Cerca nel quotidiano:


Successo per la Festa della Frassineta. I premiati

Lunedì 8 Agosto 2016 — 08:19

Mediagallery

L’Associazione Amici di Montenero ha celebrato nel corso della XXI Festa estiva della “Frassineta”, svoltasi al Maroccone Beach di Antignano, i suoi venti anni di vita, presenti oltre a moltissimi soci coi loro ospiti anche gli assessori comunali  al sociale e terzo settore, Ina Dhimgjini, e alla cultura, Francesco Belais. Tre i momenti di rilievo all’attenzione dei numerosi presenti. Il primo è stato la presentazione del Quaderno “I Vent’anni della Frassineta”, impreziosito da una bella copertina creata dal pittore Prof. Marc Sardelli (presente con il figlio Federico Maria) e contenente le descrizioni sintetiche delle venti feste (1996-2015), corredate da numerose foto e da memorie di alcuni degli eventi più importanti originati dall’Associazione, in particolare  il pellegrinaggio a cavallo da Montenero a San Pietro, nell’anno giubilare 2000 (era presente anche Enzo Poggiolini, ideatore del pellegrinaggio e conduttore all’epoca dei cavalieri, con numerosi membri del comitato organizzatore). Riportato nella pubblicazione – fuori commercio –  l’elenco degli 84 personaggi ed istituzioni pubbliche e private cittadine che hanno ricevuto negli anni i Premi della Frassineta, che dal 2012 sono stati intitolati allo scomparso fondatore Amerigo Poggiolini.
Il secondo momento è stato quello del conferimento dei Premi Amerigo Poggiolini a personaggi cittadini che hanno onorato con il loro lavoro, tenacia, impegno e ingegno la comunità cittadina. Un premio è stato consegnato a Luciano Barsotti, avvocato e docente universitario,  per i notevoli risultati conseguiti alla presidenza, tenuta dal 2002 al 2016, della Fondazione Livorno, istituzione estremamente importante per il territorio. Un altro a Giorgio Kutufà, dottore commercialista e docente universitario, ultimo dei presidenti elettivi della Provincia di Livorno, per averne tenuto la presidenza dal 2004 al 2014 con notevoli risultati sotto il profilo amministrativo e per l’equilibrio e la temperanza mostrati nell’esercizio delle sue funzioni. Un terzo premio è stato consegnato a Silvia Menicagli, apprezzata pubblicista e personaggio della cultura cittadina, per il suo grande meritorio  impegno nella battaglia per la ristrutturazione delle Terme del Corallo e la loro restituzione all’uso pubblico. Un quarto premio è stato infine consegnato al Maestro Roberto Sbolci, grande chitarrista, musicista, compositore, conosciuto sui palcoscenici e negli studi di registrazione d’Italia e del mondo, fondatore con il suo grande amico Federico Maria Sardelli dell’ensemble Modo Antiquo.

Il terzo momento è stato quello della consegna a sorpresa di altri PremiAmerigo Poggiolini a membridell’Associazione. Un premio è stato consegnato al segretario storico dell’Associazione  Gianfranco Porrà per l’impego e l’ingegno profusi nella organizzazione della Festa fin dalla sua nascita e nelle iniziative collaterali. Un secondo premio è stato consegnato dal Consiglio di Amministrazione al completo a Lisi Poggiolini, quale preziosa ed amata collaboratrice di Amerigo Poggiolini nella organizzazione delle Feste, alle quali tuttora dedica impegno ed esperienza, anche quale propositivo e ascoltato membro del Consiglio.

Lo svolgimento della Festa è stato curato secondo tradizione da Gianfranco Porrà, ben coadiuvato dalla presidente  Paola Volpi per l’avvio e lasequenza delle cerimonie di conferimento dei premi. Hanno validamente collaborato per alcuni importanti servizi Vinicio Ferracci, Spartaco Geppetti,  Paolo Quaglierini, Paolo Razzauti e Adele Siniscalchi.

(7 agosto 2016 – Report di Gianfranco Porrà)

Riproduzione riservata ©