Cerca nel quotidiano:


Tokyo 2020, Livorno è la provincia con più atleti. Giannone: “Creiamo un brand”

Il delegato provinciale del Coni, Gianni Giannone, esalta le qualità delle società della nostra provincia: "Ancora una volta un chiaro segnale che ci spinge tutti nella direzione di pensare la nostra provincia come un vero e proprio brand, come Capitale dello sport italiano, un brand che possa richiamare turismo sportivo e investimenti"

Lunedì 19 Luglio 2021 — 12:18

Mediagallery

Il messaggio della presidente della Provincia, Marida Bessi, ad atleti e tecnici impegnati nella spedizione olimpica: "vorrei far arrivare ai nostri rappresentanti e ai loro tecnici, tutto il nostro calore e sostegno, in attesa di vivere con loro le emozioni delle gare"

Livorno è la provincia che può vantare più atleti partecipanti in rapporto alla popolazione a Tokyo 2020. A dirlo è Il Sole 24 Ore che nell’edizione di lunedì 19 luglio ha pubblicato due speciali classifiche in relazione ai prossimi giochi olimpici. La prima è la graduatoria delle prime 10 province più rappresentate in Italia alle Olimpiadi del Sol Levante e Livorno spicca e domina su tutti superando Savona, che si piazza al secondo posto, e Roma al terzo.
Poi c’è la classifica degli ultimi 20 anni di giochi ovvero delle ultime cinque edizioni e anche in questo caso Livorno è sul podio e si mette una prestigiosa medaglia d’argento dietro solo a Trieste e davanti a Gorizia, Savona e Lecco. Insomma una vera e propria capitale dello sport a tutti gli effetti.
“Questo risultato dimostra ancora una volta la bontà di quanto di buono si stia facendo nella nostra città e nella nostra provincia per lo sport a tutti i livelli e il grande lavoro che stanno compiendo le società di tutte le discipline che lavorano a testa bassa spesso e volentieri senza troppi riflettori addosso – ha commentato il delegato del Coni provinciale, Gianni Giannone (nella foto di Amore Bianco) interpellato dalla nostra redazione – Ancora una volta un chiaro segnale che ci spinge tutti nella direzione di pensare la nostra provincia come un vero e proprio brand, come Capitale dello sport italiano, un brand che possa richiamare turismo sportivo e investimenti da effettuare prima di tutto in strutture e perché no, in una foresteria da dedicare agli atleti che, da ogni parte d’Italia o del mondo, vorranno abitare per alcuni periodi dell’anno dedicati alla preparazione atletica in vista di gare o campionati importanti. Un altro plauso va fatto sicuramente al Sistema Italia che consente, grazie ai gruppi sportivi, di poter far allenare a livelli altissimi i nostri atleti che poi si distinguono a livello internazionale”.
Non è mancato il commento del primo cittadino arrivato tramite la sua pagina Facebook. “Livorno città dello sport, Livorno città del talento sportivo. La classifica del Sole 24 Ore – scrive il sindaco Luca Salvetti sul suo account ufficiale – ci dice che siamo la città numero uno in Italia per atleti presenti alle olimpiadi in rapporto al numero di abitanti. Bella soddisfazione che ci dice di insistere a lavorare sulle strutture (palazzetti, palestre, piscine e campi sportivi) e ad affiancare il più possibile le società labroniche in ogni disciplina”.
Con l’occasione dell’avvicinarsi dei Giochi anche la presidente della Provincia, Marida Bessi, ha voluto salutare e fare un grosso in bocca al lupo agli atleti e ai tecnici in partenza per Tokyo. “Desidero inviare un grande in bocca al lupo agli atleti e alle atlete del nostro territorio che saranno presenti alle Olimpiadi di Tokio”. Questo l’augurio rivolto dalla presidente della Provincia Marida Bessi, agli sportivi della provincia livornese che fanno parte della delegazione italiana in Giappone. “Partecipare ad un’Olimpiade – continua Bessi – è il sogno di ogni sportivo e la nostra provincia ha sempre vantato numerosi partecipanti, molti dei quali hanno raggiunto risultati di grandissimo valore. In questa edizione, infatti, il nostro territorio si colloca al primo posto tra le province italiane, nel rapporto atleti partecipanti/popolazione, a testimonianza di un amore per lo sport, vissuto come impegno personale, che rinnova una tradizione consolidata da tempo. Questa sarà anche un’edizione dei giochi olimpici caratterizzata dalla pandemia, senza la presenza del pubblico e con molte limitazioni durante la permanenza nel villaggio olimpico, che da sempre rappresenta un luogo di grande scambio culturale tra atleti di tutto il mondo. Per questo vorrei far arrivare ai nostri rappresentanti e ai loro tecnici, tutto il nostro calore e sostegno, in attesa di vivere con loro le emozioni delle gare”.

La delegazione di atleti provenienti dalla provincia di Livorno vanta 9 partecipanti, 6 ragazze e 3 ragazzi:

GIULIA ARINGHIERI, Livorno, volley paraolimpica

TOMMASO CHELLI, Livorno, tiro con pistola

GABRIELE DETTI, Livorno, nuoto

SARAH FAHR, Piombino, volley

FRANCESCA FANGIO, Livorno, nuoto

SARA FRANCESCHI, Livorno, nuoto

ALDO MONTANO, Livorno, scherma

ELENA PIETRINI, Livorno, pallavolo

IRENE VECCHI, Livorno, scherma

A loro possiamo aggiungere idealmente anche il nuotatore Matteo Ciampi, atleta residente a Latina ma che da anni si allena a Livorno e i fotografo livornese Augusto Bizzi, presente a Tokyo per la scherma e l’altro fotografo livornese trasferitosi da due anni in Olanda per lavoro, Daniele Celesti, che sarà in prima fila pronto a scattare per il sitting volley.

Della delegazione italiana fanno parte anche i tecnici:

MARCO CIARI, Livorno, scherma paraolimpica

STEFANO FRANCESCHI, Livorno, nuoto

STEFANO MORINI, Livorno, nuoto

FILIPPO VOLANDRI, Livorno, tennis

Un augurio di buon lavoro anche agli altri tecnici presenti in alcune delegazioni straniere:

ANDREA BALDINI, Livorno, scherma Nazionale Turchia

ANTONIO GIACOBBE, Cecina, pallavolo Nazionale Tunisia

FRANCESCO MARRAI, Livorno, vela Nazionale Brasile

NICOLA ZANOTTI, Livorno, scherma Nazionale India

Riproduzione riservata ©