Cerca nel quotidiano:


Sta per aprire il parcheggio

Sono previsti 226 stalli per auto, 8 per diversamente abili e 30 per moto e motorini. L'entrata e l'uscita non sarà da via Meyer ma da Forte dei Cavalleggeri. La sosta sarà a pagamento

Lunedì 3 Ottobre 2016 — 06:55

Prende forma il parcheggio nell’ex deposito Atl in via Meyer. Nelle ultime settimane nel piazzale sono state disgnate le strisce blu e la segnaletica orizzontale. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di aprirlo entro ottobre, se non addirittura entro metà mese. Dal 13 luglio, giorno in cui Quilivorno.it ne aveva parlato la prima volta, sono stati dunque fatti passi in avanti verso l’apertura dell’area, la cui realizzazione costerà circa 30mila euro, in cui ci saranno 226 stalli per auto, 8 per diversamente abili e 30 per moto e motorini. L’entrata e l’uscita non sarà da via Meyer ma da Forte dei Cavalleggeri. La sosta sarà a pagamento. Si parla di un euro l’ora e una tariffa contenuta anche per chi lascerà qui il proprio mezzo tutta la giornata. Nella delibera con la quale la giunta Nogarin ha dato il via libera al parcheggio si spiega che “nel quartiere San Jacopo in Acquaviva la disponibilità di posti auto è insufficiente alla domanda soprattutto nel periodo estivo, durante il quale si rileva un incremento di flussi per la fruizione dei servizi balneari che va ad aumentare la criticità per la sosta dei residenti”.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


60 commenti

 
  1. # via zola

    Perchè non utilizzate anche l’aerea ex aamps di via Bandi? magari per i residenti..

  2. # fedex

    ok, d’estate andrà molto ma l’inverno mettetelo libero per gli abitanti del quartiere e poi buttate giu il muro di cinta di via san jacopo in acquaviva e allargate il marciapiede che non ci si passa con la carrozzina e per di piu agevolate il parcheggio anche a quelli di via montebello.

    1. # Sandokan

      Potrebbe essere una soluzione far pagare il parcheggio solo nei mesi estivi tipo da giugno a settembre per tutte le ore del giorno, e nel periodo invernale far pagare soltanto il parcheggio il sabato e la domenica, come avviene a Castiglioncello, a Tirrenia e in tante altre località turistiche, visto che nell’articolo si fa riferimento a persone che parcheggiano per recarsi agli stabilimenti balneari.

      1. # orso

        @Sandokan finalmente una posizione sensata e ragionevole.
        Se dall’altra parte ci fossero persone sensate e ragionevoli….disposti ad acettare compromessi e confronti…

  3. # ugo

    e secondo il Noga l’estate chi sta 15 ore ai Pancaldi paga 15 euro il giorno ? Un ne voglio sentì piu

    1. # NOPD

      Perchè per andare al mare bisogna per forza andare in macchina vero? non possiamo utilizzare il bus o la bicicletta? Già un vero livornese deve avere la macchina sempre sotto il lato b e non fare più di 10 passi a piedi…

    2. # andrea

      dov’è il problema? ti sembra troppo? o forse come al solito, ti va bene pagare i parcheggi ovunque vai in toscana però dal momento che viene fatto qui c’è da brontolare

    3. # Fra

      Perché se vai un giorno a Pisa, Lucca o Baratti quanto paghi?

    4. # comodità

      se vuoi ti vengo a prendere a casa io e quando vuoi andare via mi chiami 5 minuti prima e ti ci riporto

    5. # marco

      perche è giusto che quando torno a casa devo mettere la macchina in divieto perché te sei a non fare nulla al sole ?

    6. # Matricola 495920

      Un giorno verrai prelevato e torturato dalla psicopolizia finché, come tutti gli altri che ti hanno già risposto, non ti convincerai che pagare più tasse al ministero è giusto e bello. Dopo che ti sarai convinto verrai vaporizzato e di te non resterà traccia alcuna.

