Cerca nel quotidiano:


Il Piccolo Marat, tre atti di grande energia e emozione

Un ponte a fare da sfondo a tutta l’opera, che esprime forse l’intenzione di unire, di far comprendere e riflettere lo spettatore anche una volta uscito da teatro

Lunedì 20 Dicembre 2021 — 17:49

Mediagallery

Domenica 12 dicembre è tornato sul palcoscenico del teatro Goldoni, per la celebrazione del centesimo anniversario dalla sua prima rappresentazione, “Il piccolo Marat”. Una delle opere meno conosciute di Pietro Mascagni, che parla degli anni più bui della Rivoluzione Francese, il periodo del Terrore. con libretto di Gioacchino Forzano, il cui debutto fu a Roma. E così il Goldoni ha pensato di riportarla sulle scene. Tre atti in cui emerge in tutta la sua potenza, la forza e gli effetti di un evento così dirimente per nostra storia, facendolo vedere non attraverso gli occhi dei grandi personaggi che hanno fatto la Storia (alla fine viene citato Napoleone Bonaparte agli albori) ma mediante personaggi più umili. Una rappresentazione emozionante, che ha portato sul palco vari cantanti per i 18 personaggi che si sono alternati, che fa vedere eventi e situazioni molto particolari, lontane dalla vita degli anni Duemila, almeno in questa parte di mondo. Con un ponte a fare da sfondo a tutta l’opera, che esprime forse l’intenzione di unire, di far comprendere e riflettere lo spettatore anche una volta uscito da teatro.

I personaggi e gli interpreti:
Il piccolo Marat: Samuele Simoncini, L’Orco: Andrea Sivestri. Mariella: Valentina Boi. La mamma: Sivia Pantani. Il soldato: Stefano Marchisio. La spia: Alessandro Martinello. Il ladro: Pedro Carrillo. La tigre: Michele Pierleoni. Il carpentiere: Alberto Piermarino. Il capitano dei Marats: Carlo Morini. Il portatore d’ordini: Luis Javier Jiménez Garcia. Il vescovo: Paolo Morelli. Prima voce: Marco Mustaro. Seconda voce: Simone Rebola.
Coro del Teatro Goldoni di Livorno, Maestro del coro: Maurizio Preziosi.
Orchestra della Toscana diretta dal Maestro Mario Menicagli e Regia di Sarah Schinasi.

Riproduzione riservata ©