Cerca nel quotidiano:


Goldoni, laboratorio di ricerca sulla drammaturgia contemporanea

Il laboratorio è riservato a drammaturghi, registi e narratori che vogliano fare un'esperienza di lavoro nel campo della scrittura di un testo teatrale. CV entro il 10 gennaio 2021 a [email protected]

Mercoledì 16 Dicembre 2020 — 16:01

Mediagallery

al 1 febbraio, ma con richiesta di partecipazione da inviare entro il 10 gennaio, il Teatro Goldoni organizza un laboratorio di ricerca sulla drammaturgia contemporanea condotto da Francesco Niccolini, drammaturgo e scrittore

Dal 1 febbraio, ma con richiesta di partecipazione da inviare entro il 10 gennaio, il Teatro Goldoni organizza un laboratorio di ricerca sulla drammaturgia contemporanea condotto da Francesco Niccolini, drammaturgo e scrittore. Il laboratorio è riservato a drammaturghi, registi e narratori che vogliano fare un’esperienza di lavoro nel campo della scrittura di un testo teatrale. “Negli ultimi anni – spiega Niccolini – con Emanuele Gamba, direttore artistico del Teatro Goldoni, ci siamo confrontati in tutti i modi possibili sulla drammaturgia contemporanea: insieme abbiamo realizzato un’opera rock, uno spettacolo per bambini di teatro d’ombre e musica, un grande adattamento teatrale di un classico della letteratura americana e un monologo. Discutiamo spesso della mancanza in Italia di un centro teatrale che fa della drammaturgia e della formazione drammaturgica un impegno specifico e un investimento per il futuro. Immaginare di fare del Teatro Goldoni un tetto ospitale per giovani drammaturghi e per tutti coloro che vogliono provare a fare esperimenti di scrittura teatrale, mi sembra una scommessa eccitante e unica, nella piattezza del panorama teatrale italiano. Avere il coraggio di far partire il progetto nonostante la pandemia, un’ulteriore scossa rispetto al terrore che immobilizza la gran parte del teatro. Spero che troveremo partner per far crescere questo progetto e che nonostante le mille difficoltà del presente, ci sia una risposta altrettanto coraggiosa da parte di drammaturghi scrittori e amanti della sperimentazione. E superata la pandemia, l’idea che Livorno – città nella quale ormai vivo da vent’anni – possa diventare un punto di riferimento per la drammaturgia italiana, frequentata regolarmente da drammaturghi registi e creatori di nuove forme di spettacolo, mi sembra una autentica iniezione di ottimismo e vitalità: in Italia abbiamo un disperato bisogno di rinnovare arte e cultura, senza accontentarsi alla mera riproposizione del passato e di una dimensione archeologica. Il Teatro Goldoni può esserne nel tempo un centro propulsore eccezionale”.

Per accedere al laboratorio, che prevede un numero massimo di 10 iscritti, gli allievi dovranno presentare il soggetto di un proprio spettacolo già in corso di progettazione, in modo che durante il laboratorio possa essere fatto un lavoro approfondito di creazione e drammaturgia insieme a Francesco Niccolini. Può trattarsi di qualunque genere di spettacolo: teatro di prosa, teatro di narrazione, monologo, libretto per un’opera, teatro di figura, teatro danza, teatro digitale, video teatro e quant’altro.  Nel programma del laboratorio è previsto un lavoro giornaliero di scrittura, drammaturgia e messa in scena, infatti, al termine del laboratorio, i singoli progetti verranno ripresi e messi in prova per giungere a una mise en espace realizzata in collaborazione con i docenti della scuola di teatro della Fondazione Goldoni e con gli attori/allievi. Le lezioni saranno articolate in 4 moduli di 25 ore, ogni modulo prevede cinque ore di lezione (orario 14,30/19,30) per cinque giorni secondo il seguente calendario: 1/5 febbraio; 1/5 marzo; 29 marzo /2aprile; 3/7 maggio 2021. Gli interessati possono scrivere a [email protected] inviando, rigorosamente in due pagine totali, il proprio CV e una presentazione del progetto al quale intendono lavorare. La scelta dei progetti prescelti è a insindacabile giudizio del docente del laboratorio e della direzione artistica della Fondazione Teatro Goldoni. Per avere più notizie di Francesco Niccolini visita il sito www.francesconiccolini.it. INFO: [email protected]

Riproduzione riservata ©