Cerca nel quotidiano:


Goldoni, si alza il sipario sulla stagione 2018-2019

Presentato il ricco cartellone 2018-2019 studiato per attirare un pubblico eterogeneo, giovani in particolare. Ad aprire la stagione sarà il musical "Jesus Christ Superstar". Marco Leone: "130 sipari l'anno e numero di spettatori in aumento"

venerdì 13 luglio 2018 07:42

di Jessica Bueno

“Numero di spettatori in aumento. 130 sipari l’anno. 12.800 giornate lavorative. La cultura è un valore. Questi risultati non fanno che confermarlo”. Con queste parole e numerosi ringraziamenti a tutti gli operatori del settore, il direttore generale della Fondazione Goldoni, Marco Leone, ha aperto il 12 luglio la presentazione della stagione 2018-2019 (in fondo all’articolo potete consultare il cartellone degli spettacoli insieme alle foto di alcuni dei protagonisti della nuova stagione). Una stagione studiata con l’obiettivo di attirare un pubblico eterogeneo, in particolar modo i giovani, che quest’anno conta uno spettacolo di prosa in più rispetto al consueto. “Da parte del Comune – afferma Stella Sorgente, vicesindaco – c’è un grande impegno per rendere merito al lavoro del Teatro. Un impegno che va a coinvolgere anche i giovani con numerosi percorsi e progetti partecipativi, per far vivere a tutto tondo l’esperienza teatrale. Un grazie a Marco Leone e a tutto lo staff per la loro passione incredibile ed il loro impegno quotidiano”. “I risultati sono ottimi – dice l’assessore alla cultura Francesco Belais – e per tutto questo è necessaria una grande professionalità, oltre ad un grande impegno a livello economico e di tempo. Dietro le quinte ci sono delle bellissime squadre, con un entusiasmo ed un’armonia fantastici”. Durante la presentazione, il Laboratorio Musical del teatro ha aperto una breve ma intensa parentesi musicale con il famoso brano dei Queen “We Will Rock You”, cantato in coro ed a cappella, senza accompagnamento musicale. “L’interesse per il teatro è grande – sostiene Marcello Murziali, vicepresidente Fondazione Livorno – e lo dimostra la grande presenza riscontrata. L’interesse della fondazione per il Goldoni è datato, ma cresce sempre di più col passare del tempo. Il teatro determina effetti positivi per la città, effetti che si riversano nell’economia cittadina”. Disponibili abbonamenti e pacchetti vantaggiosi per gli spettatori sul sito del Teatro.
Ad aprire la stagione del Goldoni sarà, sabato 13 e domenica 14 ottobre, il musical “Jesus Christ Superstar” con Ted Neeley e diretto da Massimo Romeo Riparo (in scena fuori abbonamento il 13 ottobre alle 21 e il 14 alle 17). Per la lirica protagoniste saranno le opere di tre grandi musicisti della tradizione italiana e mondiale: “L’elisir D’amore” (G. Donizetti), “” (P. Mascagni) operetta mai rappresentata al Goldoni (il 23 e 25 novembre); “La Boheme” (19 e 20 gennaio) e “Madama Butterfly”, (entrambe di G. Puccini) il 29 e 31 marzo.
Sarà “Lo Schiaccianoci” ad aprire il cartellone della danza con il grande classi di P. Cajkovskij, interpretato dal team di Mosca “La Classique” (20 dicembre). La “NoGravity Dance Company” si cimenterà nella “Divina Commedia – Dall’Inferno al Paradiso” (13 febbraio). “Golden Days” (6 marzo) e “Racconti di altre danze” (primavera 2019, fuori abbonamento). Giovedì 29 novembre il Balletto di San Pietroburgo presenta “Il Lago dei cigni” musiche Pëtr Il’ič Čajkovskij – Coreografie Marius Petipa.
Per la prosa si parte con “Profius” con e di Stefano Benni (9 novembre). Segue “La guerra dei roses” con Ambra Angiolini e Matteo Cremen (28 novembre). Tratto dall’omonimo film, Alessandro Gassmann porta in scena “Fronte del porto”, con Stan Silverman (4 dicembre).  Per riscoprire la bellezza del nostro pianeta, il 12 dicembre andrà in scena “Botanica”, che vede come narratore il neurobiologo Stefano Mancuso. Seguirà “Tempo di Chet – La versione i Chet Baker” con Paolo Fresu alla tromba (25 gennaio). Shakespeare viene rivisitato da Nina’s Drag Queens che si esibiscono in “Queen Lear” (6 febbraio). Geppi Cucciari sarà al centro di “Perfetta”, regia di Mattia Torre (15 febbraio). “Occident Express” con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica di Arezzo(26 febbraio). L’emarginazione sociale e le periferie cittadine sono raccontate da “Pueblo” con Ascanio Celestini (13 marzo) e da “I Miserabili” (19 marzo), tratto dal romanzo omonimo di Victor Hugo. A chiudere la stagione di prosa “Voci nel Buio” con Laura Morante (4 aprile).
La stagione concerti “al chiaro di luna” vedrà i nomi di celebri compositori come W. A. Mozart, L. van Beethoven, J. Brajhms, F. Shubert e G. F. Handel. I concerti si terranno dal 9 dicembre al 6 giugno e si esibirà anche dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Per “Classica con gusto” in cui si ripropongono i brani classici degli autori già citati, cui si uniscono nomi come F. Chopin, P. I. Tchaikovsky e J. S. Bach. Sette gli appuntamenti tra i quali citiamo il giovane Kamil Pacholec che si esibirà in “Chopin e i suoi eredi” (6 dicembre), con musiche di F. Chopin, I. Paderewski e K. Szymanowski, insieme al flautista Mario Carbotta e il violinista Mario Hossen in “Mario contro Mario – Sfida all’ultima nota” (3 maggio).

Fuori abbonamento: Lillo & Greg il 16 dicembre in “Gagman – I fantastici sketch“. Mercoledì 20 febbraio sarà la volta di Angelo Pintus in “Destinati all’estinzione“. Giovedì 28 febbraio, Massimo Lopez e Tullio Solenghi in “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show” con la Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Coneglio. Venerdì 8 marzo arriva il musical “Flashdance” regia Chiara Noschese, spettacolo tratto dalla memorabile pellicola del 1983 intitolata “Flashdance” e diretta da Adrian Lyne, con protagonista Jennifer Beals. A interpretare Alex a teatro sarà Valeria Belleudi, allieva della Scuola di “Amici” di Maria De Filippi nel 2004, già attrice di first class musical come “Sister Act”. Infine venerdì 12 aprile Katia Follesa e Angelo Raffaele Pisani in “Finché Social non Ci Separi“. In preparazione mercoledì 7 novembre, Todo Modo in “Serge and Peppers”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive