Cerca nel quotidiano:


Concerto di Capodanno. Il programma

Appuntamento per lunedì 1° gennaio alle 18: nuovamente protagonista sul palcoscenico del teatro cittadino sarà l’Orchestra dell’Istituto Mascagni con la direzione di Lorenzo Sbaffi

martedì 26 dicembre 2017 08:45

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Quale migliore augurio per un felice anno nuovo se non quello di un concerto? Arrivato alla sua 13esima edizione, torna anche per quest’anno il consueto appuntamento con il concerto di Capodanno al Teatro Goldoni, che si terrà lunedì 1° gennaio alle 18 grazie alla collaborazione tra la Fondazione Livorno, il Teatro Goldoni e l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni.
Nuovamente protagonista sul palcoscenico sarà l’orchestra dell’Istituto Mascagni con la direzione di Lorenzo Sbaffi.
Il programma, classico ma variegato, inizierà con Preludio da Carmen di Georges Bizet e spazierà tra alcune delle opere più famose, come ad esempio Le Nozze di Figaro, e degli artisti più conosciuti tra cui Wolfgang Amadeus Mozart e Giacomo Puccini.
Protagonista di alcune delle esibizioni in questione, Ilaria Casai, giovanissima ragazza livornese, vincitrice, insieme ad altri quattro ragazzi, di un contest interno all’Istituto Mascagni che le darà la possibilità di esibirsi come solista in occasione di questa manifestazione.
Nella seconda parte dell’evento, caratteristica del periodo natalizio e festivo, sono immancabili Sul bel Danubio Blu e Radetzky March, oltre a molti altri brani.
Il concerto, evento fuori abbonamento, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella mattina di martedì 19 dicembre nella sede della Fondazione Livorno e che ha visto la partecipazione di Marcello Murziani, vicepresidente Fondazione Livorno, Marco Leone, direttore del Teatro Goldoni, Marco Luise, presidente dell’Istituto Mascagni e Stefano Guidi, direttore dell’Istituto Mascagni.
“Mi preme sottolineare che pensare agli aspetti di fragilità del territorio significa anche considerare come prospettive lavorative i mondi dell’arte e della cultura – ha detto Marcello Murziani – Non a caso, esiste il termine economia arancione, che è proprio quella branca dei settori lavorativi che si occupa di trovare impieghi tramite il mondo dell’arte, dello spettacolo e della cultura in generale”.
“Queste belle iniziative possono avere luogo soltanto se c’è sinergia tra gli enti del territorio – ha affermato Stefano Guidi – Voglio precisare che nell’orchestra in questione sono presenti 60 ragazzi in una fascia d’età che spazia dai 14 ai 30 anni e che spesso, trovano lavoro anche prima della laurea.”

Info: 0586/20.42.37

Programma

Georges Bizet Preludio da Carmen

Wolfgang Amadeus Mozart “Deh, vieni non tardar” da Le Nozze di Figaro  (soprano Ilaria Casai)

Georges Bizet Entr’act da Carmen atto III

Giacomo Puccini “O mio babbino caro” da Gianni Schicchi  (soprano Ilaria Casai)

Luigi Arditi Il bacio (soprano Ilaria Casai)

Arturo Márquez Danzón N. 2 (arr. Oliver Nickel)

Pyotr Ilyich Tchaikovsky Danza russa, Danza degli zufoli, Walzer dei fiori (dalla suite “Lo Schiaccianoci”)

Johann Strauss jr. Sul bel Danubio Blu

Johannes Brahms Danza ungherese n. 1, n.  3, n.  5

Johann Strauss Radetzky March

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Beppe

    È ora di mostrare i muscoli, un po’ di orgoglio per riprendervi il ” gazebo” e riportarlo all’uso più appropriato. Ora ridotto a campo di calcetto e pattinaggio torni ad essere un luogo dove si fa musica e fate sapere alla Città che ci siete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive