Cerca nel quotidiano:


Nuovo Teatro delle Commedie, arrivano i Sinfonico Honolulu

La maggiore ukulele orchestra tornerà in grande stile con una scaletta interamente rinnovata ed un concerto dedicato alle cover-hit punk, wave e psichedelic-rock che hanno caratterizzato la musica degli anni '60 fino ad oggi

Venerdì 2 Marzo 2018 — 14:18

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Ritorno alle origini per i Sinfonico Honolulu che, venerdì 2 marzo,  inaugureranno il tour 2018 al Nuovo Teatro delle Commedie.
La maggiore ukulele orchestra, vincitrice della Targa Tenco nel 2013 nella sezione “interpreti” e del premio rivelazione live di Keep On nel 2016, tornerà in grande stile con una scaletta interamente rinnovata ed un concerto dedicato alle cover-hit punk, wave e psichedelic-rock che hanno caratterizzato la musica degli anni ’60 fino ad oggi, il tutto condito dall’incisivo suono dell’Ukulele.
Dopo l’uscita del disco di “Maledetto colui che è solo” con Mauro Ermanno Giovanardi ed il disco di inediti “Il Sorpasso”, l’orchestra livornese ha riscosso molto successo nella penisola italiana con più di duecento concerti in attivo, si sono affermati come una delle orchestre più famose d’Italia arrivando ad ospitare nei propri concerti i grandi della musica italiana da ospitando nel corso dei propri concerti protagonisti della canzone italiana, da Gianmaria Testa a Paola Turci, da Niccolò Fabi a Appino. Dall’autunno 2017 gli importanti cambiamenti nella formazione del Sinfonico, rivoluzionano assetto e orientamento artistico della band, che torna alle origini con un repertorio di hit internazionali, l’orchestra sancisce un nuovo inizio col tour che inizierà stasera e che proseguirà la settimana prossima l’8 marzo a Pesaro al Prima Porto. Il Sinfonico Honolulu è composto da: Steve Sperguenzie (voce e ukulele), Antonio Ghezzani (voce, ukulele ), Gigi Iasilli (voce e ukulele), Pippo Papucci (basso, cori), Gianluca Milanese (ukulele e cori), Filippo Cevenini (ukulele), Francesco Damiani (ukulele) e Leonardo Frangioni (ukulele e cori), il progetto è seguito come management e booking da Luca Zannotti

Riproduzione riservata ©