      1. # orso

        @NOPD
        te devi essere uno di quei ciclisti fantasma che passano a migliaia sugli scali ma noi mortali non riusciamo a vedere .
        Se tu ragionassi sui fatti ,come sei riuscito a produrre un buon nickname che condivido,capiresti anche che pedalare sotto il sole per qualche km puo’ rappresentare un problema per moltissime persone.E ,d’altro canto,ammesso di avere un buon servizio pubblico,il costo del biglietto per una famiglia diventa proibitivo…
        Se poi progredissi ulteriormente col ragionamento aggiungeresti un NO5S al tuo NOPD …

        1. # GIANGI

          Se ti puoi permttere la cabina ti puoi permettere anche l’autobus…senza parlare di politica che non c’entra niente

          1. # orso

            Eh si giangi la politica non c’entra nulla.
            I permessi e le tariffe tanto li ho decisi io.
            Ma dove vivi,giangi ?
            Ma quanti masochisti ci sono,come gli piace veniere spennati vivi.Si vede di tasse vi prendono poco.Peccato,perche’ non firmiamo una petizione per pagare un po’ piu’ di tasse giangino caro ?

          2. # luca

            il parcheggio non si vuole pagare, la bicicletta fa caldo, l’autobus costa troppo…ma l’ombrellone e la cabina ai Pancaldi la regalano??? Chi non ha vaini(per cosa ni pare) non abbia vizi.
            Dal tuo ragionamentosembra che sugli stabilimenti balneari ci vanno persone che:non hanno un euro, sono anziani e non possono pedalare e sono anche famiglie numerose che prendere l’autobus sarebbe un esborso troppo oneroso. C’è qualcosa che non torna

  4. # Francesco Razzauti

    SE NON FANNO DEGLI STALLI PER I RESIDENTI STAVOLTA SI FA CASINO

  5. # joannis

    Sig. Sindaco NOGARIN, visto e considerato che non vi sono parcheggi sufficienti per i residenti ci ha pensato?? oppure anche noi dobbiamo pagare il parcheggio? se bisogna pagare anche noi residenti questa è una tassa in più. Alla faccia del Vostro spot elettorale che diminuivate le tasse. Già ne hai aumentate tante

    1. # Ercole Labrone

      perchè in centro ci sono parcheggi sufficienti per i residenti? e nonostante questo c’è pieno di quelli a pagamento….perchè da te dovrebbero fare diversamente???

      1. # bob

        Scusate qui parlate di stalli per residenti, di tariffe ecc. non mi sembra che l’articolo ne parli, aspettiamo l’apertura e vediamo.

      2. # Francesco Razzauti

        Intanto te quando vieni dalle parti di viale Italia vieni in autobus, poi si discute.

  6. # LivirneseDoc

    Sempre a pagá! Ma lo sa il bocconiano Nogarin o uno dei suoi collaboratori, comandante dei vigili o assessore alla mobilità che il codice della strada IMPONE alle amministrazioni comunali di lasciare un adeguato numero di posti auto NON A PAGAMENTO ogni volta che si creano aree di sosta a pagamento? Questo, guarda caso, sfugge sempre ai nostri amministratori!!!

    1. # quintilio

      Sono anni che lo dico. I parcheggi liberi devono essere fatti dove sono dei parcheggi a pagamento, anche l’Aci si dovrebbe muovere però, non si vede neppure più il cartello che era circolare con una P nera barrata di rosso….

  7. # sara calvani

    Direi che il parcheggio a pagamento nella zona risolve molti problemi. Chi va al mare si cerca il parcheggio gratuito.per le domeniche ed i sabati primaverili ed estivi é la soluzione corretta. Puo essere un modo per attirare gente da fuori. Pesare che a tirrenia, calambrone ,marina di pisa , viareggio,camaiore,forte dei marmi, marina di massa i parcheggi sul mare sono TUTTI a pago!!

