Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Opera Oggi, alle 17 in Goldonetta una prima assoluta: Matrioska

Venerdì 4 Novembre 2022 — 16:04

Domenica 6 novembre, alle 17 in Goldonetta, inizia la nuova rassegna della Fondazione Teatro Goldoni di Livorno, che intende dare “visibilità” a 4 opere, composte “oggi” per il Teatro di “oggi”

Inizia domenica 6 novembre, alle 17 in Goldonetta con Matrioska, Opera Oggi, la nuova rassegna della Fondazione Teatro Goldoni di Livorno, che intende dare “visibilità” a 4 opere, composte “oggi” per il Teatro di “oggi”. Tre compositori dei nostri giorni Marco Bargagna, Marco Simoni e Girolamo Deraco, hanno raccolto piccoli organici strumentali e piccoli gruppi di cantanti per immaginare e fissare sul pentagramma fabulae “vecchie” e nuove in abiti contemporanei; che siano ispirate a storie originali o a Pirandello, i nostri quattro titoli raccontano d’amore, d’amicizia, di morte e di resurrezione, in poche parole ci raccontano dell’“Uomo”.
Titolo in prima assoluta è Matrioska di Marco Simoni su libretto di Fabrizio Altieri con la regia di Stefano Mecenate: “Sessanta minuti di durata e cinque cambi di scena – spiega l’autore – per un’opera da camera che, attraverso un gioco di continue trasformazioni, gioca su una linea sottile a cavallo tra la realtà e l’immaginazione. Le storie, incastonate le une nelle altre come le bamboline russe toccano, attraverso il registro leggero dell’ironia e del gioco, temi quali la guerra e la pace, l’abbandono, la salvezza, la paura, la gioia, l’imprevisto”.
Porta itineris dicitur longissima esse – la porta è la parte più lunga di un viaggio – ci ricorda il regista citando Jorge Luis Borges – e quest’opera, ci introduce attraverso una “porta magica” all’interno di una storia borgesiana dove realtà e finzione trovano tenui confini. “Accompagneremo il pubblico all’interno di una labirintica vicenda ad incastri stuzzicandone la curiosità ed invitandolo a non fermarsi alle apparenze. Ciò che vedranno sarà solo l’apparenza della storia: quella vera, ovvero ciò che contiene, è nascosto tra le pieghe di un dialogo semplice e di una musica accattivante; si procede per gradi, quasi fossero stazioni dove sostare per cogliere il messaggio, fino a tornare all’origine in un percorso circolare che aggiunge qualcosa a quanto fino a quel momento sembrava acquisito. Ho cercato di suggerire tutto questo offrendo uno spettacolo minimalista affinché non vi fossero troppi elementi distrattivi, ma al contempo ho provato a lasciare qua e là degli elementi che aiutassero ad andare oltre le apparenze di questa suggestiva favola”.

Personaggi e interpreti: Principessa Nora, l’orsacchiotto, una naufraga, la donna misteriosa del bosco. Antonella Biondo soprano, Re Manfredo, il boia, l’uomo fuggiasco, il soldatino di legno Luis Javier Jimenez Garcia tenore, Regina Gilda, una naufraga, la donna condannata a morte, il cavalluccio a dondolo, il folletto Mae Hayashi contralto, musicisti Eleonora Donnini flauto Federica Fontana violino Michele Roffi contrabbasso Stefano Cresci oboe Chiara Mariani pianista; aiuto regista Luciano Oriundo

Biglietti: 5€ intero, 2€ ridotto under 20, in vendita presso la biglietteria del Teatro Goldoni aperta il martedì e giovedì ore 10/13 e mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30 e On line su www.goldoniteatro.it

Condividi:

Riproduzione riservata ©