Cerca nel quotidiano:


Inizia Scenari di quartiere, sabato 12 “tutto esaurito” di Paolo Rossi. Tutto gli spettacoli

Alla sua sesta edizione, il festival rafforza l’idea da cui è partito: portare il Teatro fuori dal Teatro, in mezzo alle persone, in luoghi inusuali, suggestivi, spesso legati alla storia della città. Tanti i big in cartellone: il programma completo. Inizio spettacoli alle 19.30

Giovedì 3 Giugno 2021 — 18:48

Mediagallery

Quest'anno da segnalare in particolar modo le suggestive e particolari location di via Trento nel quartiere Stazione, l’Ippodromo Caprilli, e quella di via Stenone nel quartiere Shangai

di Lorenzo Evola

Torna a Livorno dal 12 al 19 giugno “Scenari di quartiere” (in fondo all’articolo il pdf con il programma completo), il festival di Teatro di narrazione nato nel 2016 da un’idea di Fabrizio Brandi e Marco Leone, organizzato dalla Fondazione Teatro Goldoni di Livorno e dal Comune di Livorno con la direzione artistica di Marco Leone e Fabrizio Brandi ed il contributo dell’Associazione Quartieri Uniti di Livorno.
Alla sua sesta edizione, il festival rafforza l’idea da cui è partito: portare il Teatro fuori dal Teatro, tra la gente, in luoghi inusuali, suggestivi, spesso legati alla storia della città. Tornare ad organizzare spettacoli nelle strade e nelle piazze di solito non deputate alla cultura, quindi, per cercare di innescare processi di rigenerazione, favorire relazioni, condivisione, pensiero e comunità, attraverso il Teatro di Narrazione. Apertura sabato 12 giugno con il tutto esaurito di Paolo Rossi.

Saranno 8 i quartieri coinvolti (Benci Centro, San Jacopo, La Rosa, Shangai, Salviano, Stazione, San Marco, Ovosodo), all’interno di un evento da sempre collegato a progetti di riqualificazione urbana programmati dall’Amministrazione Comunale, come spiega il sindaco Luca Salvetti durante la conferenza di presentazione dell’iniziativa tenutasi all’interno dell’Ippodromo Caprilli: “Uno degli spettacoli di questo bellissimo festival – spiega il primo cittadino – si svolgerà proprio qui all’Ippodromo, una zona suggestiva, sulla quale abbiamo già fatto un primo intervento un mese fa. Posso garantire che dalla prossima settimana, grazie al bando assegnato, ci sarà un gran fervore di lavori per recuperare uno spazio che vogliamo restituire alla città e alle attività legate al mondo dell’ippica e del cavallo”. “Questo è un festival sul quale la Fondazione punta molto – interviene Mario Menicagli, direttore amministrativo di Fondazione Goldoni – Scenari di Quartiere si è conquistato, negli anni, la stima, la fiducia e l’affetto di tutti gli esperti del settore, ma soprattutto della popolazione livornese. Quest’anno è stato fatto un lavoro di scelta delle location molto accurato, coinvolgendo zone normalmente escluse dall’attività teatrale, e che in questo modo potranno trasformarsi in luoghi di riflessione e produzione culturale. Quest’anno segnaliamo in particolar modo gli scenari di via Trento nel quartiere Stazione, l’Ippodromo Caprilli, e quello di via Stenone nel quartiere Shangai”.

La parola passa poi a Fabrizio Brandi che illustra il programma dell’evento: “Anche quest’anno possiamo contare su ospiti di grande spessore, a partire da Paolo Rossi che inaugurerà il festival con una narrazione autobiografica, per passare poi alle lezioni di filosofia di Roberto Vecchioni a Villa Mimbelli e da lì allo spettacolo Il cavaliere volante dedicato a Caprilli, da me interpretato. Vedremo poi in scena Michele Crestacci con Italiani si nasce sui 160 anni dell’Unità d’Italia, Ariele Vincenti impegnato a rievocare la figura del grande calciatore Agostino Di Bartolomei, Roberto Mercadini che proporrà un monologo sull’ambiente e sul rapporto tra ecologia ed economia, Arianna Scommegna con un adattamento del monologo finale dell’Ulisse di Joyce, una narrazione delicata ma allo stesso tempo ironica. E infine, chiude Simone Cristicchi, un grande personaggio, un artista poliedrico, che farà uno spettacolo di teatro-canzone su vari temi tra i quali la musica e la ricerca della spiritualità”.

Particolarità di Scenari di Quartiere è sempre stato lo svolgersi degli spettacoli durante il tramonto, al “calasole”; momento della giornata di particolare suggestione e raccoglimento, che prelude e favorisce l’incontro e la socialità. In stretta collaborazione con Comune di Livorno, Scenari di Quartiere è spesso collegato a progetti di rigenerazione urbana programmati dall’Amministrazione Comunale. Il Festival in questa nuova edizione si propone di sostenere e diffondere, in sinergia con Assessorato ambiente e energie rinnovabili del Comune di Livorno, il progetto Energia di Comunità, con l’ intento  di far nascere, nei quartieri, lo sviluppo di piccole comunità energetiche. Come buona pratica tutta l’energia che alimenta il festival sarà prodotta con sistemi di energia rinnovabile. “Per realizzare tutto questo – spiegano in conferenza – abbiamo fatto appello alle forze economiche più sensibili della Città. Ringraziamo: Coop, Fondazione Livorno e Fondazione Arte e Cultura, Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci. Inoltre gli amici di Scenari: ASA, Gori logistica, Generplus, Ferramenta San Marco, Caravan Bacci, Porto di Mare, Hotel Universal, A.p.e (Assieme Per l’Energia), Arci, Casalp, e la già citata Associazione Quartieri Uniti Livorno coordinata da Marinella Viscusi e Irene Genovese”.

Inizio spettacoli ore 19.30

Prenotazione obbligatoria, costo biglietto 3 € acquistabile alla biglietteria del Teatro Goldoni o su scenaridiquartiere.it. La biglietteria Teatro Goldoni (tel.0586-20.42.90) sarà aperta dal 5 giugno da martedì a sabato ore 10/13 – Informazioni 0586-20.42.37.

Come ogni anno gli spettacoli saranno accompagnati dai “Tour gratuiti sulla storia dei quartieri” curati da Fabrizio Ottone. Inizio ore 18.30 – Prenotazione obbligatoria esclusivamente tramite messaggio whatsapp al 347-4814455.

Riproduzione riservata ©