Cerca nel quotidiano:


Tds Toscana Disabili Sport, un weekend da sogno!

La sostanza di tutto sta nella prima vittoria in una partita ufficiale per i Centaurs, la squadra di basket in carrozzina della Ortopedia Michelotti TDS Livorno, agli ordini del coach/presidente Maurizio Melis, per 20-8

Domenica 11 Luglio 2021 — 19:36

Mediagallery

Si conclude un fantastico weekend per la TDS-Toscana Disabili sport. Un fine settimana di promozione dello sport e di gare agonistiche, il primo per avvicinare allo sport un sempre maggior numero di persone con disabilità e toglierle dall’isolamento sociale che la società moderna talvolta non troppo inconsapevolmente impone, le seconde, le gare, per mettere alla prova il duro lavoro che per 365 giorni all’anno la TDS impone ai propri atleti, nella certezza che questi ragazzi hanno tanto da dimostrare a sé stessi e agli altri. Poca benevolenza, nessun pietismo, e qualche bel risultato frutto di tanto sano divertimento.
La sostanza di tutto sta nella prima vittoria in una partita ufficiale per i Centaurs, la squadra di basket in carrozzina della Ortopedia Michelotti TDS Livorno, agli ordini del coach/presidente Maurizio Melis, per 20-8 nell’amichevole disputata sabato 10 a Firenze contro la neonata formazione dei WolfBasket Pistoia, e nell’esorbitante bottino raccolto dagli SHARKS, la formazione del nuoto della TDS, guidata dall’allenatrice Eleonora Bologna, ai Campionati italiani estivi assoluti che si sono svolti a Napoli sabato 10 e domenica 11. Qualche numero? Con soli 4 atleti partecipanti 2 ori e 3 argenti, 3 nuovi record italiani, TDS 10^ assoluta e prima della Toscana nella classifica nazionale delle società, davanti a corazzate composte da decine e decine di atleti.
Gongola di soddisfazione il presidente: “E’ vero, le vittorie contano e le medaglie luccicanti sul petto dei nostri nuotatori sono meravigliose, ma l’orgoglio è vedere 15 ragazzi in giro per l’Italia a dare dimostrazione a tanti disabili che stanno chiusi in casa per vergogna, per timidezza o perché pensano di non farcela che invece il tutto è provare, avvicinarsi allo sport e tutto diventa possibile. E’ possibile mettersi in gioco, potenziare il fisico e la mente e, cosa meravigliosa, farlo divertendosi“.
Non posso non ringraziare – prosegue Melis – chi ci ha dato in quest’anno la possibilità di giocare. Dalla Misericordia di Livorno che ci ha fornito i mezzi e somministrato i tamponi, alla Farmacia Farneti che i tamponi li ha forniti, all’Ortopedia Michelotti che ha sponsorizzato tutta la società, alla Drass Group che ha contribuito a quest’ultima trasferta del nuoto e infine, ultimi ma non ultimi, tutti coloro che stanno contribuendo alla raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe all’indirizzo https://gofund.me/5364eaf8, pochi purtroppo per le tante spese che dobbiamo sostenere“.
E ora non mi resta che una speranza – conclude il presidente – che finalmente il sindaco di Livorno inviti i nostri medagliati del nuoto che con tanto orgoglio stanno tenendo alto il vessillo amaranto e tutti gli altri atleti che penso meritano uguale dignità degli altri che sono stati invitati e premiati nel palazzo comunale. Penso che tutti i livornesi, nessuno escluso, siano convinti che questi ragazzi lo meritino. Ma io sono orgoglioso, non chiederò nulla al riguardo. L’attenzione verso la nostra società deve, e sottolineo DEVE, arrivare spontanea dalle istituzioni. Altrettanto mi aspetto dal Comitato regionale del CIP“.

Riproduzione riservata ©