Cerca nel quotidiano:


Goldoni, ecco le prossime iniziative. Il programma

Tra le novità da segnalare la nascita dell'Orchestra del Teatro Goldoni che esordirà il 10 aprile, la nuova rassegna di spettacoli "Opere in corso d'opera" , l'audizione per la Mascagni Academy e e la pubblicazione del libro “Astor Piazzolla: una vita per la musica”

Mercoledì 17 Marzo 2021 — 18:45

Mediagallery

Sono stati premiati i tre testimoni del Teatro e per il Teatro in città: Pancaccini, Lippi e Bertini. Salvetti: "Doveroso riconoscere il lavoro di chi, prima di noi, negli anni si è speso umanamente e professionalmente a favore del teatro livornese"

di Lorenzo Evola, foto della conferenza a cura di Lorenzo Amore Bianco

“Questa è una giornata speciale perché unisce un glorioso passato ad un ambizioso presente ed un futuro tutto da scrivere”. Esordisce così il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, nella conferenza di presentazione delle nuove attività della Fondazione Goldoni, tenutasi all’interno del celebre teatro cittadino (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare il programma completo delle prossime iniziative, foto degli spettacoli Bizzi/Trifiletti).
Fondazione che, nonostante il periodo difficile legato alla pandemia, ha cercato di mantenere un legame stretto con il proprio pubblico, tramite la produzione di numerosi spettacoli da novembre in poi – fruibili gratuitamente sulla Rete e nel rispetto dei limiti e dei vincoli oggi imposti – ed altre attività in programma nei mesi di marzo, aprile e maggio.

GIUSEPPE <span id= PANCACCINI” width=”300″ height=”200″ />

Dopo la premiazione di tre colonne portanti del Teatro della nostra città, scelti come testimoni del teatro livornese, come Marco Bertini, Giovanni Lippi e Giuseppe Pancaccini, è lo stesso Salvetti a proseguire: “Credo che sia doveroso riconoscere il lavoro di chi, prima di noi, negli anni si è speso umanamente e professionalmente a favore del teatro livornese. Sono dei modelli dai quali trarre esempio. Per quando riguarda il presente, è bello vedere tutto questo attivismo del Teatro Goldoni, anche e soprattutto nel periodo che stiamo vivendo, perché è facile fare progetti in condizioni di “normalità” mentre è molto più complicato farlo in situazioni come quella dei nostri giorni. Il Teatro Goldoni invece è riuscito in tutto ciò, permettendo a tante maestranze di lavorare indipendentemente dalla pandemia”.

MARCO BERTINI

Entrando nel merito delle novità proposte dalla Fondazione, da segnalare la nascita dell’Orchestra del Teatro Goldoni, che, come spiega Mario Menicagli, direttore amministrativo del Goldoni: “Nasce con l’intento di rappresentare un punto di riferimento per le produzioni che il nostro teatro offre. Abbiamo creato questo nucleo attraverso un bando che ha visto la partecipazione di 290 musicisti, i quali andranno a comporre l’organico nella stagione lirica e in quella sinfonica, sperando che ripartano il prima possibile. L’organizzazione dell’orchestra è affidata ad una società composta da professionisti del settore, guidati dal general manager Luciano Corona, mentre il direttore principale sarà Gerardo Estrada Martìnez”.
L’esordio dell’Orchestra è fissato per il 10 aprile a Livorno, quando, in occasione del trentennale della tragedia del Moby Prince, sarà eseguito il “Requiem K626” di Mozart, diretta dal maestro Giovanni Di Stefano, con una modalità che permetta la partecipazione della città (in streaming).

OPERE IN CORSO D'OPERA

OPERE IN CORSO D’OPERA

Partirà invece il 19 marzo (alle 18) la nuova rassegna di spettacoli fruibili, sempre in streaming sul canale Youtube del Teatro Goldoni, intitolata “Opere in corso d’opera”. Si tratta di 4 realizzazioni sceniche ed in costume che permettono allo spettatore di vedere tutte le fasi che precedono la rappresentazione, seguendo gli artisti minuto per minuto. La Fondazione Goldoni per questo nuovo percorso del suo “Web Opera” si è affidata a 4 giovani registi: Matteo Moglianesi, che realizzerà “La Bohème” atto III (19 marzo), Giulia Bonghi in scena con il “Rigoletto” atto III scena III (26 marzo), Tommaso Capodanno con “La Cenerentola” atto II scena VIII (2 aprile) e Danilo Capezzani impegnato nella celebre “Cavalleria Rusticana” scene V e VI (9 aprile).

MARCO VOLERI DIRETTORE MASCAGNI FESTIVAL

MARCO VOLERI DIRETTORE MASCAGNI FESTIVAL

Svelati, infine, altri due eventi degni di nota come le audizioni per la Mascagni Academy – che si svolgeranno al Goldoni giovedì 18 marzo, con 38 cantanti ammessi alla selezione finale – e la pubblicazione del libro “Astor Piazzolla: una vita per la musica” di Marìa Susana Azzi per la casa editrice livornese “Sillabe”, che verrà presentato quest’estate, in occasione di una tre giorni di eventi in Fortezza Vecchia, organizzata, per la celebrazione del centenario della nascita di Piazzolla, con la collaborazione della Fondazione Goldoni.

Riproduzione riservata ©