Cerca nel quotidiano:


“Gilda, mia Gilda ovvero Rigoletto” stasera al Goldoni

"Gilda mia Gilda ovvero Rigoletto" il 13 aprile, alle 21 al Goldoni. Il concerto in cui la musica da camera incontra l'opera con la partecipazione di Sonia Bergamasco, farà da apripista ai numerosi eventi del Livorno Music Festival

venerdì 13 Aprile 2018 07:10

Mediagallery

La musica da camera incontra l’opera lirica con “Gilda, mia Gilda ovvero Rigoletto”, una straordinaria rielaborazione cameristica del capolavoro di Giuseppe Verdi Rigoletto: l’evento speciale, anteprima del Livorno Music Festival, si terrà venerdì 13 aprile, alle 21 al Teatro Goldoni di Livorno, organizzato dall’Associazione Amici della Musica di Livorno, in coproduzione con ContempoArtEnsemble.

Non si è trattato mica di rifare Rigoletto gareggiando col Maestro – ha affermato Michele Dall’Ongaro, il compositore, musicologo, conduttore radiofonico e televisivo che ne ha curato la parte musicale – Credo che nessuno sia così idiota. Si è trattato invece di giocarci insieme, di prendere degli oggetti tanto familiari e passarli al setaccio. Raccontare Verdi smontandolo, fondendolo. Estrarre l’anima di una drammaturgia perfetta per ammirarne le molle, le viti, i bulloni”. E’ nato così un melologo per voce recitante e quintetto d’archi su testo e drammaturgia di Vittorio Sermonti, lo scrittore, traduttore, regista televisivo e di teatro, grande cultore della lingua di Dante, scomparso nel 2016.

Protagonisti della serata i Solisti di ContempoArtEnsemble (Duccio Ceccanti e Clarice Binet al violino, Edoardo Rosadini alla viola, Giorgio Marino al violoncello e Pietro Horvath al contrabbasso) diretti da Vittorio Ceccanti, direttore artistico del Livorno Music Festival, artista con un’intensa carriera internazionale in Europa, Asia e Americhe, insignito della medaglia d’argento del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi.

La parte recitativa dello spettacolo vedrà la partecipazione dell’attrice Sonia Bergamasco, volto molto noto al pubblico sia in campo cinematografico (ha recitato tra gli altri con registi come Bernardo Bertolucci, Liliana Cavani, Giuseppe Bertolucci, Marco Tullio Giordana, ecc.) e televisivo, dove ha riscosso grande successo nelle innovative e fortunate serie Tv Tutti pazzi per amore e Una grande famiglia di Riccardo Milani, oltre ad essere l’ultima interprete di Livia, compagna del Commissario Montalbano, nella fortunata serie TV di Rai 1. Ha vinto numerosi premi quali il Duse, il Nastro d’argento come attrice protagonista, il Flaiano come miglior interprete, il Premio Alida Valli come migliore attrice non protagonista e il Premio CIAK d’oro.

La serata sarà aperta dal Quartetto in mi minore che Verdi compose a Napoli nel marzo 1873, durante una forzata pausa causata dal rinvio di una nuova produzione di Aida: eseguito in Casa Verdi il 1 aprile 1873, davanti a un uditorio selezionatissimo e ristretto, il quartetto non avrebbe dovuto avere, almeno nelle intenzioni dell’autore, ulteriori diffusioni e fu solo dopo molte pressioni che acconsentì alla sua pubblicazione.

Il concerto è organizzato con la compartecipazione del Comune di Livorno e Scorpio Pubblicità, con il contributo di Fondazione Livorno e Regione Toscana ed in collaborazione con Fondazione Teatro Goldoni, Fondazione Arte e Cultura, Fondazione Piaggio e Rotary Club Livorno

Info: 0586 204290 o www.goldoniteatro.it

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # caapranzi

    COMPLIMENTI SINCERI MAESTRO!!!! SEI IL NUMERO UNO PER QUESTO…….
    ENRICO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.