Cerca nel quotidiano:


“Botanica” sul palco del Goldoni

Un emozionante viaggio tra i segreti delle piante in un dialogo continuo tra suoni, parole, immagini incredibili e musica estremamente evocativa

mercoledì 12 Dicembre 2018 08:15

Mediagallery

Uno spettacolo innovativo e coinvolgente, un connubio senza precedenti tra musica e scienza: è “Botanica”, il nuovo appuntamento per la stagione di prosa del Teatro Goldoni che mercoledì 12 dicembre, alle 21 vedrà uno dei massimi neurobiologi italiani Stefano Mancuso raccontare in maniera rigorosa ma godibilissima ed accessibile le meraviglie del mondo vegetale con le incredibili sonorità create da i Deproducers (foto di Lorenza Daverio).
Prende vita così un emozionante viaggio tra i segreti delle piante in un dialogo continuo tra suoni, parole, immagini incredibili e musica estremamente evocativa. Botanica è il secondo capitolo di un progetto originale nato dall’incontro di quattro produttori del calibro di Vittorio Cosma (ideatore), Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci. I Deproducers sono oggi un vero e proprio laboratorio culturale che si ripropone di musicare dal vivo affascinanti e divulgative conferenze scientifiche. Planetario, il primo capitolo, risale al 2012 e unì la musica alle conferenze spaziali dell’astrofisico e direttore del Planetario di Milano Fabio Peri con le immagini originali concesse dall’ESA per lo spettacolo.

Botanica, vede la luce nel 2016 e crea una colonna sonora organica e ricca per le incredibili rivelazioni narrate da Mancuso, divulgatore appassionato e fondatore della neurobiologia vegetale: professore presso l’Università di Firenze e accademico ordinario dell’Accademia dei Georgofili, dirige il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale ed è tra i fondatori della International Society for Plant Signaling & Behavior. Scopriremo così che c’è un pianeta verde che comunica con modalità che non mancheranno di sorprendere e stupire ed alla fine di questo percorso conosceremo qualcosa in più sui processi del suo sviluppo, la sua natura peculiare, fino agli effetti sempre più nocivi ed opprimenti della presenza umana tra disboscamento ed inquinamento.

Botanica porta alla luce le diverse anime dei Deproducers, dall’elettronica al rock, dalle colonne sonore, al “semplice” strumentale dalle ritmiche incalzanti e dall’evidentissima vena sperimentale giocata su effetti e ripetizioni.

Lo spettacolo utilizza i visual con le proiezioni sincronizzate create da Marino Capitanio e le scenografie di Peter Bottazzi.

Tutte le notizie sullo spettacolo su www.goldoniteatro.it.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.