Cerca nel quotidiano:


Torre della Meloria è campione Italiano Motocross 2020 con Lorenzo Cucini

Il nuovo padrone del campionato italiano motocross Expert della categoria MX1 Lorenzo Cucini, sulla pista di Savignano sul Panaro, nonostante la pioggia torrenziale dei giorni precedenti, ha conquistato l’alloro 2020

Mercoledì 21 Ottobre 2020 — 00:09

Mediagallery

In una bellissima giornata di gare dove la Toscana ha saputo imporsi con altrettanti talenti della specialità motocrossistica nazionale, portando a casa due titoli tricolori, uno dei due è arrivato a Livorno grazie a Lorenzo Cucini e grazie anche al labronico Moto Club Torre della Meloria del dirigente Ivano Zanatta, che ha creduto nel ragazzo, ormai 26enne, già pluricampione tra enduro e motocross.
Il nuovo padrone del campionato italiano motocross Expert della categoria MX1 Lorenzo Cucini, sulla pista di Savignano sul Panaro, nonostante la pioggia torrenziale dei giorni precedenti, ha conquistato l’alloro 2020.

Lorenzo, in sella alla Ktm targata Moto Club Torre della Meloria, è stato protagonista delle combattute gare della giornata, mostrando un passo nettamente superiore alla concorrenza vincendo così entrambe le manche della Expert MX1, conducendo dal primo all’ultimo giro e resistendo agli attacchi del pur forte avversario piemontese Nicola Lauro, il quale alla fine ha dovuto desistere lasciando a Cucini via libera verso il bello e meritato trionfo.
In gara anche Francesco Andreoni (Moto Club Torre della Meloria – Husqvarna) che era schierato tra le fila della classe Expert MX2, finendo la giornata modenese al 35° posto assoluto dopo aver portato a termine le due gare rispettivamente 33° e 27°.

Altra prestazione di prestigio per i colori del multi-titled club labronico, arriva da Fabio Pampaloni nel Campionato Italiano Enduro Senior, ultima tappa del torneo 2020 che si è corsa a Villanova d’Albenga (SV), valida come terza e conclusiva prova della stagione. Un percorso e tre prove speciali molto tecniche e belle hanno fatto la differenza per i 250 concorrenti accorsi in terra ligure che non hanno voluto mancare all’atto finale di questo singolare campionato.
È stato un anno dalle gare completamente diverse tra di loro: a Castiglion Fiorentino è stata la polvere il grande nemico per i concorrenti al via, ad Antegnate ad impegnare non poco i piloti sono state le quattro prove speciali mentre domenica a caratterizzare la gara sono state una linea guidata e tecnica in mezzo al bosco e due cross test.
L’alfiere del Moto Club Torre della Meloria, Fabio Pampaloni (Beta) ha concluso la giornata agonistica con una pur bella quinta piazza in classe Senior 300, finendo così la stagione sfiorando il podio con il quarto posto. Nel frequentatissimo Trofeo Airoh, Fabio ha finito 15° e primo dei piloti toscani.

Riproduzione riservata ©