Cerca nel quotidiano:


Crestacci interpreta Modigliani in uno show-monologo al Goldoni

Appuntamento venerdì 24 alle 21 al Goldoni. Lo spettacolo, che da oltre dieci anni sta girando tutta Italia nonché molte città della toscana, ha da sempre ottenuto un grande successo di pubblico e di critica

Lunedì 16 Dicembre 2019 — 17:03

Mediagallery

Amate Modigliani? Amate i suoi ritratti e i suoi nudi? Amate la sua pittura aristocratica e sensuale,una delle più inconfondibili della storia dell’arte? Amate la sua timidezza e la sua eleganza? Chi era Amedeo Modigliani? Un maudit, un genio della sregolatezza che si è bruciato nella Parigi viziosa di Montmartre e Montparnasse? Un uomo introverso, in forzato esilio, sempre scontento di sé stesso e della sua arte? Un uomo della Provincia che ebbe la forza e il coraggio di essere fedele ai suoi più profondi e intensi bisogni e che conobbe e visse con i più importanti artisti del novecento?
Lo spettacolo che andrà in scena venerdì 24 gennaio alle 21, al Teatro Goldoni è un monologo che racconta la storia e le passioni di Modigliani e ricostruisce un intenso e onirico ritratto dell’uomo, del pittore, del padre. Attraverso una irriverente, stralunata e comica spola tra Livorno e Parigi, tra il passato e il presente, lo spettacolo Modigliani è uno sguardo amaro sulla Provincia che non riconobbe il suo genio. Una Provincia solare e bella, drammaticamente conservatrice, ostile al rinnovamento e irragionevolmente orgogliosa delle proprie debolezze. Una Provincia scolorita che la storia di Modigliani racconta e che di riflesso evoca e ricorda le vicende di un uomo timido, la sua ironia, la sua generosità, il suo esilio e lo sconforto della sua breve vita.

“Nel lavoro su Modigliani – spiegano gli autori – ci siamo concentrati sull’importanza di ricostruire la sua memoria in una città che nel tempo l’aveva dimenticato. Uno dei pittori più importanti del novecento era come caduto nell’oblio. Nel lavoro sentivamo tutta la responsabilità di restituire brevemente l’epoca passata di Livorno, la cronaca di avvenimenti e personaggi che svolsero un ruolo importante o sfiorarono soltanto la storia di Modigliani, la Belle Époque e Parigi, i cambiamenti storici in corso, il punto di vista del passato e del presente su Modigliani, i nostri sentimenti e il nostro modo di vedere un personaggio intriso del nostro stesso salmastro e del nostro stesso libeccio”

Lo spettacolo da oltre dieci anni sta girando tutta Italia, in scena a Sassari, Cagliari, Napoli, Brescia, Torino, Padova, Bergamo ed in molte città della toscana ha da sempre ottenuto un grande successo di pubblico e di critica, nel 2009 si è aggiudicato il Premio Nino De Reliquis per il Teatro, la Danza e le Arti Performative. Testo di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci, regia di Alessandro Brucioni, suoni Alberto Battocchi, produzione mowan teatro, con il sostegno del Nuovo Teatrodelle Commedie.
Speciale promozione per chi acquista il biglietto prima di Natale. Per informazioni Teatro Goldoni 0586-20.42.37 www.goldoniteatro.it

Riproduzione riservata ©