Cerca nel quotidiano:


Mascagni Off, Zanetto sul palco della Fortezza Vecchia

Il delizioso gioiello musicale di Pietro Mascagni animerà giovedì 27 agosto, alle ore 21.15, il Palco della cisterna nella storica Fortezza Vecchia a Livorno. Ingresso gratuito

Martedì 25 Agosto 2020 — 16:56

Mediagallery

Zanetto” è un’opera lirica in un atto, su libretto di G. Targioni Tozzetti e G. Menasci (gli stessi autori del capolavoro mascagnano “Cavalleria rusticana”)

Sarà “Zanetto”, delizioso gioiello musicale di Pietro Mascagni, ad animare giovedì 27 agosto, alle ore 21.15 il Palco della cisterna nella storica Fortezza Vecchia a Livorno nel nuovo appuntamento per “MASCAGNI Off”, le iniziative collaterali al “Mascagni Festival 2020”. “Zanetto” è un’opera lirica in un atto, su libretto di G. Targioni Tozzetti e G. Menasci (gli stessi autori del capolavoro mascagnano “Cavalleria rusticana”); un titolo dal respiro elegiaco che per il suo tenue soggetto – l’incontro casuale di una dama fiorentina e di un menestrello in una notte stellata – si presta a perfezione al singolare ambiente cinquecentesco della Fortezza medicea livornese. Il lavoro teatrale fu destinato da Mascagni ai giovani esecutori del Liceo Musicale di Pesaro, dove era direttore sul finire dell’800, ed è un’operina che conobbe una notevole fortuna esecutiva nel secolo scorso: ne furono protagoniste le più grandi interpreti femminili del teatro mascagnano (da Gemma Bellincioni a Mafalda Favero, da Iris Adami Corradetti a Giulietta Simionato) che si cimentarono in una partitura incerta fra preziosismi intimi da romanza da salotto e bozzettismo crepuscolare e che nella staticità della sua struttura drammaturgica si rivela una vera e propria “cantata” per due voci femminili. Protagoniste della serata saranno il soprano Chiara Panacci nel ruolo della cortigiana Silvia ed il mezzosoprano Mana Yamakawa che sarà Zanetto; direzione musicale al pianoforte di Andrea Tobia. L’opera sarà presentata con semplici elementi di scena ed i bellissimi costumi della Sartoria Panciatici di Livorno e la  messa in scena di Franco Bocci. Nella seconda parte della serata saranno proposte all’ascolto pagini celebri del repertorio mascagnano: “Intermezzo” da Cavalleria Rusticana e “Sogno” da Guglielmo Ratcliff  eseguite al pianoforte da Andrea Tobia e le arie “Voi lo sapete o mamma” da Cavalleria rusticana e Serenata cantate da Chiara Panacci. La serata è organizzata dalla Compagnia Lirica Livornese e Promos di Roberto Napoli. Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it.

Riproduzione riservata ©