Cerca nel quotidiano:


Tra lacrime e ricordi, tutti in campo per “Fiore”

La partita tra bianchi e rosa, per la cronaca, è finita per 7-6 con match interrotto per invasione di campo di tutto il pubblico presente. Terminato l’incontro, poi, una commovente e nostalgica cena è stata organizzata al piazzale delle “Sorgenti”

Mercoledì 16 Settembre 2020 — 16:34

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Voglia di ricordare con il sorriso un amico, un fratello, un figlio scomparso. E’ stato questo l’obiettivo del memorial calcistico Nicola Fiorenzani, ragazzo tragicamente scomparso un anno fa, organizzato lunedì 14 settembre al campo “Piancastelli” di Banditella

Lacrime e commozione ma anche voglia di ricordare con il sorriso un amico, un fratello, un figlio scomparso. E’ stato questo l’obiettivo del memorial calcistico Nicola Fiorenzani, ragazzo tragicamente scomparso un anno fa, organizzato lunedì 14 settembre al campo Piancastelli di Banditella.
“Nell’anniversario di questo tragico evento abbiamo voluto ricreare un momento di gioia nel dolore – ha detto Giacomo Spinelli, organizzatore e caro amico di Nicola – Quando dovevamo scegliere chi far giocare in tantissimi ci hanno risposto positivamente e pur facendo una selezione di persone più vicine siamo dovuti scendere in campo in diciassette contro diciassette”. Sportivo e sempre con il sorriso sulle labbra, “Fiore” non ha mai nascosto il suo carattere sanguigno e la sua simpatia travolgente. E’ così che, infatti, gli spalti si sono colorati di persone e conoscenti con striscioni, fumogeni e cori ad avvolgere la partita. “Siamo i migliori amici di Nicola, ci siamo sentiti in dovere e ovviamente lo abbiamo fatto con piacere – ha continuato Matteo Gelli, co-organizzatore dell’evento – Siamo al lavoro per organizzare un’altra partita il 24 novembre nel giorno del suo compleanno e siamo convinti che sarà un successo più grande”.
La partita tra bianchi e rosa, per la cronaca, è finita per 7-6 con match interrotto per invasione di campo di tutto il pubblico presente. Terminato l’incontro, poi, una commovente e nostalgica cena è stata organizzata al piazzale delle “Sorgenti”, tanto caro al “Fiore” quanto ai suoi amici perché teatro di ricordi d’infanzia ed emozioni, quelle che non andranno mai via come i ricordi, come Nicola.

Riproduzione riservata ©