    1. # simo

      si ma al calambrone ad esempio costa solo 0,50 cent. l’ora e non aumenta più vhe ci stai….e oltretutto con 4 euro ci stai tutto il giorno!!!!! così ha un senso…..

      1. # LIVORNESE

        l’articolo non specifica che dovrebbe essere un pagamento max di 6 ore per un massimo di 6 euro al giorno

    2. # bob

      a Viareggio paghi anche di notte

  8. # Matricola 495920

    Non devo essere arrabbiato di pagare il parcheggio ma devo esserne contento perché il ministero dell’amore ha detto che così è giusto e perché in molte altre città dell’Oceania è così. Grazie per il grande progresso che state portando al popolo, proiettato verso un nuovo e radioso avvenire. Viva la psicopolizia che difende gli interessi sociali.

    1. # Ganzo di Maila

      Quante ore passi al sole? Forse è meglio stare un po’ anche all’ombra…

    2. # matrix

      basta che vai 20 km a nord e venti km a sud. Non c’è bisogna di andare in Oceania.
      l interessi sociali sono trovare lavoro ai disoccupati, se ti puoi permettere la stagione ai Pancaldi puoi anche pagare il parcheggio, oppure fai 4 passi (che ti fa bene) e non paghi. Semplice. Te continua a ragionare di psicopolizia, la scusante con cui molti benestanti stanno nelle case popolari!!!

      1. # Zonaest

        Il commento più intelligente..bravo!

  9. # Nogarello

    Quanta gente con i soldi !!!! Per cosa gli pare va bene pagare….. Dipende chi mette la tariffa…

  10. # Carlo

    il parcheggio andrà deserto .. credo , ma se fosse completamente gratuito …( chiedo troppo ???) risolverebbe molti problemi .. allora l’automobilista pigro sarebbe invogliato a fare due passi, andare al mare e ritornare alla macchina a costo zero.
    Pensi Nogarin .. valuti i costi ma anche il vantaggio per la cittadinanza e anche per la sua popolarità, in chiara discesa libera !!!

    1. # johnnie rico

      guarda che se vai attorno allo stadio di posti ne trovi a iosa.
      ma dè, mi fa’ fatica fà cento metri a piedi!
      e poi sennò quando vo a fà la gabbionata c’arrivo stanco…

      1. # Johnnie Rinco

        Al solito non perdi occasione. Meno male, a detta tua, leggi anche! Secondo te uno che deve andare sul mare e parcheggia allo stadio è una persona normale? Per me no.

        1. # matrix

          non capisco tutti questi problemi, se uno ha i soldi per pagarsi cabina ombrellone in uno stabilimento balneare perchè poi piange miseria per il parcheggio, fatevelo pagare per metà dai proprietari dei bagni che pagano concessioni ridicole rispetto agli incassi che fanno. Lo stadio dai pancaldi dista qualche centinaio di metri, no chilometri.Potresti suggerire ai gestori( gestioni decennali) dei suddetti stabilimenti di fare delle navette dai parcheggi dello stadio ai bagni.Non è che tutti i cittadini devono pagare i vizi ed i divertimenti di altri

          1. # orso

            matrix boia che bella vita dovete fa’.
            Una passeggiata sul lungomare,un bagno,Dio non voglia un chinotto sulla passeggiata…vizi e divertimenti.
            Chissa’ che belle serate .Cilicio e pane secco ,immagino …
            Non capisco poi te cosa devi pagare se uno lascia la macchina sul lungomare e si da’ alla pazza dissolutezza con un cono di gelato,e magari la diabolica perversione di un ‘aggiunta di panna…viziosi peccatori pervertiti …

          2. # orso

            Passeggiata e magari addirittura un chinotto o un gelato sul lungomare,o un bagno.
            VIZI E DIVERTIMENTI …
            E devi fa’ una vita di nulla matrix …

        2. # johnnie rico

          e secondo te uno che vive in un posto deve farsi mezzo chilometro a piedi perché tu devi parcheggiare sotto l’ombrellone?

