Cerca nel quotidiano:


I croceristi americani tornano al Goldoni

Al Goldoni sono andate in scena due serate speciali nel segno della lirica e della canzone italiana riservate agli ospiti di crociere internazionali presenti nel porto della nostra città

Mercoledì 28 Settembre 2016 — 12:12

Mediagallery

“Non siamo in un teatro qualunque in una qualsiasi città della Toscana: da qui è passato un pezzo di storia importante per la musica e la cultura con Pietro Mascagni ed il Verismo; Livorno è stato un esempio in Italia ed in Europa di libera circolazione e convivenza pacifica tra persone e religioni; qui è nato uno dei Presidenti della Repubblica Italiana come Carlo Azeglio Ciampi, recentemente scomparso”: sono alcuni dei messaggi che in questi giorni si sono alternati al Teatro Goldoni di Livorno in due serate speciali nel segno della lirica e della canzone italiana riservate agli ospiti di crociere internazionali presenti nel porto della nostra città. Un bell’esempio di incontro tra turismo, cultura e territorio: Livorno ed il Goldoni sono sempre più meta e tappa per migliaia di visitatori, in questo caso a larghissima provenienza americana, coinvolti in iniziative autofinanziate che fanno leva sulla bellezza e coinvolgente forza della nostra musica e del nostro teatro. Ecco che tre tenori toscani, con un ideale richiamo all’indimenticabile performance di Pavarotti-Domingo e Carreras a Roma nel ‘90, si sono prodotti nella prima parte in una brillante carrellata di arie e brani celebri (Tosca, Butterfly, Pagliacci, Rigoletto, ecc.) e nella seconda – dopo un omaggio allo statunitense Leonard Bernstein con “Tonight” dal musical West side story – alle canzoni melodiche che a partire dalla tradizione napoletana hanno contribuito a rendere ancora più famoso in tutto il mondo il nostro ricco repertorio musicale.  Altri appuntamenti sono già programmati per aprile e maggio 2017.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # franco

    Stupendo!
    Ringrazio gli organizzatori e spero che non si faccia un passo indietro.