Cerca nel quotidiano:


Scherma, Pietro Torre si tinge di tricolore

a vincere il titolo italiano è stato il labronico Torre, prodotto del Fides Livorno e portacolori delle Fiamme Oro, per 15-7 contro il foggiano Emanuele Nardella

Giovedì 13 Maggio 2021 — 16:02

Mediagallery

Per quanto riguarda la sciabola "amaranto" da segnalare l'ottimo risultato anche del "cadetto" Cantini che ha chiudendo al 5° posto in classifica. Molto bene anche i nati nel "2005" Ribudo e Bertini rispettivamente 13° e 21°

Successo livornese nella seconda giornata di gare dei Campionati italiani Cadetti e Giovani 2021 a Riccione. Dopo l’esordio della sciabola categoria Cadetti mercoledì 12 maggio è toccato agli under 20 cimentarsi con la stessa arma (foto Augusto Bizzi).
La finale di sciabola maschile Giovani è stata il remake della finale dell’Europeo 2019 di Foggia e ha visto il confronto diretto tra il foggiano Emanuele Nardella e il livornese Pietro Torre allenato dal maestro Nicola Zanotti. Stavolta, però, l’esito è stato diverso rispetto a quello del torneo continentale e a vincere il titolo italiano è stato il labronico Torre, prodotto del Fides Livorno e portacolori delle Fiamme Oro, per 15-7. Sul terzo gradino del podio Leonardo Tocci del Frascati Scherma e Salvatore Pugliese del Circolo Schermistico Mazarese.
Per quanto riguarda la sciabola “amaranto” da segnalare l’ottimo risultato anche del “cadetto” Cantini che ha chiudendo al 5° posto in classifica. Molto bene anche i nati nel “2005” Ribudo e Bertini rispettivamente 13° e 21°.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!