  11. # Ganzo di Maila

    Per volersi divertire ci si deve frugare! Mica siamo al paese di Bengodi, voi pottaioni che avete la cabina sul mare!

  12. # Franco

    Va benissimo il parcheggio, ma volevo porre l’attenzione generale su di un fatto che i residenti hanno più volte mosso riguardo alla copertura di alcuni capannoni che a quanto pare sono di amianto verniciato di colore bianco. Se così fosse andrebbe smantellato prima di consentire l’uso del parcheggio

    1. # Pino

      Smantellare l’amianto comporta sempre dei rischi per il rilascio di fibre nocive. Meglio non toccarlo e lasciarlo dov’è

      1. # Marco

        Se i lavori li fanno fare a dei cani incompetenti come fanno in Italia si, conviene lasciarlo dov’è. Sul TG3 la settimana scorsa fecero vedere il servizio dello smantellamento di un capannone a Firenze. Dal servizio si vedevano gli operai che con le gru abbattevano il tetto in amianto creando un polverone assurdo. Questo è il livello di cialtroneria e di incompetenza che abbiamo in Italia. Mi meraviglio che gli abitanti del rione non abbiano fatto nulla e abbiano fatto l’aerosol con le polveri d’amianto. Capace gli è passato anche il raffreddore.

  13. # anto

    potrebbe essere fatta una convenzione dagli stabilimenti balneari, di modo che chi ha la cabina o un abbonamento paghi meno il parcheggio.

  14. # orso

    Allora,ho avuto modo di vedere direttamenet come si sono svolti i “lavori”da 30000 euro (…)
    4-5 giorni ,un paio di operai extracomunitari,un muletto ,rete e verniciatura.
    Senza asfaltatura per un piazzale sporco della “morchia”di decenni di deposito bus,senza nessuna bonifica ambientale o abbellimento (alberelli,aiuole,questi sconosciuti in una citta’ allo sbando come questa)…lo avesse fatto un privato il parcheggio li avrebbe presi prestino i permessi cosi’…
    Discutibile la spesa,ancora piu’ discutibile anzi vergognoso volerne fare una miniera d’oro con tariffe da pieno centro in un quartiere di periferia.In previsione dell’ennesima assurda ztl in periferia.

    1. # robot

      Leggendo qua e là gli articoli ho notato anche io che quando si tratta di fare lavori pubblici il conto che il comune paga è stellare. Non penso sia colpa di Nogarin ma di un sistema e di una burocrazia ben consolidati.

    2. # mah

      Hai proprio ragione.e veramente orrendo.complimenti per i lavori.strisce blu in terra e stop .siamo proprio a Livorno

  15. # Lorenzo

    Non capisco tutte queste preoccupazioni polemiche… Il sindaco ed i grillini non sono quelli che prima di prendere decisioni, ascoltano prima i cittadini e per rispettare la volontà del popolo?

  16. # orso

    Avete tutti la cabina e il mare nella testa.
    Capisco che è il centro del mondo per la maggior parte dei livornesi. Ma che così facendo anche due passi in periferia (tale è la passeggiata a mare) debbano diventare A PAGAMENTO, parcheggio o bus per raggiungerla che siano, vi sembra giusto?
    Questi stanno mettendo a pagamento tutta Livorno,per poi buttare via i soldi in progetti assurdi e “riqualificazioni” oscene. Credevo di avere toccato il fondo col Pd poi con questi ho avuto la dimostrazione che al peggio non c’è limite.

    1. # Pino

      Il fondo lo abbiamo toccato con i tuoi commenti…abbi pazienza

      1. # orso

        Battuta geniale, ci hai rimuginato anche fino alle 10 di sera …
        I miei commenti sono aggratis, se non ti piacciono non li leggi.
        Il parcheggio con la ztl che metteranno i tuoi amici lo devi pagare per forza se vuoi permetterti il “lusso”di una passeggiata alla Terrazza.

