Cerca nel quotidiano:


Conclusa la Mascagni Academy per cantanti lirici

Si è conclusa domenica 27 giugno con la masterclass finale del soprano di levatura internazionale Amarilli Nizza l’accademia di alto perfezionamento per cantanti lirici

Martedì 29 Giugno 2021 — 16:10

Mediagallery

Si è conclusa domenica 27 giugno con la masterclass finale del soprano di levatura internazionale Amarilli Nizza, la “Mascagni Academy #ilfuturoèora”, l’accademia di alto perfezionamento per cantanti lirici che dallo scorso maggio ha animato la bella tenuta Bellavista Insuese sull’Oasi Spondone a Guasticce. Una vera e propria Accademia “Verista”, come voluta dal direttore artistico del Mascagni Festival Marco Voleri, che dallo scorso mese di maggio si è posta l’obbiettivo di lavorare su un repertorio affascinante quanto impegnativo quale quello “inaugurato” dal compositore livornese nel 1890 con il suo capolavoro Cavalleria rusticana che tanta influenza ed importanza ha avuto nella storia e nello sviluppo del melodramma: “Sono particolarmente contento di quanto siamo riusciti ad ottenere in queste settimane di lavoro – afferma Voleri – ed il mio ringraziamento va innanzitutto ai docenti che sono riusciti con tanta attenzione e professionalità a coinvolgere, consigliare, guidare, un gruppo di 21 cantanti provenienti da tutto il mondo che hanno risposto entusiasticamente a questo percorso. Amarilli Nizza, come la direttrice d’orchestra Gianna Fratta e tutti i prestigiosi docenti che si sono alternati nel ciclo di lezioni, hanno posto l’accento e ben visualizzato come la formazione sia qualcosa che vada coltivata ed affinata con impegno e dedizione. Sono altresì lieto di annunciare che il livello raggiunto sia stato tale – ad unanimità della commissione dell’Academy – da coprire i ruoli della prossima produzione lirica de L’amico Fritz di Pietro Mascagni (Guasticce, lago Alberto 31 luglio – 1 agosto) e dei concerti che dai prossimi giorni animeranno la città di Livorno e non solo, sempre nel nome del musicista labronico”.

“I giovani hanno oggi poche opportunità di inserirsi nel mondo lavorativo – afferma il soprano Amarilli Nizza – e poche anche di approfondire repertori considerati per cantanti più “adulti”, maturi. Invece far avvicinare i giovani a spartiti per così come sono stati scritti da autori quali Mascagni, con tutte le raffinatezze ed i passaggi tecnici necessari, consente un lavoro a 360 gradi che consente di prepararsi in maniera più consapevole ad affrontare un tipo di musica assolutamente da valorizzare e riscoprire. La Mascagni Academy in questo senso è stata e sarà negli anni uno strumento utile ed indispensabile”. Molto apprezzata dagli allievi la formula molto varia che ha caratterizzato tutto il periodo formativo: non solo studio di tecnica vocale ma anche materie di approfondimento particolari come “neuroscienze e canto”, “regia ed interpretazione”, “direzione d’orchestra”, “storia ed opere di Mascagni”, solo per citarne alcune, esperienze tangibili e dirette che hanno fatto percepire la ricchezza e complessità che è alla base stessa del fascino (ma anche della difficoltà) dell’arte lirica. Infine, di non secondo piano soprattutto in un periodo tanto difficile anche per gli operatori teatrali ed artistici, è risultata particolarmente gradita la completa gratuità del Mascagni Academy, un percorso organizzato e promosso dal Dipartimento Mascagni Festival della Fondazione Teatro Goldoni.

Riproduzione riservata ©