Cerca nel quotidiano:


Goldoni, sabato Galà di Danza “Le due Giselle”

Appuntamento sabato 24 ottobre alle 21: sarà il momento finale del progetto didattico-artistico di “Interdanza”

Martedì 20 Ottobre 2020 — 16:27

Mediagallery

Amore, disperazione, rabbia, pentimento: è la “Giselle” di Adolphe-Charles Adam, uno dei balletti più amati e rappresentati al mondo

Amore, disperazione, rabbia, pentimento: è la “Giselle” di Adolphe-Charles Adam, uno dei balletti più amati e rappresentati al mondo. Una storia senza tempo, fonte di ispirazione interpretativa e coreografica, ma anche formidabile banco di prova per l’esplorazione e la formazione nel campo dell’arte coreutica: se ne potrà avere un alto e coinvolgente esempio nel Galà di Danza “Le due Giselle” in programma sabato 24 ottobre, alle 21, al Teatro Goldoni momento finale di “Interdanza” un progetto didattico-artistico promosso da Arts4all Associazione Interculturale e Laboratorio di Danza e Movimento in collaborazione con l’Associazione Culturale Bellart. “E’ con grande gioia ed emozione che presentiamo l’ottava edizione di Interdanza – affermano Eva Kosa e Mitzi Testi che ne firmano la direzione artistica  –  un percorso multidisciplinare nato nel 2012 con lo scopo di promuovere la pratica e la conoscenza della danza e delle arti ad essa correlate (musica, letteratura, arti figurative ed espressive), coinvolgendo studenti di danza di nazionalità diverse guidati da docenti di chiara fama ed affiancati da ballerini professionisti internazionali. Un percorso – proseguono – che proprio in un momento di così grande difficoltà, valorizza ancora più il lavoro svolto da tutti i ragazzi che hanno l’opportunità di partecipare a stages, workshop, spettacoli con Maestri di grande spessore ed esperienza”. Il Gala rappresenta così lo spettacolo clou del progetto ed andrà in scena nel rispetto del distanziamento sociale e delle norme stabilite dai decreti sanitari anti-covid: “Assisterete a coreografie create ex novo – aggiungono gli organizzatori – ideate in questo nuovo periodo della nostra nuova esistenza, la quale ci ha imposto  nuovi comportamenti e stili di vita; ma in particolare, assisterete, per la prima volta, ad un grande balletto classico del passato, Giselle, riproposto in una versione particolare che cercherà di non  snaturare lo spirito romantico del periodo al quale appartiene”. La novità de “Le due Giselle” non consisterà però solo in questa rivisitazione dovuta agli eventi pandemici, ma sarà il risultato di un progetto didattico firmato dal M° Michele Politi, destinato ad ampliare le conoscenze tecniche, stilistiche, storiche e filologiche del balletto di Adam, accostando il celebre secondo atto della versione tradizionale classica, alla versione contemporanea ideata dal coreografo svedese Mats Ek nel 1982. Si assisterà così alla prima parte tradizionale, rimontata da Christiane Marchant e Michele Politi, ed interpretata da un corpo di ballo composto da 19 allieve selezionate tra le scuole di danza di Livorno; i ruoli principali saranno interpretati da quattro danzatori dell’Eko Dance Project. La coreografia di Mats Ek, rimontata da Pompea Santoro, sarà interpretata dai ballerini dell’Eko Dance Project, la cui straordinaria partecipazione arricchisce la nuova edizione di “Interdanza”. Oltre “Le due Giselle” sono stati proposti da Interdanza altri tre laboratori coreografici a cura della prof.  Sofiya Hristova del Liceo coreutico Niccolini Palli e il M° Politi, sulle musiche di Mozart, Prokofiev e Ciakovskij. Protagonisti sono gli alunni di varie scuole di Livorno con età a partire dagli 8 anni in su.

Al progetto partecipano le scuole di danza: Liceo coreutico Niccolini Palli (referente Sofiya Hristova); Laboratorio di danza e movimento (direzione artistica Mitzi e Cecilia Testi); Scuola di danza Dea (direzione artistica Carolina Picciotto); Eimos Centro Formazione Danza (direzione artistica Stefania Valdiserri, Ilaria Magonzi, Barbara Romano, Laura Balzano); Centro Armonia danza (direzione artistica Martina Cecchini); Areadanza (direzione artistica Gaia Lemmi); MAD (direzione artistica Federica Nicoli).

Lo spettacolo si avvale del patrocinio del Comune di Livorno, del sostegno del Rotary Club Livorno che ha sostenuto il progetto e di quello degli sponsor Tunde Maria Kosa, Anima e Corpo Estetica, La Chicchera, Passo di danza, Alessandro Tei-rappresentanti, Guglie ristorante enoteca, Scuola di danza Dea. Tutte le informazioni sullo spettacolo su www.goldoniteatro.it.

Riproduzione riservata ©