Cerca nel quotidiano:


“The Gurri’s run”, la corsa degli studenti in memoria di Gabriele

Un evento sportivo, ma soprattutto una manifestazione d'affetto. La dirigente scolastica del Liceo Cecioni Cristina Grieco: "Una dimostrazione di resilienza"

Lunedì 2 Maggio 2022 — 23:16

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Una manifestazione sportiva progettata da alcuni studenti del Liceo Cecioni, patrocinata dal Comune di Livorno e in partenariato con l’Atletica Libertas Unicusano Livorno, in memoria di Gabriele o meglio di “Gurri”, come erano soliti chiamarlo i compagni di classe

“The Gurri’s run” è il titolo della corsa campestre in programma per mercoledì 11 maggio, a partire dalle 9.30, negli spazi del Campo Scuola Renato Martelli. Una manifestazione sportiva progettata da alcuni studenti del Liceo Cecioni, patrocinata dal Comune di Livorno e in partenariato con l’Atletica Libertas Unicusano Livorno, in memoria di Gabriele o meglio di “Gurri”, come erano soliti chiamarlo i compagni di classe. “L’idea è nata in seguito alla tragica scomparsa di un nostro compagno di classe – spiega Guido – Gabriele amava l’atletica leggera e soprattutto amava correre, ecco perché questo ci è sembrato il modo migliore per ricordarlo. Ci abbiamo messo il cuore”.
“Questa campestre è una metafora della vita – aggiunge Davide – Correre è come andare avanti ogni giorno, ma se ci sentiamo troppo affaticati cerchiamo di chiedere aiuto, sicuramente lo riceveremo”. All’evento parteciperanno circa 300 studenti tra biennio e triennio della scuola che si sfideranno su due distanze: 1000 o 1500 metri. La seconda parte della mattinata prevede invece una staffetta paralimpica.
“Sembra una cosa facile da organizzare, ma per tutti noi non lo è stato per niente – dice Cristina Grieco, dirigente scolastica dell’istituto – I veri protagonisti sono i ragazzi che, affiancati dai loro docenti, hanno messo su un progetto davvero significativo. Non possiamo certamente parlare di una festa, ma di una tappa che abbiamo portato avanti in un momento veramente difficile, una dimostrazione di resilienza. Non importa chi vincerà, c’è già un vincitore: la voglia di andare avanti insieme”.
Il logo dell’iniziativa – un ragazzo ed un camaleonte che abbracciano e racchiudono tanti cuori colorati e alcune figure stilizzate che corrono – è stato ideato da Francesca Vivaldi della 5°A indirizzo artistico e scelto tra le varie proposte arrivate nel contesto di un concorso dedicato. “Sono arrivati tantissimi disegni e tutti davvero molto belli – precisa Alberto, un altro compagno di classe di Gabriele – Uno dei requisiti richiesti era la presenza di un camaleonte, l’animale preferito di Gabriele e anche quello che al meglio rappresenta quella che era la sua passione per la corsa”. Un’immagine che sarà stampata sulle magliette indossate dai partecipanti durante la gara.

Riproduzione riservata ©