Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Zanotti porta nell’olimpo la scherma indiana

Venerdì 16 Giugno 2017 — 11:05

Nelle prime otto sciabolatrici dell’Asia. Un risultato storico, mai raggiunto da una schermitrice indiana (foto in pagina FIE Bizzi/Trifiletti). E’ quello che è riuscito a fare il maestro del circolo Fides di Livorno Nicola Zanotti allenando la giovane promessa asiatica Bahvani Devi Chadalavada, che si allena in via Allende con gli altri ragazzi del “Leone col fioretto” e che a bordo pedana era seguita proprio dal maestro Zanotti, vero e proprio punto di riferimento per la sciabola nazionale e, visti i risultati, mondiale. Ai campionati di scherma Asiatici di Hong Kong per la sciabolatrice indiana arriva dunque uno storico ottimo posto, giunto grazie alla  vittoria contro la giapponese Tamura arrivata agli ottavi di finale prima della sconfitta contro la futura vincitrice della gara: la campionessa Olimpica di Londra 2012, Kim Jiyeon che nell’atto decisivo ha battuto per 15-11 la connazionale Seo Jiyeon.
Grande soddisfazione da parte del maestro Zanotti. “Bhavani Devi è venuta ad allenarsi con me a Livorno la prima volta 4 anni fa- racconta ancora carico di entusiasmo dall’altra parte del mondo a Quilivorno.it a seguito di questo importante risultato – Ricordo che stava uno, due mesi e tornava a casa a Cennai. Da ottobre si è trasferita definitivamente da noi iscrivendosi al Fides per inseguire un sogno: puntare alla qualificazione per Tokio 2020. Un obiettivo che per tanti può sembrare difficile da realizzarsi che mi da molti nuovi stimoli e nel quale invece credo fortemente che possa diventare realtà. Quando venne qui a Livorno era appena diciottenne con molte barriere e difficoltà da abbattere per una ragazza che cosi giovane che aveva lasciato affetti, tradizioni e abitudini cosi diverse. Proprio per questo, il risultato raggiunto con questa prestazione, rende ancora tutto più bello”.
Zanotti è un fiume in piena e continua a raccontare di questa storica impresa e analizza il successo della sua sciabolatrice. “Quest’anno ha dato subito ottimi segnali – spiega alla redazione di Quilivorno.it Zanotti – buoni piazzamenti in coppa del Mondo assoluta, terza ad una gara assoluta in Italia, ha vinto 20 giorni fa una prova di coppa del circuito satellite in Islanda, ma il piazzamento di Hong Kong è stato sicuramente un bel passo avanti. Che entrasse nelle top 8 del continente asiatico era difficilmente prevedibile​. Ha tirato bene sin dall’inizio, ma si è superata agli ottavi contro la giapponese Tamura tra le favorite per la medaglia. Un assalto gestito perfettamente preparato insieme prima di salire in pedana vinto per 15 a 10. Mille i complimenti da parte di tutti i tecnici e dirigenti delle varie nazioni molto sorpresi della mia presenza ad Hong Kong. Al settimo cielo lo staff indiano che mi ha accolto alla grande dimostrandomi grande stima e fiducia da subito, ripagata con questo ottimo piazzamento”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©