Cerca nel quotidiano:


Martedì “Classica con gusto” in Goldonetta con Miku Arizono

“La conquista del Paradiso, con il cuore e la mente”: è questo il suggestivo tema scelto dalla brava ed affermata pianista giapponese Miku Arizono per il concerto che la vedrà protagonista martedì 8 marzo, alle 21 in Goldonetta

Venerdì 4 Marzo 2022 — 12:09

Mediagallery

“La conquista del Paradiso, con il cuore e la mente”: è questo il suggestivo tema scelto dalla brava ed affermata pianista giapponese Miku Arizono per il concerto che la vedrà protagonista martedì 8 marzo, alle 21 in Goldonetta per “Classica con gusto”, l’apprezzata stagione di Musica da Camera della Fondazione Goldoni realizzata con il progetto artistico di Carlo Palese in collaborazione con Menicagli Pianoforti.

“Il cuore e la mente”: il programma proposto dalla giovane artista sarà infatti improntato all’esplorazione di mondi sonori di intima espressività, capaci di suscitare emozioni profonde. La Giapponese Miku Arizono, pianista e compositrice, è un’artista matura e completa, nonostante la giovane età: affermatasi ben presto in importanti concorsi pianistici internazionali, è risultata vincitrice nel 2020 del primo premio nella quarta edizione di Livorno Piano Competition insieme al “premio Bacchelli” quale migliore interprete di musica del nostro tempo. In quell’occasione, la Giuria ha potuto apprezzare anche la versatilità dell’artista, attiva anche come compositrice. Tiene regolarmente recital e sceglie i programmi con una particolare cura nel costruire un percorso di ascolto avvincente, spesso includendo sue composizioni tra i brani in programma. Così avverrà nel concerto nel giorno dedicato alla Festa della Donna, che si aprirà con un omaggio ai 200 anni dalla nascita di César Franck e l’opportunità di ascoltare il meraviglioso trittico “Preludio, Corale e Fuga” che rappresenta una delle opere più intense del musicista belga. Di superba bellezza anche le due pagine che seguiranno di Franz Liszt tratte dai suoi “Anni di pellegrinaggio”, testimonianza tra le più complete della ricchezza e della varietà del mondo musicale del compositore ungherese, uno dei più grandi virtuosi nella storia del pianismo mondiale. Dal terzo volume dei suoi viaggi, saranno proposti “Aux cyprès de la Villa d’Este – «thrénodie I»” e “Les jeux d’eau a la Villa d’Este”, due opere ispirate alle passeggiate di Liszt  nei vasti e meravigliosi giardini nell’imponente villa del cinquecento presso Tivoli, nel Lazio, dove soggiornò più volte: nel primo, sonorità ed armonie suggeriscono l’immagine dei cipressi scossi dal vento, ma soprattutto ciò che di intimo e meditativo emerge dal loro movimento, mentre nel secondo i giochi d’acqua delle fontane di cui è ricco il parco sono resi musicalmente con un notevole impegno virtuosistico.

Prima della Sonata n. 32 in do minore, op. 111”, l’ultima del catalogo di Ludwig van Beethoven, che concluderà la serata nel segno di una compiuta meditazione personale del grande compositore su questo genere musicale, Miku Arizono eseguirà la Inori, “Gebet ohne Worte”, una “Preghiera senza parole” da lei composta lo scorso anno.

Biglietti ancora disponibili (posto unico numerato € 10) presso il botteghino del Goldoni il martedì e giovedì ore 10/13, mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30 ed online su www.goldoniteatro.it e www.ticketone.it

Si ricorda che per accedere in Teatro è necessario il green pass rinforzato ed indossare la mascherina ffp2.

Tutte le informazioni sugli artisti su www.goldoniteatro.it

Riproduzione riservata ©