Cerca nel quotidiano:


Sold out per il Mascagni Gala con Zingaretti e Venezi

Non solo lirica durante il Gala: l’attore Luca Zingaretti debutta con un monologo inedito del drammaturgo Michele Santeramo sul tema dell’amore, dominante nel melodramma come nella vita

Giovedì 10 Settembre 2020 — 18:15

Mediagallery

Sul podio dell’Orchestra della Toscana Beatrice Venezi, tra le poche donne al mondo a dirigere orchestre a livello internazionale ed inserita nel 2018 da Forbes tra i 100 giovani leader del futuro sotto i 30 anni

Sold out per il “Mascagni Gala”, il concerto lirico sinfonico in programma a Livorno venerdì 11 settembre, alle 21.15, momento clou della prima edizione del Mascagni Festival in corso di svolgimento proprio sulla terrazza protesa sul mare che porta il nome del grande compositore. Interpretato da artisti di riferimento del panorama mondiale, come il soprano Amarilli Nizza, il mezzosoprano Sonia Ganassi ed il tenore Angelo Villari, avrà sul podio dell’Orchestra della Toscana Beatrice Venezi, tra le poche donne al mondo a dirigere orchestre a livello internazionale ed inserita nel 2018 da Forbes tra i 100 giovani leader del futuro sotto i 30 anni: “Mascagni è stato un genio, forse un po’ incompreso per essere stato precursore dei tempi – ha dichiarato in un momento delle prove con l’ORT – un grande innovatore e sperimentatore del linguaggio musicale e della concezione anche della drammaturgia. Purtroppo della sua produzione si conoscono bene purtroppo solo pochi titoli. Ma c’è molto da scoprire del suo teatro, che sono veri e propri gioielli. Sono molto felice di tornare ad esibirmi a Livorno, città che tra l’altro ha visto il mio debutto qualche anno fa”. Ecco che il giovane ed affermato direttore d’orchestra ha scelto per l’occasione un programma musicale ricco e di forte appeal: prima parte tutta dedicata a Mascagni ed alle pagine più celebri del suo repertorio: dagli intermezzi e preludi di capolavori quali Cavalleria rusticana, Iris e L’amico Fritz, a pagine meno conosciute ma di grande fascino quali il “Sogno” dal Guglielmo Ratcliff e la scintillante “Sinfonia” da Le Maschere; accanto a queste, arie celebri di autori a lui contemporanei quali Giacomo Puccini, Alfredo Catalani e Ruggero Leoncavallo. Non solo lirica durante il Gala: l’attore Luca Zingaretti debutta con un monologo inedito del drammaturgo Michele Santeramo sul tema dell’amore, dominante nel melodramma come nella vita. Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it

Ecco brevemente qualche nota sugli artisti della serata

AMARILLI NIZZA. La sua vocalità duttile e autorevole, sorretta da una tecnica di canto solida e raffinata, il suo fraseggio sfumato e le notevoli capacità di interprete le consentono di affrontare un vasto repertorio di opere. Doti che accompagnate da una notevole presenza scenica le hanno permesso di affermarsi nei più prestigiosi Teatri e Festival operistici internazionali quale soprano tra i più applauditi della sua generazione. Per il “Mascagni Gala” canterà “Un dì ero piccina” da Iris e “Son pochi fiori” da L’amico Fritz di P. Mascagni, “Bimba dagli occhi pieni di malia” duetto con il tenore Angelo Villari da Madama Butterfly di G. Puccini e “Ebben n’ andrò lontana” da La Wally di A. Catalani

SONIA GANASSI. Artefice di una luminosa carriera che l’ha vista negli anni presente nei più importanti teatri del mondo diretta dalle più prestigiose bacchette e da registi di fama internazionale, Sonia Ganassi è artista versatile e curiosa: il suo repertorio, incentrato nei primi anni di carriera sui ruoli di Rossini, Bellini e Donizetti, si amplia ben presto con incursioni nel repertorio barocco, in quello mozartiano e nel repertorio francese altro suo terreno d’elezione. Negli ultimi 10 anni della sua carriera, con il raggiungimento di una piena maturità vocale ed artistica, si è avvicinata al repertorio verdiano ed al repertorio verista. Per il “Mascagni Gala” canterà “Voi lo sapete o mamma” e “Tu qui Santuzza” duetto con il tenore Angelo Villari da Cavalleria Rusticana di P. Mascagni e “Acerba voluttà” da Adriana Lecouvreur di F. Cilea. Angelo Villari si è affermato negli ultimi anni come solido interprete di ruoli veristi in prestigiosi teatri in Italia ed all’estero. Si è distinto a numerosi concorsi lirici internazionali. Fra le produzioni più importanti cui ha partecipato con successo, da ricordare, tra le altre, Guglielmo Ratcliff di Mascagni al Wexford Festival Opera, La donna serpente di Casella con la direzione di Fabio Luisi per l’inaugurazione del 40° Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, La campana sommersa di Respighi con la direzione di Donato Renzetti e Un ballo in maschera al Teatro dell’Opera di Roma con Jesus Lopez-Cobos sul podio. Per il “Mascagni Gala” canterà  pagine da Cavalleria Rusticana e Iris di P. Mascagni, Tosca e Madama Butterfly di G. Puccini e Pagliacci di R. Leoncavallo.

Riproduzione riservata ©