        1. # Pino

          Io sono sportivo e posso fare a meno della macchina, e se proprio devo usarla pago il parcheggio, non vedo il problema, poi ci sono i mezzi pubblici, ammodernati…

          1. # orso

            Il tuo “concetto” di “modernita’” e’ preso dalla Cina di Mao o dal secondo dopoguerra ?Ma tanto se lo ha detto il Guru deve essere vero…
            Te sei sportivo ?meno male,magari quello …

  17. # Michele

    un’altra occasione persa…abbattere quel muro che rende molto pericoloso il passaggio pedonale e anche alle auto. destinare quell’area a residenziale e magari fare un po di cassa. ora il parcheggio gira intorno alle ex officine. che incapaci. che delusione. a 100 metri dal mare hanno partorito quest’idea patetica

  18. # ettoro

    Anche i residenti potrebbero prendere il bus o andare in bici. Non avete nessun diritto di avere il parcheggio gratis. Ah potete al limite cambiare casa….

    1. # orso

      Uno compra la macchina, paga bollo,assicurazione,accise sulla benzina ecc…
      Ma dovrebbe pagare anche per parcheggiare dove vive, altrimenti arriva ettoro e gli espropria la casa…
      Bici e bus,a con Mao e i Kmehr sono diventati una giacchettata. A volte avrei proprio il desiderio che tutti gli italiani buttassero via le chiavi della macchina.
      E poi,senza tutti i soldi che ci ruba il fisco sull’auto,vedere ettoro e il suo assessore al traffico andare a giro con la bicicletta a fa’ cartoni.

    2. # johnnie rico

      scusa, mi spieghi dove sta scritto che chi va a cazzeggiare deve avere la macchina e poterla parcheggiare sotto l’ombrellone o il tavolino?

  19. # Antonella

    Sono una ex dipendente ATL e mi sento il dovere, nel rispetto della memoria dei miei vecchi colleghi morti per tumori alla pleura, di rendere al corrente chi non lo è, che nell’ex deposito ci sono due capannoni più un altro adibito al lavaggio mezzi i cui tetti sono di ondulato eternit verniciato, quindi estremamente pericolosi per la salute degli abitanti e ora dei parcheggiatori. Abbiamo più volte chiesto all’arpat e alla vecchia e nuova amministrazione di provvedere allo smantellamento senza essere presi in considerazione. Voglio ricordare che uno dei motivi per cui ci siamo trasferiti è stato proprio questo problema.. Trovo davvero incredibile che chi si fa bello di questa scelta NON abbia neanche fatto accenno a questa questione che è di estrema importanza, perché la salute dei cittadini DEVE superare in ordine di importanza tutto il resto! Spero che questo messaggio possa sollevare questo tema abilmente tenuto nascosto ormai da anni.

  20. # ste

    Occorre trovare forme intelligenti di pagamento, altrimenti questo parcheggio serve a poco.
    Intanto l’utenza della zona è costituita da:
    – residenti (365 giorni all’anno);
    – bagnanti (3 mesi all’anno);
    – minima parte turisti per il vicino museo Fattori.
    I negozi nella zona sono pochi, quindi non c’è traffico dovuto alla presenza di esercizi commerciali.
    In queste condizioni avrebbe senso un parcheggio a pagamento nelle ore DIURNE da giugno a settembre; un parcheggio a pagamento 365 giorni all’anno sempre e comunque non risolve i problemi della zona.
    Riservare posti a pagamento per i pullman destinati a scolaresche e comitive in visita al museo (sono stati previsti almeno posti per i pullman?)

  21. # Maicol

    Scusami tanto Ste, ma dopo ciò che ha scritto Antonella ti pare normale parlare di utenze?

    1. # Fabio

      Quello che ha scritto Antonella significa solo che la situazione deve essere tenuta sotto controllo. Le fibre di amianto sono pericolose solo dove si presentano rotture. Il resto è allarmismo non giustificato