Cerca nel quotidiano:


Mascagni Off, 7 appuntamenti collaterali al Mascagni Festival

Dal 18 agosto, per tre settimane, un cartellone di appuntamenti tra concerti lirici e musicali, un’opera, ma anche teatro e talk show, per contribuire a delineare ancora di più la figura di Pietro Mascagni musicista ed uomo, la sua personalità tra vita artistica e familiare

Venerdì 7 Agosto 2020 — 16:47

Mediagallery

Sette appuntamenti tra concerti lirici e musicali, un’opera, ma anche teatro e talk show, per contribuire a delineare ancora di più la figura di Pietro Mascagni

Si è appena aperto nella storica Fortezza nuova a Livorno il Festival internazionale Pietro Mascagni e prima ancora che entri nel vivo nel prossimo mese di settembre, sono subito emerse in città iniziative e proposte legate al nome ed all’arte del grande compositore livornese: “D’altra parte, come è stato per Modigliani – afferma l’Assessore alla cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi – anche per Mascagni l’idea da cui siamo partiti è stata quella di coinvolgere la città. Si parla spesso di beni comuni… Anche queste figure straordinarie di artisti lo sono: appartengono all’umanità, certo, ma erano dei livornesi”. Ecco che dal 18 agosto per tre settimane prenderà il via “Mascagni Off”: “Si tratta di un cartellone di iniziative collaterali al festival – spiega il Direttore artistico Marco Voleri – che nasce col chiaro intento di legare il Mascagni Festival alle realtà culturali del territorio. Infatti questi mesi, dopo l’annuncio che ci sarebbe stata la puntata zero del festival, diverse realtà associative labroniche si sono ingegnate per realizzare diversi eventi (con declinazioni culturali interessanti) che hanno come fine ultimo quello di raccontare Mascagni sotto diverse prospettive. E’ un’altra occasione per conoscere meglio la figura del Maestro”. Sette appuntamenti tra concerti lirici e musicali, un’opera, ma anche teatro e talk show, per contribuire a delineare ancora di più la figura di Pietro Mascagni musicista ed uomo, la sua personalità colta tra vita artistica e familiare. Si inizia martedì 18 agosto, alle ore 20 nella Quadratura dei Pisani in Fortezza Vecchia, con “Aperitivo con Don Pedro”, pianoforte e aneddoti per una affascinante storia che lega Livorno a Buenos Aires, Pietro Mascagni ad Angél Villoldo, la musica classica italiana al tango argentino; organizzata da Ixnous Associazione Culturale Itinerante con FAItango, in collaborazione con Menicagli Pianoforti, l’iniziativa  ad ingresso libero vedrà Lucrezia Liberati al pianoforte e l’esibizione di una coppia di ballerini.
Domenica 23 agosto, alle ore 21 per “Effetto Venezia e dintorni” a Palazzo Huighens, l’Associazione Musicale e Culturale Ensemble Bacchelli presenta “Pietro Mascagni: un semplice incontro semplice”, un Concerto-incontro con l’autore con Fabio Vannozzi, l’Ensemble Bacchelli diretto da Rita Bacchelli, l’Ensemble Bacchelli Young diretto da Francesco Petrillo; immagini Luciano De Nigris, realizzazione scenica Fabio Vannozzi; ingresso libero.
Mercoledì 26 agosto, alle ore 21,15 a Guasticce presso la Tenuta Bellavista Insuese – Lago Alberto, va in scena la 5ª edizione di “Opera al lago” con “Son pochi fiori – Mascagni e dintorni”, una coinvolgente serata con pagine tratte dal repertorio verista (musiche di Mascagni, Giordano e Leoncavallo), con protagonisti i soprano Katerina Kotsou, Samantha Sapienza, il tenore Gianni Mongiardino, il baritono Michele Pierleoni, con l’Ensemble dell’Orchestra Amedeo Modigliani diretta da Mario Menicagli, al pianoforte Andrea Tobia, presenta Daniela Morozzi; per la partecipazione al concerto organizzato e promosso da Comune di Collesalvetti con la Scuola di musica Clara Schumann e la Tenuta Bellavista Insuese. I biglietti, posto unico non numerato 7,00 euro, potranno essere ritirati direttamente presso la biglietteria del Lago Alberto; dato il limite della capienza è obbligatoria la prenotazione al 342 5451912.
Giovedì 27 agosto, alle ore 21.15 presso il Palco della cisterna in Fortezza Vecchia, Promos e La Compagnia Lirica Livornese presentano “Zanetto”, opera in un atto, musica di Pietro Mascagni con Chiara Panacci e Mana Yamakawa; direzione musicale al pianoforte Andrea Tobia. Posto unico numerato € 10 (Per prenotazioni 338.5081221 oppure 339.7768203).
Domenica 30 agosto, alle ore 21.30 e alle ore 22.30 per “Effetto Venezia e dintorni”, il Teatro “Enzina Conte” del Centro Vertigo, mette in scena “Mascagni e il partigiano”, un aneddoto (durata 20 minuti) che sta tra la leggenda e la realtà in un atto unico di Marco Conte (da un’idea di Mario Menicagli), con Marco Conte, Diego Bellettini, Stefano Cresci, Fulvio Puccinelli, Alessandro Perullo, Edoardo Ripoli e con Sergio Brunetti pianoforte; ingresso libero.
Giovedì 10 settembre, alle ore 19 presso la Terrazza Mascagni è la volta del Talk Show al Calasole “Un musicista in famiglia”, con la pronipote del Maestro Guia Farinelli Mascagni, Simone Lenzi assessore alla cultura del Comune di Livorno, Marco Voleri direttore artistico Mascagni Festival, Fulvio Venturi musicologo; modera Teresa Giannoni giornalista. Ingresso libero.
Ultimo appuntamento sabato 12 settembre, alle ore 18.30 presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo con l’Associazione Orto degli Ananassi che presenta “L’opera nell’armadio”, un Solo teatrale per clown cantante finalizzato alla diffusione dell’arte lirica a favore del pubblico dei giovanissimi (a partire dai 2 anni); protagonista la Compagnia Une Autre Carmen (Francia), anteprima Festival Con-Fusione; posto unico € 7. Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it.

Riproduzione riservata ©