne avrebbe compiuti 80 il prossimo mese di luglio) Marco Bollesan (nella foto tratta dal sito Federrugby.it), una leggenda della palla ovale italiana. Al suo nome è legato un periodo davvero ricco di soddisfazioni del Rugby Livorno. Bollesan ha ricoperto il ruolo di carismatico allenatore della squadra biancoverde per quattro stagioni, dal 1989/90 al 1992/93. Sotto la sua guida, i labronici sono riusciti a raggiungere prestigiosissime mete. Nell’annata di A1 1989/90, il Rugby Livorno – targato Corime e con David Knox mediano di apertura – raggiunse la sesta posizione in A1 (il massimo campionato domestico). Si è trattato del miglior piazzamento in senso assoluto mai raggiunto dal Rugby Livorno in questi primi 90 anni d’attività. In quel favoloso campionato, memorabili, tra le altre, le vittorie con il Benetton Treviso (allo stadio ‘Picchi’) e con L’Aquila (sia in trasferta, sia in casa). Con Bollesan allenatore, il Rugby Livorno ha colto, sempre in A1, nella stagione 90/91, l’ottavo posto. Poi dodicesima piazza e sfortunata retrocessione in A2 nell’annata 91/92 e la ‘ricostruzione’ con tanti giovani provenienti dal vivaio, in A2, nella stagione 92/93 (con un buonissimo quinto posto). Ecco come la Fir, con una nota sul suo sito ufficiale, ricorda la figura di Bollesan.

Quarantasette volte azzurro, trentaquattro volte capitano della Nazionale, Commissario Tecnico alla prima Rugby World Cup del 1987, Team Manager nelle rassegne iridate del 2003 e del 2007, fondatore delle Zebre nella loro forma originaria di invitational club italiano.

“Leggenda” non è un termine abusato quando lo si lega al nome di Marco Bollesan, Azzurro numero 193, unico rugbista inserito dal CONI nella Walk of Fame che attraversa il Parco del Foro Italico, scomparso ieri sera 11 aprile a Genova. Avrebbe compiuto ottant’anni il prossimo 7 luglio.

I funerali di Marco Bollesan si svolgeranno martedì 13 aprile alle ore 11.30 presso la Chiesa di Sant’Antonio a Boccadasse, Genova.

Riproduzione riservata ©