Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Auguri musicali con il Concerto di Capodanno al Teatro Goldoni

Mercoledì 22 Dicembre 2021 — 08:08

Si terrà sabato 1° gennaio dalle 18, in collaborazione con l'orchestra del Conservatorio "P. Mascagni" del direttore Lorenzo Sbaffi, con le musiche di Brahms, Milhaud, Bernstein e Màrquez

di Jessica Bueno

Un evento che riaccende la speranza di un ritorno alla normalità con la riapertura degli spettacoli dal vivo: sabato 1° gennaio, al Teatro Goldoni, dalle 18 si terrà il Concerto di Capodanno, in collaborazione con l’orchestra del Conservatorio “P. Mascagni” del direttore Lorenzo Sbaffi, con le musiche di Brahms, Milhaud, Bernstein e Màrquez.

“Per noi è una grande soddisfazione – dice Luciano Barsotti, presidente della Fondazione Livorno – essere qui a presentare questo concerto, che rientra in una tradizione bruscamente interrotta dal lockdown dello scorso anno. Speriamo vivamente di riuscire a riempire il teatro e di poterlo fare dal vivo, questo dipenderà dall’andamento dei contagi e dalle decisioni del Consiglio dei ministri”.

Il programma propone, in apertura, la seconda suite in fa maggiore per orchestra di fiati (1911) dell’inglese Gustav Holst, con brani ispirati a melodie del folklore britannico. La prima parte del concerto si conclude con l’ascolto della Serenata n. 2 in la maggiore per piccola orchestra, op.16 di Brahms. La Creation du monde, op.81 di Milhaud apre la seconda parte del programma e si ascolterà poi, di Bernstein, la Suite per Orchestra di fiati da Candide che precede di un anno la realizzazione di West Side Story. Chiude il programma il Danzòn n.2 per orchestra di fiati del compositore messicano Marquez, nell’arrangiamento di Oliver Nickel.

“Ringraziamo la Fondazione Livorno per il sostegno – prosegue Marco Luise, presidente del Conservatorio Pietro Mascagni – Questo è un forte segnale di ripartenza per questa importante tradizione del concerto di Capodanno. Per i nostri studenti è una vetrina irrinunciabile, un appuntamento con la città a cui tutti vogliono partecipare”.

“Abbiamo il primato – afferma al riguardo Renato Meucci, Direttore del Conservatorio – di aver proseguito le attività didattiche anche in zona rossa, svolgendo lezioni individuali e cercando sempre di mandare un messaggio di ottimismo e speranza. Per questo concerto abbiamo cercato di far suonare la maggior parte degli studenti, per i quali questo rappresenta un importante traguardo, scegliendo un programma di brani particolari, in collaborazione col maestro Sbaffi”.

“Si tratta infatti – conclude Mario Menicagli, direttore amministrativo Fondazione Teatro Goldoni – di un programma volutamente atipico per un concerto di Capodanno, solitamente composto da valzer e altri tipi di danze, molto più ricercato e sofisticato. Le avvisaglie purtroppo non sono delle migliori, ma cercheremo di garantire la riuscita di questo appuntamento, magari in diretta streaming”.

I biglietti sono in vendita al botteghino del teatro Goldoni il martedì ed il giovedì dalle 10 alle 13, il mercoledì, il venerdì ed il sabato dalle 16.30 alle 19.30. Durante il periodo delle festività osserverà il seguente orario di apertura: venerdì 24 dicembre dalle 10 alle 13, martedì 28 dicembre dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, mercoledì 29 dicembre  dalle 16.30 alle 19.30, giovedì 30 dicembre dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, martedì 31 dicembre dalle 10 alle 13 e sabato 1 gennaio aperto dalle 16 per il concerto.

Prezzi: posto unico numerato a 10 euro. C’è la possibilità di acquistarli online su www.ticketone.it. Aggiornamenti sullo spettacolo su www.goldoniteatro.it

Condividi:

Riproduzione riservata ©